Graziani: “Forse è presto per dirlo, ma la Roma ha le potenzialità per giocarsela con tutte “

37

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Ciccio Graziani a Centro Suono Sport: “Sette giornate sono poche per dare un giudizio alla squadra, ma la Roma sta dimostrando di avere le potenzialità per giocarsela con tutte. Questa squadra può fare un campionato importante“.

Avv. Luigi Esposito a Centro Suono Sport: “Alisson? Ieri ha fatto una bella parata, non ho mai detto che è scarso, l’ho sempre reputato una scommessa perché ha giocato troppo poco nella Roma per essere considerato una certezza e perché essere il portiere della propria nazionale non costituisce la prova inconfutabile che sei un grande portiere, Stekelenburg ne è la dimostrazione. Milan-Roma? I giallorossi hanno vinto soprattutto per merito di Dzeko, ma non solo grazie a lui: il primo gol mi ha ricordato quelli che faceva Batistuta. Il bosniaco si è mostrato anche trascinatore a livello caratteriale. Anche Fazio e Manolas mi sono piaciuti“.

Fabio Petruzzi a Centro Suono Sport: “Contro il Milan ho visto una gran bella Roma. Mi ha sorpreso l’approccio alla gara da grande squadra. Complimenti a Eusebio, si vede già la mano dell’allenatore e complimenti soprattutto alla difesa. Ieri è stata una gara di personalità e mentalità”.

Michele Giammarioli a Centro Suono Sport: “Ho la sensazione che la Roma sia all’inizio di un percorso che ci potrà portare molto lontano. Contro il Napoli sarà un altro esame importante ma sono curioso anche di vedere la gara di Champions contro il Chelsea. Dzeko? Ieri si è caricato la squadra sulle spalle nel momento del bisogno”.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “A San Siro la Roma ha affisso il proprio manifesto propagandistico: “Noi ci siamo”, la Roma ha urlato forte la sua candidatura per recitare un ruolo da assoluta protagonista nella lotta al tricolore. Di Francesco va elogiato, non è un “allena…ttore ” ma un signor allenatore, ed un allenatore signore ha ricreato il sentimento di appartenenza, ha ricompattato la tifoseria al contrario del suo predecessore. Alisson è un portiere pazzesco, forte al pari di Szczesny. Dzeko? Un fenomeno, un bomber unico che segna e fa segnare“.

Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “E’ riduttivo dire e scrivere “la Roma c’è”, perchè è stato un mese di grande Roma, qualcuno se n’è accorto colpevolmente in ritardo. Di Francesco sta facendo un lavoro straordinario sul collettivo e sui singoli. Stanno venendo meno tante leggende metropolitane, sull’incapacità di Fazio di giocare a 4, sulla presunta scommessa Alisson, sulla difesa del mister, che è la seconda migliore in Italia. Con Schick, Karsdorp ed Emerson questa Roma può lottare per il titolo“.

Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo: “Al contrario di quanto si diceva, che la Roma non sarebbe arrivata tra le prime 4, a meno di cataclismi la squadra di Di Francesco lotterà fino alla fine per lo scudetto”.

Tony Damascelli a Radio Radio: “Perplessità sulla Roma? Le ho solo su Bruno Peres, latitante in fase difensiva. Su Di Francesco ci saranno sempre dubbi, perché è una persona normale e per bene”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “La Roma c’è. Ieri ho visto una squadra che ha tirato fuori la rabbia, una cosa che Spalletti non era riuscito a trasmettere. A livello tecnico la Roma è all’altezza di Juventus e Napoli, e non so se gli azzurri avrebbero vinto ieri a San Siro”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Ero preoccupato con Fazio nel 4-4-2, ma la bravura di Di Francesco è stata riuscire a compattare di più il reparto con il centrocampo che sta dando molto aiuto ai difensori. Di Francesco mi sta stupendo molto. Defrel non è un giocatore da Roma, ora che è tornato Florenzi vedrà il campo molto poco”.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: “Alisson ha lo stesso valore e la stessa importanza di Dzeko. Se il bosniaco ha sbloccato la partita quando serviva, nel momento di difficoltà il brasiliano si è fatto valere e ha difeso la porta giallorossa”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Ero sicuro che la Roma vincesse a Milano. In questo momento è nettamente superiore ai rossoneri. La squadra di Montella è riuscita a stare in gara, ma nel momento decisivo la Roma è venuta fuori. Dzeko? E’ uno che fa un gol a partita, che gioca per la squadra e ne è un riferimento. La Roma ieri ha dimostrato di essere una grande squadra, un gruppo solido che sa uscire bene nei momenti difficili”.

Roberto Renga a Radio Radio: “La Roma è rimasta tranquilla, ha fatto una partita difensiva intelligente. Nel momento in cui il Milan si è sbilanciato poi i giallorossi hanno colpito. Do a questa squadra un o in pagella. La Roma ha dimostrato di essere una squadra matura e quadrata. Mi ha fatto impressione”.

Franco Melli a Radio Radio: “La partita è rimasto in equilibrio per molto tempo, l’ha decisa un giocatore di qualità come Dzeko. Nainggolan ieri è stato l’uomo chiave, grazie alla sua capacità di svariare per il campo. Brutto primo tempo delle due squadre, poi nel secondo tempo si è svegliata la Roma. Di Francesco è un signor giocatore, al contrario di quanto dicono le vedove di Spalletti. Di Francesco sta facendo più del suo dovere, perché gli manca il presunto meglio della campagna acquisti”.

Furio Focolari a Radio Radio: “Il Milan ha avuto occasioni per passare in vantaggio, se i rossoneri avessero avuto Dzeko forse l’esito della partita sarebbe stato diverso. In questo momento il Napoli è più forte della Roma, i giallorossi puntano a uno dei primi quattro posti. Abbiamo sbagliato le previsioni di inizio campionato, questa Roma entra tra le quattro con tutte le scarpe. L’abbiamo sottovalutata”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: “Sono contento per Di Francesco. Un ragazzo umile con tante idee, al contrario di tanti sbruffoni. Questa vittoria è alla faccia di Giancarlo Dotto. La Roma ieri ha vnto meritatamente, ma io sottolineo il successo di Bergamo alla prima di campionato. Voglio vedere quante ‘grandi’ vinceranno in casa dell’Atalanta”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Ieri sera ha vinto la squadra con più personalità. Il Milan non ha giocato male, ma la Roma è già più completa come squadra. La personalità alla squadra gliela dà l’allenatore, sono contento per Di Francesco. La vittoria è meritata. Nonostante non abbia fatto una grande partita, ha sempre controllato il campo e poi al momento decisivo è stata puntuale”.

Giulia Spiniello a Romanews Web Radio: “Le note liete sono senza dubbio lo spirito di squadra ed il cinismo. Il saper sfruttare, dopo una partita giocata non benissimo fino a quel momento, le poche occasioni che hai, è da grande squadra. Questo fa parte di un processo di crescita, che si è sviluppato giocando ad alti livelli tra campionato e Champions ed in parte anche con le tournée estive. Dobbiamo aggiungere tra l’altro che, la Roma aveva molte assenze importanti, lo stesso Pellegrini che è entrato al posto di Strootman non era al meglio. Il Napoli continua a macinare gol e calcio, alla Juve il pareggio con l’Atalanta ha bruciato moltissimo, basta vede la reazione di Allegri che era estremamente nervoso. L’Inter c’è ed il Milan può tornare, anche se bisogna vedere cosa succederà in panchina. Le posizioni per la Champions sono sovraffollate è difficile. Al momento non riesco ad immaginare al momento lottare per lo scudetto, non che non abbia i mezzi per farlo, ma perché si sono già persi quei tre punti con l’Inter e a volte mi sembra veramente difficile recuperarli. Non che non ne abbia i mezzi, ma già quella tappa persa sembra difficile da recuperare. Intanto pensiamo alla Champions, ad una lotta che sarà difficile, in cui c’è anche la Lazio”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

37 Commenti

  1. Alcune cose su cui riflettere:
    1) Vedo il Sassuolo e la Roma oggi, forse Di Francesco non è così scarso come si voleva far credere…
    2) In parecchi avranno rivalutato la vittoria della Roma a Bergamo.
    3) Se vuoi dare il rigorino alla Juve non c’è VAR che tenga.
    4) Il Milan ha giocato molto bene fino al goal di Dzeko, la vittoria della Roma è pesante.
    5) Primo Round del girone di ferro a noi. Ora toccano Napoli e Chelsea, sarà durissima.
    6) La fortuna all’Inter non può durare per 9 mesi.

    • Sono perfettamente d’accordo, specialmente sulla 6.
      L’Inter finora ha avuto un c..o pazzesco e come dici giustamente tu non puo durare tutto il campionato, ricordiamoci che la Roma contro di loro in vantaggio ha preso 3 pali e non gli hanno dato un rigore solare.
      Non riesco a capire, tutti gli arbitri consultano il Var come mai in quell’episodio no?

  2. Inizi la giornata e leggi i commenti della Spiniello. Per lo scudetto non possiamo competere .. e sarà difficile per la Champions. Poi guardi la classifica .. e pensi che se a Genova avessimo vinto (ed a questo punto inizio a pensare che sia alla nostra portata), noi saremmo in piena zona Champions (+2 sulla quinta) ed a soli 3 punti dalla prima con cui giochiamo la prossima. Cioè, siamo in corsa. Punto. E siamo in corsa con una squadra che può migliorare ancora tanto ed a cui solo ieri mancavano: Emerson Palmieri, Karsdorp, Strootman (da metà primo tempo), Defrel, Perotti, Schick…ed ho la sensazione di aver dimenticato qualcuno. E sarò ossessivo, ma se mi davano il rigore con l’Inter, io stavo a punteggio pieno. Quindi, perchè sempre questa negatività ??? Inoltre:
    1) Hanno insultato e spernacchiato Sabatini per aver venduto Bertolacci e Romagnoli al Milan. Il primo (sempre rotto, poverino) è tornato al Genoa .. il secondo .. diventerà il migliore difensore in Italia (sono anni che si dice cosi’) .. ma al momento è più affidabile Juan Jesus.
    2) Hanno detto che il Milan era da scudetto … io mi ero permesso di dire che Musacchio non era più un gran difensore .. e ieri si è visto. Passi (forse) il primo .. ma nel secondo goal .. va a raddoppiare un attaccante sulla linea della fallo laterale e che ha le spalle alla porta ???? Se fossi stato io l’allenatore, lo avrei linciato in campo immediatamente …
    3) Ma come, Di Francesco non doveva nemmeno mangiare il panettone … e quello ha già prenotato la Colomba e l’uovo di Pasqua ? Nooo, è un altro Zeman … infatti anche ieri ha cambiato (nuovamente) modulo … alla faccia dell’integralista.
    4) Oddio, senza Sczezsny che scendiamo in campo a fare ???? Alisson è una pippa. Mi ero permesso di dire che, forse, lo staff della Roma lo ha visto allenarsi per un anno e quindi, più di noi, poteva giudicare le sue potenzialità … ed infatti ….
    5) Ieri a Sky ce l’hanno menata con il Milan che per un’ora ha dominato. Poi vedo le occasioni, e noi potevamo passare anche prima con Florenzi … E comunque, perchè non hanno detto la stessa cosa di noi con l’Inter ?? Infine, a noi quanti giocatori mancavano ??? Quanti dei nostri hanno giocato 3 partite in una settimana ?? Ma queste cose non si dicono, se riguardano la Roma ..
    6) Fazio non può giocare in una difesa a quattro. Ma ci gioca, ed anche bene (anche perchè ci aveva già giocato). Prima di emettere sentenze qui a Roma, sarebbe il caso di contare fino ad un miliardo…ma non si fa mai.
    7) Ma quantoè forte Dzeko ?? Sarà una banalità, ma da quando è diventato padre, mi sembra che abbia raggiunto un equilibrio che prima gli mancava. Oppure per un anno, ci hanno mandato un suo gemello sconosciuto … è impressionante la differenza.
    Per finire, oddio quanto ho goduto e godo ancora … FORZA ROMAAAAAAAAAA

  3. Con tutto il rispetto, credo che a Milano non saranno in tanti a vincere. Come non vinceranno in tanti a Bergamo. Eppure, dopo Atalanta-Roma 0 a 1, sentivo dire che la Dea non è più quella di una volta, ha ceduto i migliori, è una squadretta. E ora, ovviamente, anche il Milan che ad agosto aveva vinto il campionato per distacco ora è una compagine che forse si qualificherà all’europa league, se il Torino le lascia spazio.
    La Juve ieri ha preso un punto dove la Roma ne ha presi 3. Ieri la Roma ha preso 3 punti a San Siro subendo praticamente niente.
    La prossima giornata rischia di essere uno spartiacque per l’intero campionato: Juve Lazio, Roma Napoli e Inter Milan. Tutte le prime sei che si scontrano tra di loro. Domenica sera vedremo se ci sarà la prima vera fuga del campionato o se avremo una classifica ricompattata.
    Forza Roma!

  4. – scusate ma il cagliari farà molta difficoltà a salvarsi in serie B, è inguardabile come il benevento…
    – sarri deve preoccuparsi molto seriamente se perotti e pellegrini (guai a chi lo tocca!) giocheranno tra 15 giorni… bruno peres no, meglio florenzi basso contro insigne se non recupera karsdorp
    – centrocampo romanista enormemente superiore a quello partenopeo
    – con Schick pure in attacco siamo superiori al napoli
    – la sosta arriva al momento giusto per recuperare tutti e bene
    – juve-lazio 1, roma-napoli 1, inter-milan X… mai campionato più incerto di quest’anno
    – di francesco è un Signor allenatore, aveva ragione squinzi……. clausola per eusebio, please….
    – ripeto: ddr, nainggolan, strootman, pellegrini, gonalons, florenzi……………….. no?

  5. un grande Pellegrini,in un centrocampo fin li’ anonimo,sgombriamo subito il campo da qualsiasi dubbio,la Roma ha vinto meritatamente anche se come gioco non è stata irresistibile,vorrei inoltre sottolineare che nonostante io sia un estimatore di Spalletti,la sua Roma non sapeva soffrire,la Roma di Eusebio invece ha carattere e mentre con l’Atalanta aveva sofferto ma concedendo,col milan abbiamo soffferto ma non concedendo niente se non qualche mischia su calcio da fermo,credo e spero che quando entreranno dei potenziali titolari,potremo migliorare ulteriormente,mi scuserete se non i lascio andare all’entusiasmo piu’ sfrenato come il mio amico cucs,ma sono molto scaramantico,un saluto a tutti e forza Roma

  6. 1) Furietto Focolari cerca con i se e con i ma di sminuire la vittoria della Roma, con i se e con i ma la Roma avrebe anche qualche scudetto in più.
    2) La Roma DEVE far giocare titolare Pellegrini al posto di Strootman. Pellegrini e Florenzi sono il nostro valore aggiunto quest’anno, oltre a Kolarov che ha macinato km e tigna sulla sinistra.
    3) Dove sono i diversamenti tifosi che avevano già salvato in bozza le critiche per stamattina????
    4)Forza Roma!

  7. Continuo a dire che è ancora troppo presto , era ingeneroso chiedere la testa di Difra alla seconda di campionato , è sbagliato adesso esaltarci per una vittoria importante ma contro un Milan non irresistibile .
    Penso però che si possano dire alcune cose :
    Difra non è un integralista come Zeman , è giovane e preparato ed il tempo ci dirà se è meglio o peggio dello special one toscano che riusciva a complicarsi la vita anche nei momenti di tranquillità per il suo egocentrismo
    Le milanesi non mi sembrano 2 squadre schiacciasassi come si vuole/voleva far pensare , per me la Lazio è più temibile di entrambe
    Il Napoli insieme alla Rube sono le squadre da battere , ma i partenopei sono al massimo e peraltro hanno Milik rotto . Noi siamo in scia a loro ed ancora non abbiamo utilizzato ed inserito 2 giocatori che valgono circa 60 milioni , Schick e Kardsdop , quindi potenzialmente potremmo crescere molto di più di quanto può fare il Napoli , stesso discorso per la Rube, potrebbe migliorare tantissimo ancora deve inserire alcuni giocari molto forti tipo D.Costa .
    Infine mi sembra che questa Roma non giochi molto peggio dello scorso anno ed inoltre è ancora più quadrata,subiti solo 4 goal , di cui 3 nella maledettissima partita contro il culdiSpal e 1 al 90° contro l’Udinese a partita conclusa
    ps chiedo scusa a Zdeko ed Allison che non consideravo 2 campioni mentre mi auguro che nella mia Roma ideale Perez , Jesus , Elsha , Gerson e Perotti non siano mai titolari , possono essere solo alternative .

    • Perotti solo valida alternativa? …mah, ne capisci di calcio insomma.
      P.S.
      “Perez” e “Zdeko” non giocano nella Roma, e questa la dice tutta sulla tua “fede” romanista.

      • @Domenico,forse Emiliano non ha saputo scrivere in nome corretto,ma comunque è in grado di fare un discorso di senso compiuto,si puo’ essere d’accordo o meno ed io sono spesso in disaccordo ma non certo perche scrive male i nomi dei calciatori,se sei in grado fai un analisi tecnica per confutare le sue teorie e non come asserisci tu che non capisce niente di calcio perche non la pensa come te su Perotti,certo sei un fenomeno,scrivi benissimo,ci capisci di calcio,naturalmente sei un tifoso autentico e non come certi tifosi,come li chiamate..ah si!!diversamente tifosi.
        ps scusa Emiliano so che sei in grado di difenderti da solo ma non sopporto l’arroganza e le offese gratuite,un saluto

      • @Fabiano apprezzo il fatto che tu abbia risposto al posto mio ma non ce ne era bisogno tempo sprecato , per @Domenico , Perotti sarà da pallone d’oro per me una punta che fa massimo 4-5 gol all’anno su rigore non può essere considerato uno forte ma io non capisco di calcio mentre lui invece sarà uno dei tanti che rimpiangeva Spalletti e diceva che Difra non avrebbe mangiato il panettone !!!! che i giocatori non sono ideali per fare il 4-3-3 , è un modulo troppo dispendioso ………

    • Per Emiliano: punto 1, riconosco che hai ragione nell’affermare che è ancora troppo presto per definire la Roma. Che sia una buona squadra non ci piove, quanto lo vedremo presto, io comunque sono ottimista per una serie di ragioni che ho già elencato un po’di tempo fa. Punto 2 Di Francesco: ora ci siamo accorti (io anche) che non è un allenatore integralista. Certo, di base adotta il 433, ma ci ha dimostrato che sa anche cambiare in corsa difendendo anche a 6 ( come lui stesso ha affermato ) nei momenti di difficoltà con il Milan. Solamente mi infastidiva che certe persone lo avessero già bollato ( integralista) con sicurezza, così, solo per sentito dire, neanche si fossero visti 30/40 partite del Sassuolo. Punto 3, Dzeko e Allison: una persona intelligente cambia opinione quando i fatti gli danno torto. Sembra una banalità ma non lo è, non tutti lo fanno, ammettere di essersi sbagliati. Punto 4, i giocatori che hai nominato. Su Peres sono d’accordo, è una seconda linea. Su Jesus non ne sono sicuro. A volte mi dico che con quello strapotere fisico che si ritrova potrebbe marcare pure Ibra, poi fa certe dormite che neanche nei dilettanti fanno. È ancora relativamente giovane ( un 90′ credo) ma non più un ragazzino. Sul faraone non sono d’accordo ma ammetto di esserne innamorato fin dai tempi del Milan e quindi sono un po’ di parte. Perotti, beh, che altro deve dimostrare per farti cambiare idea? A me sembra un giocatore determinante. In ultimo Gerson: tecnicamente a mio parere è molto forte. Forse attualmente gli manca un po’ il passo del calcio Europeo ma è ancora un ragazzino (97′). Io aspetterei nel giudicarlo con certezza. La società non lo ha né venduto né prestato, probabilmente Di Fra ha visto in lui un prospetto interessante, o no? Un saluto e forza Roma

  8. eeeeehhhhh OPLA’ e con un bel salto ci si trova tutti sul carro dei vincitori…. oggi Pruzzo dichiara la sua sicurezza sul fatto che la roma vincesse…..

    a me non sembra proprio che dichiarasse questo nei giorni precedenti.

    Melli e Focolari…. QUANTO GODO !!!!!!!

  9. Ma gli espertoni di calcio che si fingono tifosi dove sono oggi? ancora nascosti in tana???? Ma Di Francesco non era quello buono solo per le piccole e che non ha metodi alternativi a partita in corso???? Kolarov non era il laziaro ormai cotto? …la Roma non era quella che senza Totti calciatore avrebbe perso il suo punto di riferimento??? ….Allison non era quello inferiore a “coco” il polacco? …ma Dzeko non era quello che non avrebbe segnato ancora tanti goal??? …ma Florenzi non era quello che avrebbe fatto molta difficoltà a recuperare?? …ma il Milan non era la squadra che avrebbe messo in difficoltà la Roma perchè sarebbe arrivata arrabbiata????
    VIA TUTTI!!!!!! FORZA ROMA!!!!! ANNATE A FARVE NA VITA DEGNA A FRUSTRATI!!!!!!!!

  10. A proposito..ma chi diceva e scriveva che il 4-3-3 non funziona… che con il 4-3-3 il Ninja non avrebbe mai potuto giocare (……)… che il 4-3-3 non lo usa nessuno (……)… che era un modulo troppo complicato????

    Dio del calcio per favore mostra un po’ di pietà per questi incompetenti totali…

  11. La partita l’ha decisa un giocatore di qualità come Dzeko, ma signor Mello, Dzeko non era un ex giocatore? Un lampione? Uno che a Roma non avrebbe mai giocato una partita decente? Uno che avrebbe dovuto fare la riserva anche al vecchio e piombo ex giocatore che per fortuna lo hanno fatto smettere? Caro mello come si cambia opinione senza chiedere scusa e soprattutto dimostrando spesso malafede. Se Dzeko non avesse sbagliato clamorosamente quei 4/5 gol a porta scoperta neanche il primo anno avrebbe giocato male, poiché faceva reparto da solo, facendo un’infinità di assist e soprattutto giocavndo contro tutta la stampa e le radio che lo criticavano a prescindere per tirare la volata a quel campione che non ci ha fatto vincere un secchio per 25 anni.

    • A parte uno scudetto 2 coppa italia e 2 supercoppa, si non ci ha fatto vincere nulla rispetto agli zero titoli degli altri che si sono avvicendati negli ultimi 10 anni. Lascia stare Totti che non c’entra nulla, se ci fosse stato difra lo scorso anno vi avrebbe fatto vedere anche come si gestisce un campione a fine carriera e come non si ci si crea da soli dei nemici interni ed esterni inesistenti per coprire la propria fuga pianificata in un altro club, altro che il pelato. ma comunque visto che oggi stiamo tutti sul carro del vincitore va bene tutto. pure sparare a caso.

  12. Emiliano, perchè non pensi solamente a gioire, invece di voler fare l’allenatore della Roma?
    Così magari, tra qualche mese, ti eviti di dover chiedere scusa, come hai fatto oggi con Zdeko ed Allison,
    a qualche altro giocatore.
    Sempre e solo FORZA ROMA:

    • @nino , ma chi vuole fare l’allenatore a quello ci pensi tu? io dico solo la mia è riconosco quando sbaglio ma senza pregiudizi , tutto qui . Non sono tifoso delle mie idee ma della Roma ,avere delle opinioni diverse dalle tue non significa non essere tifosi della Roma , ognuno tifa la magggica e gioisce o soffre come vuole , di sicuro io lo faccio in modo molto diverso da quanto fai tu ma non per questo ho la presunzione di dire che sono meglio di te . Pensa ed esprimi una tua opinione e confrontati con le persone non sparare 2 frasi a caso mio caro , un saluto

      • Scusami Emiliano ma non credo sia proprio così. Ma sappi che non ho nessun
        interesse e voglia di fare polemica con te. Diciamo che nella mia Roma Dzeko, Allison, Perotti e gli altri da te menzionati
        ci sono se poi meritano di essere titolari o meno lo lascio decidere all’allenatore. Senza rancore

  13. Nei miei punti di stamattina ho dimenticato un paio di cose:
    1) ma che bello è stato vedere la squadra, a fine partita, stringersi in cerchio ed abbracciarsi ?? Che belli erano gli sguardi tra De Rossi e Kolarov, tra Manolas e Dzeko dopo il secondo goal ? Da brividi …
    2) Gerson. E’ vero, ci aspettiamo tanto da lui. Ma ieri, all’88° .. recupera con il fisico una palla a Bonaventura (mi pare) .. la riperde, lotta, spinge si fa spingere. Insomma, il tocco di palla si vede che ce l’ha .. ma forse sta capendo come si gioca a calcio in Europa. Anche così può essere utile, ma se migllora….
    Rispondo in parte ad @Emiliano: oggi è bello che noi tifosi si goda .. ma a me Di Francesco mi sembra un bel martello…solo che lo fa sorridendo.
    Infine, scusatemi, ma sono un romantico: Totti dirigente, Di Francesco allenoatore, De Sanctis team manager .. un pò di italianità e romanità non ci ha fatto male …

  14. Non salgo sul carro del vincitore (ma vincitore poi di cosa visto che siamo alla settima di campionato) e non mi lascio andare alle illusioni. Apprezzo la compattezza,lo spirito di sacrificio e la maturità della squadra capace di saper soffrire e assestare poi cinicamente i colpi vincenti , ma se vogliamo parlare di gioco ( e sono d’accordo con voi che se si vince è una cosa di cui poter fare a meno) e schemi beh vi assicuro che questi latitano. Del gioco degli esterni e del loro movimento nel 4-3-3 non abbiamo neanche l’ombra. L’abnegazione di Florenzi ha fatto da contraltare all’impalpabilità del faraone. Manolas l’ho sempre difeso a denti stretti e considerato insostituibile e molti di voi lo scoprono solo ora.. Chi mi ha sorpreso positivamente è stato Fazio di cui non ho mai cantato le lodi. Ma vi prego non iniziamo a riparlare di scudetto. Non è una critica,anzi..vuol dire che quando inizieremo a dare pure spettacolo forse saremo davvero uno squadrone. E speriamo bene. Forza Roma

      • a) il fatto che il gioco della Roma non sia ancora come lo vuole Difra “dovrebbe” essere un fatto positivo: vuol dire che vi sono tantissimi margini di miglioramento

        b) Elsha era alla terza partita consecutiva e, come ha detto mille volte Difra, il lavoro che chiede agli esterni (abbastanza diverso da quello che chiede Zeman, per esempio) è sfiancante… per questo dovevano esserci tanti ricambi in quel settore

        c) il gioco che fa la Roma non è ANCORA quello che vuole Difra (anche se vanno considerate alcune caratteristiche dei giocatori, ad eccezione di Pellegrini, ad esempio, abbiamo pochi centrocampisti che sanno verticalizzate in modo veloce e a due tocchi) ma alcune (belle) cose si sono viste, anche se ancora a sprazzi…

        d) ma con il gioco di Difra la Roma non doveva prendere 4 gol a partita????

  15. abbiamo incontrato pizza e fichi…calma…vediamo con il Napoli, se passiamo quello di esame (ora come ora hanno anche un grandissimo lato b e la fanfara dalla loro) allora si comincia a credere…
    Ieri la Roma è stata superiore al Milan dal 1° al 90° minuto, hanno fatto un pò de gazzarra ma la Roma non ha mai tremato, una considerazione, El Shaarawy, vedo voti molto bassi, prego rivedere subito dopon il goal di Dzeko una palla rubata al limite della ns area + una punizione presa dopo poco a centrocampo, fon-da-men-ta-li che spezzano letteralmente le gambe al Milan, voto 7 !!!

  16. Buonasera a tutti,
    torno ora dall’areoporto…..che abbiamo fatto ieri? Perso?
    No….ma che mi dite abbiamo vinto 2-0
    Ancora Dzeko, pure Florenzi….
    vabbè il Milan dei debiti è ‘na pippa de squadra, Montella ‘na schiappa….
    abbiamo più giocatori in infermerie che sani….ma la partita di ieri non vale nulla…..giusto???
    Ma le tre Grazie spiniello zucchelli e ferrazza che hanno fatto ieri se sò suicidate davanti al santino de totti….???
    Ammazza che tranvata per sti giornalai….

  17. Allora io sono stato molto scettico e critico della Roma e vedovo di Spalletti che, a me francamente del discorso zeru tituli, non mi interessa affatto perché io considero ogni anno due soli titoli importanti: quello italiano e quello europeo (Champions’ League). Questi titoli vanno appannaggio sempre o quasi di Juventus e Real Madrid, il resto sono robetta. Quindi in un torneo che dura 4 stagioni arrivare secondo con il record di punti della storia della squadra, altro che coppette che contemplano 1 o max 4 partite.
    Detto questo ieri la Roma aveva out: Karsdorp, Shick, Perotti (fondamentale per il gioco della Roma, anzi il suo “Messi” e non dico una bestemmia), Defrel, Emerson Palmieri, Nura, Luca Pellegrini e Hector Moreno. Inoltre Strottmann è stato costretto ad uscire dopo 30 minuti è entrato Lorenzo Pellegrini che aveva avuto la febbre il giorno prima. I cambi rimanenti erano Gerson, Under, Gonalons Jean jesus oltre che il portiere di riserva. In queste condizioni hai vinto 2 0 a Milano contro 80000 persone a vedere quella che doveva essere l’ultima chiamata per l’Europa che conta e contro un Milan che i milanisti hanno definito “il migliore della stagione”. Dopo la sosta ci sarà qualcuno che potrà tornare a disposizione e piano piano si riavranno più cartucce a portata di mano e il gioco potrà essere meglio assimilato. La Roma è una squadra in crescita, ci vorrà ancora del tempo, il Napoli e la Lazio sono quelle, se al Napoli capiterà la metà di ciò che è avvenuto alla Roma in questi ultimi mesi ne risentirà la classifica. Mi fa paura l’Inter che ha fatto quasi bottino pieno ma sarebbe dovuta stare al posto del Sassuolo. Questi punti se li ritroverà quando Spalletti avrà trovato la quadratura del cerchio.

  18. Ultimo appunto sul gioco della Roma.

    La squadra ha tantissimi margini di miglioramento (e questo è un aspetto positivo), ma non condivido il fatto che non si veda niente…

    Un solo esempio per quanto riguarda la partita di ieri: il pressing e l’aggressione “alta” al primo portatore di palla (Bonucci nella maggior parte dei casi) e le ripartenze che si vede che sono studiate e provate in allenamento.

    Cose che negli scorsi anni non abbiamo mai visto purtroppo (e dico purtroppo perché ritengo che Spalletti lo sappia insegnare, ma ha scelto di non farlo per una sua trasformazione “minestrara” dopo l’esperienza russa).

  19. E meno male che l’intergralista Di Francesco non avrebbe potuto mai adattare il suo gioco è il suo 433 alle partite che di volta in volta si giocano… Invece ci sta riuscendo alla grande. e lui stesso si svela tatticamente ogni volta che lo intervieni. A maggio si vedrà ma per ora la Roma ha una forte identità, a volte gioca bene a volte no però la grinta e la compatezzza ci sono sempre… Forza Roma e forza Mister, contro tutti i detrattori prevenuti dell’etere e non…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here