Lazio. Diaconale: “Stadio? Ci aspettiamo un trattamento analogo a quello ricevuto dalla Roma”

6

“Per l’iter, la Lazio adesso chiederà un incontro ufficiale al Comune, nel corso del quale ripresenterà e ribadirà il progetto che era già stato presentato nel 2005 e a quel punto si aspetterà dal Comune la reciprocità, cioè un trattamento analogo a quello ricevuto dalla Roma. Quindi, il fatto che la Roma possa avviare le procedure per la formazione del suo stadio dovrebbe favorire anche la formazione dello stadio della Lazio”. Queste le parole del responsabile della comunicazione della Lazio Arturo Diaconale rilasciate ai microfoni di Lazionews.eu in merito al progetto dello “Stadio delle Aquile”, bocciato nel 2005 e tornato in voga dopo l’ok ricevuto dalla Roma.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

6 Commenti

  1. ve l’hanno bocciato perchè stadio delle aquile non se capiva, lo dovete chiamare stadio de li Pecuri…e intitolate i vari settori dello stadio a tutti capitani carcerati dagli anni 80 a oggi, cosi ve lo fanno fare immediatamente….a sfollati sfigati!!!!!

  2. Questi dal 2005 non hanno fatto più niente, adesso per il semplice fatto che Pallotta dal 2012 non ha smesso mai di lavorare per raggiungere l’obbiettivo secondo loro gli spetta di diritto fare lo stadio sarebbe vergognoso, come in tutte le altre volte che hanno ottenuto benefici (revoca della retrocessione in serie C commutata in penalizzazione a – 9, rateizzazione a vita natural durante del debito con l’agenzia delle entrate, calcio scommesse con Mauri e i suoi amici zingari neanche mezzo punto di penalizzazione ecc)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here