LA VOCE DEI TIFOSI – In vista del big match contro il Napoli, che aprirà la 27^ giornata del campionato di Serie A, Romanews.eu contatta il presidente del Roma Club di Trapani Benedetto Campo, che racconta le aspettative del club, affiliato all’AIRC (Associazione italiana Roma club), per le prossime sfide che attendono la Roma. Campo racconta poi come è nato il club, dando così prova del fatto che la passione giallorossa non conosce confini e arriva anche sulle isole.

Presidente cosa si aspetta da Roma-Napoli?
“Mi aspetto due squadre affamate e arrabbiate, noi forse più di loro, perché siamo in corsa su tre fronti e veniamo da una cocente sconfitta. Siamo nel bel mezzo dei dieci giorni decisivi per le sorti della stagione giallorossa e non dobbiamo distrarci. La partita di domani sarà una ottima occasione per staccare il Napoli in classifica e, perché no, per puntare al primo posto. Sarà utile anche per non perdere la fiducia, che di gara in gara questa squadra ha saputo costruire”.

Sarete presenti domani all’Olimpico?
“Assolutamente sì, assisteremo alla partita con una nostra delegazione. Ci riconoscerete facilmente guardando verso la tribuna Tevere e cercando il nostro striscione giallorosso con la scritta ‘Trapani’”.

Siete a conoscenza della problematica legata alle barriere? Come Roma club cosa ne pensate?
“Sì e crediamo, purtroppo, che probabilmente si dovrà attendere il prossimo anno per vederne la completa rimozione. E’ una cosa che ci tocca indirettamente, in quanto, come detto, seguiamo le partite dalla Tevere, ma ovviamente non possiamo fare a meno di notare la grande mancanza di tifo, come lo intendiamo noi giallorossi. E questo si nota anche dalla televisione. Insomma, senza il cuore pulsante della Sud non è la stessa cosa!”.

Parliamo del prossimo impegno europeo a Lione…
“Sarà dura perché abbiamo pescato il seconda sorteggio più complicato che ci poteva capitare. Dobbiamo andare a Lione sicuri di noi stessi, pensando ai bei ricordi dell’ultima trasferta romanista da quelle parti; tra l’altro voglio sottolineare che ‘al timone”’della squadra c’era sempre Spalletti, chissà che non porti bene… L’importante comunque è limitare i danni per giocarsela al ritorno, provando a non compromettere il match dell’Olimpico”.

Ci racconta qualcosa del vostro club?
“Il nostro Roma club è nato nel 2011 su Facebook. Dopo un anno ‘di orientamento’, durante il quale abbiamo riunito tutti i romanisti sparsi nella provincia, siamo nati ufficialmente nel 2012. Siamo un gruppo di circa cinquanta tifosi, situati perlopiù nella provincia, ma anche nel resto della penisola. Ci riuniamo di frequente, soprattutto in prossimità delle festività o delle ferie, per vedere insieme le partite e organizziamo numerose trasferte, a Roma e non solo. Dopo quasi cinque anni posso dirmi soddisfatto dei risultati raggiunti; abbiamo consegnato ben due targhe commemorative a Totti, a cui abbiamo scelto di dedicare il nostro club: una era per i vent’anni di carriere e l’altra per riconoscerlo come socio onorario del club. Per maggiori dettagli rimando tutti alla nostra pagina facebook“.

Andrea Bruni

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO