Italia. Chiellini: “Forse lascio la Nazionale”, Barzagli: “Si chiude un ciclo”

0
CHIELLINI ITALIA LUSSEMBURGO A PERUGIA ULTIMA AMICHEVOLE DELL'ITALIA PRIMA DEL MONDIALE IN BRASILE (foto Tedeschi)

ITALIA INTERVISTE POST PARTITA – Le dichiarazioni dei giocatori dell’Italia dopo il match contro la Svezia.

BERNARDESCHI A RAI SPORT – “E’ difficile e dispiace tanto, non andare al Mondiale è tragico. Voglio fare un appello ai senatori, che non meritavano questo. Oggi lascia un pezzo di storia italiana, lasciano giocatori, campioni importanti, che hanno fatto la storia della Nazionale. Li voglio ringraziare per quello che ci hanno trasmesso, noi giovani dovremo prendere da esempio e portare il più possibile emozioni e vittorie a questa Nazionale. Si riparte con la testa alta, fieri di essere italiani e portare in alto questi colori”.

CHIELLINI A RAI SPORT – “Non mi attacco alla fortuna. Vanno fatti i complimenti a loro, abbiamo dato tutto, evidentemente non è bastato. Si deve ripartire dall’ambiente e dall’amore dimostrato oggi da Milano. Eravamo orgogliosi di cosa c’era intorno a noi e dispiaciuti per il risultato. Abbiamo tanti ragazzi che avranno bisogno di questo calore e appoggio. Dopo una caduta del genere ci sarà tanto da lavorare, sono quasi tre anni che chiediamo che questo amore non lasci la Nazionale. Non so se continuerò con la Nazionale. Ricomincerà da Verratti e da altri ragazzi degli anni 90. Sarà importante arrivare all’Europeo bene, si potrà riaprire un ciclo e sarà visto come un punto zero per rinascere. Dobbiamo farci un esame di coscienza perché il calcio è di tutti e c’è bisogno che torni ai livelli che questa gente merita”.

BARZAGLI A RAI SPORT – “La delusione più grande della mia vita. La Nazionale ti dà sensazioni uniche, all’inno hai i brividi. Crea amicizie tra i tifosi italiani, crea unione. E’ un peccato finire così. Siamo fuori dal Mondiale, è una delusione unica. Lasciare questi ragazzi è tosta, è difficile. Buffon? Con lui e De Rossi abbiamo fatto il mondiale del 2006. Ultimamente con i ragazzi che ci sono qua, è un dispiacere enorme. Spero che prendano in mano la situazione e facciano meglio. Si chiude un ciclo di 4,5 veterani e si apre con giovani dietro che hanno voglia ed è giusto così”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here