Gol a grappoli, lunch match inedito: 20 cose su Roma-Lazio

0

ROMA-LAZIO – Giornata 34 del campionato di Serie A, la Roma affronta la Lazio per la quarta stracittadina stagionale. All’andata i giallorossi si imposero 2-0 con le reti di Strootman e Nainggolan, domenica la squadra di Spalletti giocherà per blindare ulteriormente il secondo posto. Romanews.eu vi racconta tutte quello che c’è da sapere sul match, tramite tutte le lettere dell’alfabeto, dalla A alla… Z.

A come Antivigilia pirotecnica. Ad accendere la stracittadina a 48 ore dal fischio d’inizio ci ha pensato Francesco Totti, capitano della Roma intervenuto al programma Edicola Fiore. Niente scaramanzia: “Vinciamo 2-0”, ha pronosticato il numero 10.

B come Biglia-De Rossi. A centrocampo sfida tra capitani e leader, entrambi alle prese con la grana contrattuale. Contratto in scadenza a fine stagione per De Rossi, nel 2018 la fine dell’accordo di Biglia. Per entrambi sono buone le possibilità di rinnovo.

C come Costanza. Dopo l’eliminazione per mano della Lazio dalla Coppa Italia, Spalletti si augura di riprendere il cammino ottimo dei giallorossi nei derby recenti. Nelle ultime 4 stracittadine di Serie A solo successi per la Roma.

D come Duemila agenti. Sarà un derby blindatissimo quella in scena domenica alle 12.30 allo Stadio Olimpico. Da sabato sera l’area-stadio sarà bonificata.Tolleranza zero per qualsiasi genere di corteo vietato che potrebbe creare problemi non solo di ordine pubblico ma anche di circolazione.

E come Emerson a sinistra. Dopo averlo recuperato nella scorsa giornata contro il Pescara, Spalletti sembra orientato a riproporre la difesa ‘tipo’ del momento. Rudiger a destra, Manolas e Fazio coppia centrale, con Emerson Palmieri sulla sinistra.

F come Fattore Olimpico. Un pareggio contro l’Atalanta e una sconfitta contro il Napoli: questi le uniche due gare in cui quest’anno la Roma in campionato non ha trovato il successo. Spalletti si affida al fattore Olimpico per la riscossa contro i biancocelesti.

G come Gol a grappoli. Con 74 reti all’attivo in stagione la Roma vanta il secondo miglior attacco del campionato, alle spalle solo del Napoli (77). Nelle stracittadine la Roma ha mancato l’appuntamento con il gol soltanto in una delle ultime 19, lo 0-0 del febbraio 2014.

I come In difficoltà. Fase calante per il reparto difensivo della Lazio, perforato 7 volte nelle ultime tre giornate di Serie A, lo stesso numero di reti incassate nelle precedenti nove sfide.

L come Lunch match inedito. Dopo il ritorno all’antico, con i due derby di Coppa disputati in notturna, Roma-Lazio tornerà a giocarsi sotto il sole della Capitale. Fischio d’inizio alle 12.30, orario inedito per una stracittadina romana.

M come Monchi. Prima stracittadina romana per Monchi, neo ds della Roma annunciato soltanto pochi giorni fa. Il dirigente si è già mosso per Kessie, incontrando l’Atalanta a Milano.

N come Ninja da derby. In caso di presenza in campo, per Nainggolan gettone numero 16 in carriera contro i biancocelesti. La Lazio diverrà la squadra momentaneamente più affrontate dal belga, che vanta uno score di 5 vittorie, 1 pari ed una sconfitta, quella del derby d’andata della semifinale di Coppa Italia (2-0).

O come Orsato. Per dirigere la sfida dell’Olimpico è stato designato l’arbitro Orsato della sezione di Schio. Sarà il suo quarto derby, infausto quello del 26 maggio 2013. Le altre due stracittadine arbitrate dal fischietto di Schio si sono concluse in parità (lo 0-0 in casa della Lazio del febbraio 2014 e il 2-2 in casa della Roma nel gennaio 2015).

P come Polemiche a Pescara. Definitivamente alle spalle il caso-Dzeko, scontento dopo il cambio di Pescara. Il bosniaco vuole la classifica cannonieri e non aveva digerito la sostituzione, ma Spalletti aveva spiegato: “Ho solo lui e devo preservarlo”.

Q come Questione di tackle. Roma-Lazio sarà anche la sfida dei tackle. La squadra di Inzaghi conduce la speciale classifica con 503 interventi, mentre la Roma risulta in vetta per quanto riguarda la percentuale di successo, che si attesta al 77%.

R come Rivincita tattica. Dal punto di vista del risultato la Coppa Italia ha tolto certezze ai giallorossi, consegnando la finale alla Lazio, ma anche guardando alla tattica Spalletti cerca rivalsa. Nei due match di Tim Cup il toscano è stato imbrigliato dal collega più giovane con un 3-5-2, che la Lazio sembra intenzionata a riproporre.

S come Sarri a Milano. La Roma per blindare il secondo posto, la Lazio per assicurarsi l’Europa League. I giallorossi non vogliono far riavvicinare il Napoli, ora a -4 e impegnato in trasferta contro l’Inter a San Siro.

T come Totti X Roma. La Nike In occasione della stracittadina,  ha voluto omaggiare il capitano giallorosso, al 25esimo anno con la maglia della Roma, con una speciale serie di scarpini in edizione limitata. Scarpe totalmente dorate e iconico ‘baffo’ nero per il numero 10.

U come Ultimo Derby? Ad oggi, resta ancora in bilico il futuro di mister Spalletti: il contratto del tecnico toscano è in scadenza a fine stagione e sono già tanti i nomi accostati ai giallorossi in caso di addio. Da Emery a Gasperini, passando per Di Francesco e Marcelino.

V come Veloce e letale. Stagione da incorniciare per Momo Salah, spesso e volentieri artefice delle azioni da gol della Roma. Per lui è questa la miglior annata a livello realizzativo, con 17 gol all’attivo. 

Z come Zona mancina. Per la stracittadina di domenica Spalletti sembra intenzionato a riproporre il 4-2-3-1. Uno dei pochi ballottaggi aperti è quello per la fascia sinistra: El Shaarawy e Perotti si giocano una maglia da titolare.

Gian Marco Torre

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here