SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Giuseppe Giannini a Centro Suono Sport: “Sono soddisfatto della Roma di ieri sera, aprire con una sconfitta sarebbe stato brutto. E’ arrivato un pareggio contro una squadra molto forte, quindi giudizio positivo. I giallorossi devono ancora amalgamarsi, Di Francesco è stato bravo, ad un certo punto della partita, a rivedere l’atteggiamento tattico. Questo risultato può essere un punto di partenza in vista delle prossime sfide, dà autostima e morale. Alisson? Con tutto il rispetto di Szczesny, il brasiliano mi piace molto ed è migliorato da diversi punti di vista. Dichiarazioni di Dzeko? Credo che si chiarirà con Di Francesco, all’interno dello spogliatoio. E’ stato ingenuo. 3-5-2? Lo avrei schierato addirittura prima, non so se questo modulo possa essere quello iniziale, magari in futuro. A me piace come sistema di gioco. Strootman? Può fare molto meglio, ma ieri davanti c’era l’Atletico, squadra molto forte”.

Federico Vespa a Centro Suono Sport: “Di positivo nella serata di ieri c’è solo il risultato. Trovo molto preoccupante il fatto che la tenuta della Roma a metà settembre sia di 70 minuti”.

Avv. Luigi Esposito a Centro Suono Sport: “Alisson ieri è stato il migliore, ma non basta una partita per dimostrare di essere un grande portiere: servono conferme nelle prossime gare. Una rondine non fa primavera, per me resta ancora una scommessa. Nel secondo tempo ho visto la Roma che non volevo più vedere, mi vengono in mente i tempi di Garcia. Tuttavia, non è il caso di tirare fuori alibi che riguardano la condizione fisica: Di Francesco doveva essere in grado di preparare al meglio la squadra”.

Michele Giammarioli a Centro Suono Sport: “In relazione a quello che è la Roma attualmente, possiamo ritenerci abbastanza soddisfatti dalla partita di ieri. Ci sono state luci e ombre: mi è piaciuta la prestazione di Alisson e la duttilità di Di Francesco; non mi è piaciuta la tenuta della Roma, che continua a giocare per un’ora; il ritardo di preparazione di alcuni singoli; la mancanza di prolificità e il fatto che si tarda a vedere il gioco di Di Francesco”.

Giancarlo Dotto a Tele Radio Stereo: “Sono delusissimo. Non ho trovato nessun elemento di consolazione. Non mi è piaciuto nulla della partita di ieri, anzi penso sia stata una prestazione umiliante. Dopo aver visto come abbiamo giocato queste tre partite, posso dire che la Roma è desolante e non ha un’identità di gioco. L’Atletico ci ha messo sotto per tutta la partita, pur non essendo tecnicamente superiore ai giallorossi. Non è normale che Alisson ieri abbia dovuto fare tutte quelle parate, perché al di fuori della superba prestazione del brasiliano, la squadra è risultata troppo passiva. Di Francesco va esonerato. Non ha nessuna qualità da leader. Sarri è un allenatore di personalità e sa farsi ascoltare, ha la voce, il volto e perfino una storia dietro e queste sono caratteristiche che al nostro allenatore mancano del tutto. Giocatori come Strootman e Nainggolan sono stati sminuiti e degradati ieri sera. Di Francesco non è un allenatore da Roma, ma spero di sbagliarmi”.

Angelo Di Livio a Tele Radio Stereo: “Di Francesco ha dimostrato di saper cambiare tattica. Ieri in un momento di difficoltà ha scelto di mettere la difesa a tre, dimostrando in questo modo di avere carattere e di sapersi adattare alle circostanze”

Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo: “Di Francesco ha già sfatato una serie di luoghi comuni, come quello sull’integralismo. La Roma ieri fa almeno 3 moduli diversi: 4-3-3, 4-1-4-1 e 5-3-2. Ieri Di Francesco ha dimostrato di saper leggere le partite in corsa e ha fatto una mossa intelligente, perché Simeone l’aveva preparata bene la partita. Io sono stupito di una piazza che ha aspettato per tre anni Iturbe, mentre ora Di Francesco è considerato già bollito”.

Furio Focolari a Radio Radio Pomeriggio“Le squadre spagnole ci fanno male. Per la verità la Roma è riuscita a tirar fuori un pareggio, quindi è abbastanza buono. Ma a parte quello non si è visto altro, a un certo punto la partita è stata imbarazzante. Alisson straordinario, in pochi ci credevano. Ieri sera il brasiliano ci ha smentito, però attaccarsi al portiere è dura. Ieri sera poteva finire in goleada. L’Atletico ha avuto 9 occasioni nitide. Di Francesco è stato bravo: ha capito che stava per naufragare e ha messo la difesa a 3. Le dichiarazioni di Dzeko sono pesanti, ha perso la bussola sotto tutti i punti di vista”.

Luigi Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio“Lo 0-0 è un risultato buono, ma la partita ha confermato il divario tra Roma e Atletico. Dzeko, Nainggolan e Strootman ancora non rendono bene. Problema di condizione o di modulo? Credo sia un problema tattico. Non si può giudicare la Roma soltanto dalla partita di ieri, però attualmente è una squadra ibrida, che non si capisce come vuole giocare. L’Atletico meritava di vincere, anche se c’è quell’ombra sul rigore non dato alla Roma”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Pomeriggio“Mi sembra che la Roma non abbia ancora capito appieno quello che vuole il tecnico. Ho la sensazione che con l’ingresso di Schick possa uscire Dzeko dall’11 titolare”.

Franco Melli a Radio Radio Pomeriggio“Dzeko ieri è stato imbarazzante, insieme a Strootman è stato il peggiore. Difficile giudicare la Roma. Ha incontrato una squadra fortissima, oserei dire che è diversamente spettacolare. Dzeko ha avuto una palla gol che avrei segnato anche io. Strootman è inguardabile, a questo punto è ora che giochi Pellegrini. La difesa è da rifare. La squadra non è granché. Di Francesco è un signor allenatore, non se Spalletti ieri avrebbe pareggiato. Il problema è che la Roma non ha un grande organico e a certi livelli è destinata a soccombere. Nelle parole di Dzeko leggo una critica maggiore alla società per avergli tolto Salah”.

Ivan Zazzaroni a Radio Radio Pomeriggio“La Roma non ha avuto la possibilità di fare test facili, ha giocato sempre partite impegnative, anche nelle amichevoli. Non hanno acquisito autostima. L’Atletico Madrid è una squadra che nella scorsa Champions ha preso 4 gol nelle prime 10 partite di Champions. Segnano poco, ma ti fanno segnare ancora meno. Io credo molto in questa Roma, penso che possa diventare presto una squadra da primi 4 posti, forse anche da secondo o primo. Calma, siamo alla terza partita”.

Stefano Agresti a Radio Radio Pomeriggio“Le parole di Dzeko sono un attacco alla situazione attuale della Roma. Può essere visto come un attacco alla società che ha venduto Salah, o all’allenatore che gli ha allontanato Nainggolan. Non dico che Dzeko abbia ragione o torto, ma quello che dice è un dato di fatto”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Con Spalletti ieri la Roma avrebbe perso. Pallotta dice che si poteva fare meglio? Con questa squadra non credo. Di Francesco si è mostrato intelligente e ha raccolto il massimo contro uno dei primi 5 club al mondo. Davanti manca il Marhez di turno, dietro si salva solo Manolas, oltre ovviamente al portiere. Se la vediamo in ottica “dignità europea” la Roma ha fatto un passo avanti, in ottica passaggio del turno non è un risultato positivo. Dzeko? Non ricordo sue prestazioni memorabili in Champions nemmeno con Garcia e Spalletti”.

Federico Nisii a Tele Radio Stereo: “E’ un punto positivo, ma nel mentre per molti c’è da tirare un sospiro di sollievo io dico che ieri si è capito che la Roma difficilmente potrà arrivare seconda in questo gruppo. In un inizio così difficoltoso sarebbe ingiusto pretendere la qualificazione in un girone così. Ecco il paradosso: sollievo per il pericolo scampato, una certa soddisfazione per il primo tempo ma se qualcuno si era illuso si è capito quanto sia proibitivo arrivare secondi. Dzeko? Devo ancora decidere se è stato peggio in campo o nel post-partita”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Che soddisfazioni dà questa partita? Sono molto deluso ma non per la partita, sono deluso dalla dimensione europea della Roma, mi sembra ferma e impantanata. Cosa vuoi dire all’Atletico Madrid, che dava l’impressione di farti male in ogni momento? Bisogna ringraziare Alisson, oltre a Saul che ha sbagliato quel gol alla fine. Da Roma-Barcellona 1-1 a ieri, qual è stato il passo in avanti? Non vedo crescita dalla prima Champions fatta sotto questa gestione, da parte di club e giocatori. In passato una Roma più ‘povera’ si è tolta delle soddisfazioni, ora vedo una rassegnazione”.

Riccardo “Galopeira” Angelini a Tele Radio Stereo:La Roma non ha rubato niente a nessuno. Complimenti a Di Francesco che passa sempre per integralista del 4-3-3 e ieri ha saputo cambiare modulo a partita in corso. Molto bene Manolas che ieri è tornato ad essere un difensore ad alti livelli. C’è ancora tanto da lavorare. Qualche giocatore deve impegnarsi di più e migliorare anche se ci sta provando. Ad esser sincero, Bruno Peres non ha fatto danni: ha creato buone azioni ma sbaglia sempre nella scelta finale. Ormai non serve più neanche dirlo: su Perotti c’era un rigore clamoroso e, ovviamente, non è stato fischiato“.

Gabriele Ziantoni a Tele Radio Stereo: “Della partita mi prendo il buon risultato e la grande partita di Alisson che è stato sempre reattivo e sicuro anche di giocare la palla con i piedi. L’Atletico è una squadra pazzesca ed ha pochi punti deboli. Secondo me c’erano due rigori per la Roma: il primo per un fallo di mano in area madrilena ed il secondo per un fallo di Godin su Perotti. Vedendo gli interpreti non bisognerebbe giocare con il 4-3-3 ma forse con il 4-2-3-1 o con il 4-3-2-1. De Rossi è stato insufficiente perché ha sbagliato molto. Anche Strootman non ha giocato una buona partita“.

Furio Focolari a Radio Radio: “Di buono buono c’è solo il risultato, di buono poi c’è Alisson. Poi di positivo vedo poco. Se ci attacchiamo al rigore – che c’era – torniamo anni indietro. Dzeko che dice che con il 4-3-3 non si va da nessuna parte, Nainggolan che dice non siamo robot, è una critica evidente al modulo dell’operatore. Questa squadra non può giocare con il 4-3-3. I 23 milioni di Defrel qualcuno me li dovrà spiegare”.

Roberto Renga a Radio Radio: “Nel secondo tempo la Roma è crollata. E’ stato molto bravo Di Francesco, con la difesa a 3 ha allargato il gioco sulle fasce. Se fosse vero che la Roma non sta in piedi, perché nell’ultimo quarto d’ora correva più dell’Atletico?”.

Franco Melli a Radio Radio: “Per Roma e Juventus è stata una serataccia, meno male che i giallorossi si sono un po’ salvati grazie al portiere. Di buono c’è il risultato. Di non buono in particolare Dzeko, tornato quello del primo anno. Strootman non è lui, bisogna riflettere e non so se si può continuare con questo giocatore e tenere fuori Pellegrini”.

Claudio Moroni a Centro Suono Sport“I senatori devono fare come Dzeko e consigliare meglio il tecnico, perché così sta dilaniando la Roma. Anche i cambi ieri sera non mi hanno convinto. La Roma va bene nel primo tempo, ma poi c’è un crollo verticale nella ripresa e questo non va bene. ieri ho apprezzato il cambio di modulo, il portiere e la tigna. Su questo bisogna costruire”.

Mario Mattioli a Radio Radio: “Manolas è tornato ai suoi livelli, ieri ha fatto un partitone. E’ stato tra i migliori in campo insieme a Alisson, che per fortuna si è auto scoperto dicendo o gioco o me ne vado”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “L’Atletico è una squadra forte che ha delle certezze. La Roma non è crollata, ha tenuto. Se andiamo a valutare i singoli però c’è da discutere. Nainggolan in quella posizione diventa un meno. L’anno scorso  è stato un più, così diventa un meno. Dzeko? Farebbe bene a stare zitto dopo una prestazione come quella di ieri, non l’ho mai visto così fuori dal gioco per 90 minuti. E’ il massimo che potevi prendere, la dimensione europea della Roma se è questa è veramente poco rispetto a quello che ci vuole per avere ambizioni”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Per la Roma è un punto guadagnato. Ha trovato un grande portiere ed ha tirato fuori un buon punto. Per andare avanti però serve fare qualcosa in più. Quando il portiere è il migliore in campo tutti i commenti sono superflui, se la Roma perde 2-0 nessuno può dire niente. Le dichiarazioni di Dzeko hanno poco rispetto verso l’allenatore”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: “La Roma ha un grande portiere, a giudicare da quello che ha fatto ieri sera. Per me Dzeko c’entra poco con il modo di giocare di Di Francesco”. 

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “La Roma deve presentare ancora due calciatori: 40 milioni Schick e 14 Karsdorp che non hanno ancora visto il campo. La difesa? Nel primo tempo ha retto, non è un discorso di 3 o 4. Se l’Atletico prende campo significa che non funzionano in quel momento i meccanismi difensivi, il centrocampo non fa filtro. Non ho visto colpe specifiche, ho visto recuperi molto importanti di Manolas. Il cambio modulo? Ti riporta alla semplicità del calcio per ottenere quello che vuoi. Di Francesco dimostra di essere un allenatore intelligente”.

Dario Bersani a Tele Radio Stereo: “La Roma si è salvata più di una volta. Loro all’ultimo avevano tutte mezze punte in campo, non davano nessun riferimento. C’è una difesa da valutare prima dell’ingresso di Fazio e una dopo. Griezmann non l’ha mai toccata, Vietto tra i peggiori in campo dell’Atletico. Di Francesco ieri non si è arreso facendo quella mossa, ma era un momento di necessità. Serviva quello e quello è stato fatto”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

66 Commenti

  1. Oggi ognuno farà le sue considerazioni com’è giusto che sia. Però:
    1) ma allora la Roma ci aveva visto giusto a comprare Alisson a poco (ricordo che il suo vice in nazionale, è stato acquistato dal City per circa 30 milioni) ??? Ma allora Alisson è un portiere ? Ma allora la Roma ha fatto bene a non spendere i soldi per Sczeszny sentendosi coperta dal brasiliano ???
    2) Faccio pubblicamente ammenda su Perotti. Pensavo più a Elsha nel modulo di Di Francesco … ieri mi ha fatto impazzire. Se avesse segnato dopo quella serpentina nel secondo tempo, credo che avrei scavalcato e mi sarei lanciato in campo per baciarlo …
    3) ma allora Di Francesco non è un integralista ? Ci siamo messi a 5 quando ha capito che ci scappavano da tutte le parti. Io ve l’avevo detto (avevo seguito un pò il Sassuolo lo scorso anno) .. ma nun me davate retta…ahahaha
    4) Ieri ho avuto un’illuminazione: la Roma è Strootman. Potenzialmente siamo forti, ma sembra che ci muoviamo con il freno a mano tirato … tipo “vorrei ma non posso”.
    5) In tutte le considerazioni, ricordiamoci che davanti avevamo l’Atletico Madrid (2 finali Champions e due semifinali Champions negli ultimi anni) …
    6) La fase offensiva non è giudicabile … la manovra è lenta perchè si vede che ancora pensano a quello che devono fare … prima di farlo e quindi perdono spesso un tempo nella giocata.
    7) A forza di pensare, ad un certo punto vanno in tilt …
    8) COMUNQUE, almeno un rigore per noi c’era. Non mi sono mai attaccato agli arbitri .. magari poi ce ne segnavano dieci .. ma tu intanto dammi quel rigore e poi ne parliamo.
    9) Dzeko, ti voglio bene ed avrai ragione a lamentarti .. ma con quella palla che hai avuto, almeno devi prendere lo specchio porca puzzoletta !!!!
    10) Bene Bruno Peres (rispetto alle ultime uscite) .. ma se già lì piazzo Karsdorp … se cambio qualcosa e metto Schick vicino a Dzeko … che vi devo dire .. secondo me schifo schifo non facciamo.
    11) Strootman ha bisogno di rifiatare, urgentemente. La grinta c’è .. ma è lento. Ora ve lo posso dire .. io lo avrei venduto quando ho sentito che poteva essere libero Renato Sanchez (il portoghese) dal Bayern .. ma tant’è … Dai Kevin, calma e rifiata.
    Infine .. come al solito … FORZA ROMA !!!!

    • Fabrizio, tutto ok, dissento solo sul punto 9. Dzeko ha avuto solo quella occasione, impensabile che si pretendi da Dzeko percentuali del 100%…non ci riesce nemmeno Ronaldo. Ha bisogno che qualcuno giri intorno a lui che sia Shick che ritorni Radja a fare l’incursore e creare spazi, oppure altra soluzione è questione che demandiamo al mister, ma Dzeko solo la in mezzo diventa facile preda dei centrali, per il resto si spera che con il lavoro anche i nuovi schemi vengono metabolizzati, anche se come dici tu io vedo grandi potenzialità ma giocatori che adesso stanno in campo con freni più mentali che fisici, ecco Di Francesco dovrebbe un pò mollare certe rigidità, quando hai giocatori di qualità non sempre conviene ingabbiarli in rigide posizioni ma lasciarli liberi di esprimere il loro talento, spesso la giocata individuale ti fa vincere la partita.

      • Ciao ANto .. ma si, su Dzeko ho “forzato” un pò la mano. L’erore ci sta … e che uno che sta a Roma da tre anni (quasi) lo sa che con quelle dichiarazioni, apre voragini … ma ci stà. Quanto ai giudizi tattici, l’Atletico fa giocare male anche il Barcellona ed il Real Madrid .. figurarsi noi …

        • Ciao Fabrizio, si è vero Dzeko apre un caso, però se stava zitto forse era pure peggio. ha detto tutto in modo molto educato, come il suo stile, non prenderlo in considerazione lo considererei uno sbaglio
          Che ci siano margini di miglioramento ne sono certo, ma se questi miglioramenti non arrivassero o fossero minimi, forse sarebbe meglio passare al 4 2 3 1 che è più aderente alle caratteristiche dei giocatori, in fondo Sarri ha fatto lo stesso, 2 anni ad Empoli con il 433 perfetti, due mesi con il Napoli e stentava, è passato al 4231 ….ed ha iniziato a volare, essere elastici è sempre il miglior pregio.

    • Io allora faccio l’avvocato del diavolo. 1) Alison. Aveva beccato il primo gol salvato sulla linea poi le altre sono state 2 parate ordinarie (i due tiri da fuori) e le altre un paio di parate buone miste a errore attaccante e l’ultima ha sbagliato perché ha parato rinviando sul piede dell’attaccante che fortuna ha preso il palo. Se contro l’inter se semo lamentati dei 3 pali con 3 tiri da fuori, l’atletico ieri recrminerà per settimane. Dovevano vince 3-4 a 0.
      2) Perotti che ha fatto? Ha crossato due palloni in area e basta. La serpentina è una cosa fine a se stessa e nel gioco di difrancesco, dopo un tempo era morto.
      3) di Francesco non è un integralista ma è proprio scarso come allenatore. Dopo 5 minuti di partita la squadra era già lunga e Grizman aveva battuto a rete da dentro l’area 2 volte. C’ha avuto culo. Poi se il massimo dello sforzo della Roma ha prodotto sostanzialmente un tiro da fuori di Nainggolan su schema da punizione direi che stiamo messi malissimo e il fatto che abbiamo fatto 0 a 0 di dovrebbe far capire che la rosa è ottima ma l’allenatore la sta usando nel modo peggiore. C’ha messo appena 25 minuti a cambiare assetto, un’eternità nel calcio. Poi il gioco in che consiste? Difende con una specie di 4-1-4-1 per far ripartire veloci le ali ma il resto della squadra rimane dietro. E quando segni? 2 reti in 3 partite!
      4) il problema non è strootman ma il fatto che non hai centrocampisti per il 433. De Rossi è lento e non sa impstare non si sa smarcare, non trova mai il compagno libero a meno che non sia il difensore di lato. Nainggolan e strootman stanno a fare i mediani come negli ’80 e nessuno imposta la manovra. Lancio lungo alle ali sperando che saltino un uomo e poi vediamo.
      5) ricordiamoci che l’atletico Madrid ha fatto 5 punti in campionato e C’ha avuto il mercato bloccato. E doveva vince 4 a 0 ma noi ieri sera eravamo protetti dal culo. Una volta tanto dirai ma non sempre sarà così.
      6)la fase offensiva è lenta perché non esiste e ripeto, consiste solo nel lanciare Perotti e sperare che faccia qualcosa. I centrocampisti non sono idonei per questo 433 e dzeko neanche lo è. Non puoi metterti a fare pressing da solo. Grizman lo faceva perché intorno c’erano altri 8 giocatori eell’atletico nella nostra metà campo e sai che metti pressione quello sbaglia e dietro di te un tuo compagno la prende. A dzeko avrebbero fatto solo il torello.
      7) a forza di correre a vuoto dopo 60 minuti sono morti. Un culo incredibile per produrre 1 tiro in porta. Ancora una partita e i giocatori lo mandano affanculo.
      8) il rigore c’era
      9) dzeko ha ricevuto 2 palle in 3 partite e ne ha messa una dentro contro l’inter. Gli stai a chiede un po’ troppo
      10) se cambi di Francesco fai prima.
      11) mah forse ma la differenza l’hai vista già con la difesa a tre. Non è il numero di attaccanti che ti crea le occasioni sa rete ma come metti la squadra in campo e difrancesco non ci sta capendo una mazza

      • ragazzi, ma qualcuno ne capisce di calico?
        85 punti e NUSSUNO che nomina pategana Defrel?
        Ma ci rendiamo conto che in quell ruolo avevamo uno che gli davi palla e te la faceva ritrovare in area piccola dopo 2 secondi e generava 5-7 palle gol a partita da solo?
        Adesso abbiamo uno che, per essere generosi, e’ fuori ruolo (anche se mi vengono I brividi a pensarlo centravanti).
        Mi ricorda quei terzini a che a 5 minuti dalla fine, quando devi difendere l’1-0 e hai finito I cambi, metti a fare l’ala per difendere.
        Basta. Giuro che se quando Schick e’ pronto, continua a giocare Defrel, mi metto a gufare

      • Io ti quoto tutto e sopratutto il punto 7 – ancora DiFra ha il sostegno ma se continua cosi’ o i big se ne vanno a gennaio o più probabilmente lui. Posso solo sperare che venga “consigliato” bene tra Monchi, Totti e i senatori. Io non credo che l’entrata di Schick e Karsdorp sia così determinante perchè gli altri nove saranno sempre gli stessi.
        Forza Roma, che anno difficile…

        • Secondo me possono entrarne quattro: schick,karsdorp,florenzi,emerson. Formazione: alisson,manolas,kolarov,karsdorp,emerson,florenzi(pellegrini),strootman(de rossi),naingolan,schick,dzeko,perotti. Inoltre penso che under che come calcia mi fa impazzire e gerson promettano bene. Secondo me dobbiamo solo avere pazienza potremmo toglierci parecchie soddisfazioni quest’anno.

  2. Qualche considerazione dopo ieri sera. Un po di autocritica per chi non voleva Allison, ci sarà? Dubito.
    La squadra sa soffrire, ma stenta a creare, la qualità dei giocatori non va sprecata, onore al lavoro di Defrel che è il simbolo del sacrificio, qui lo criticano, ma lui si sta facendo il mazzo, però Di Francesco può sacrificare un giocatore di valore medio alto ma quelli con maggior qualità devi aiutarli e metterli in condizione di esaltare le loro qualità, e Dzeko è troppo solo (speriamo che con Schick le cose migliorino) e Radja mezzala rende la metà, ha ragione il bosniaco serve che Naingollann torni accanto a lui altrimenti avremo una o due occasioni da gol a partita e non è pensabile sfruttare solo un paio di occasioni per vincere le partite, dovremmo avere percentuali di realizzazioni in rapporto alle occasioni che superano il 90 %, obiettivo irrealistico.
    Detto questo nel giudizio di queste prime partite però mancano un rigore contro l’Inter e due ieri, tre rigori netti mancanti in due partite sono troppi!!
    In questa Champion ci sono almeno 4/5 squadre “illegali” contro le quali non hai speranze, al primo turno di C.L già arrivano i 6-0 e i 5-0, l’Uefa non può proporre una Champion con questi squilibri, si cominci con sanzionare pesantemente il PSG altrimenti l’obiettivo non diventa vincere ( o provare a vincere) ma solo partecipare e questo non più sport.
    Finalino sugli stupidi che fischiavano ieri, sicuramente sono gli stessi che magari fischiavano Spalletti tutta la stagione scorsa…., come diceva Fabrizio ieri ma con stà gente allo stadio ma dove volemo annà????

    • Ti ricordo che siamo in democrazia e ogni tifoso è libero di fischiare quando vuole, specialmente vedendo quello schifo di gioco di ieri sera.
      Chi sei tu per dire che chi ha fischiato è stupido?
      Probabilmente lo stupido dei tu che ti permetti di giudicare gli altri.

    • @Anto,ciao ,devo dire per onesta’ intellettuale che io ero t ra quell a cuii sarebbe piaciuta la conferma del Polacco e continuo ancora a crederlo,pur non disprezzando Alisson,ma se è vero che non basta una partita per giudicare un portiere un brocco,è altrettanto vero che non basta per giudicarlo un fenomeno,personalmente lo ritengo un buon portiere ma il tempo ci dira’ se è ottimo,per quanto riguarda Dzeko è vero che si puo’ sbagliareun occasione su una,ma a parte il goal l’ho visto giocare male e perdere parecchi palloni,mi ha ricordato il giocatore indolente del primo anno,spero che quello vero sia quello del secondo anno,in tempi non sospetti ho detto che io l’avrei venduto quest’anno,convinto che non si ripetera’,su Strootman la penso come Fabrizio.Credo che in questa prime partite fortuna e sfortuna si sono equivalse ma a nostro favore c’erano 2,5 rigori,1,5 ieri,e se c li danno e li segnamo puo essere importante a livello psicologico,oltre che di classifica.@Fabrizio lo sai che sono un estimatore di Eusebio e che 2,5 mesi sono pochi per giudicarlo anche perche’ ancora non ha schierato la squadra titolare,ma Spalletti 2 dopo un mese aveva gia’ cambiato la squadra,tu mi dirai giustamente che non bisogna guardare al passato ma è per rendersi conto delle effettive capacita’ di Eusebio,continuero’ a dargli fiducia fino a che non rientreranno tutti i titolari.Un caro saluto a tutti gli amici “veri” di questo forum

      • Ciao Fabiano, ad oggi il polacco è superiore ad Allison ma il brasiliano per me ha quei margini di miglioramento che l’ex arsenal non ha. Su Dzeko è vero che sembra quello molle del primo anno ma nella sua carriera non ha mai giocato da solo, ha sempre avuto un partner di reparto. Dzeko ha fatto sempre la seconda punta se Di Francesco si convince che con Shick possono fare coppia può anche arretrare o spostare Dzeko facendo un reparto come era il Wolsburg che vinse il campionato con Dzeko seconda punta e Grafite centravanti. Può essere una buona idea. Un saluto

  3. Mi fanno incazzare le considerazioni in pubblico di Dzeko, avrà anche ragione sl fatto che Naingollan DEVE giocare vicino agli attaccanti, alle spalle della mediana avversaria, però 3 palle sprecate avanti alla porta dallo stesso Dzeko avrebbero dovuto fargli fare certe considerazioni in privato con Di Francesco.

  4. 3 palle manco in 3 partite l’ha viste. Dzeko non vede una palla e ieri amo fatto 2 tiri in porta in totale. Io una squadra messa così male in capo non la vedevo dai tempi di del neri.

    • Io invece non capisco . Ora il problema è il modulo , non abbiamo giocatori da 4-3-3 ? dopo 60 min. con questo modulo i giocatori sono finiti ? abbiamo il centrocampo più forte d’Italia ed 1 dei migliori in Europa ? il portiere è un fenomeno ? a me sembra che i giudizi devono essere un pò più equilibrati :
      1) in Europa si gioca solo con il 4-3-3 , molto dinamico , con grande possesso palla . Squadra molto corta e pressing per tutta la partita , l’Atletico in questo è maestra corrono tanto tutti a prescindere che si giochi con il 4-4-2 oppure il 4-3-3 . Perchè noi non ce la facciamo ? forse perchè non è stata fatta la preparazione ? ci sono giocatori che ancora non si sono neanche mai allenati con la squadra , Kardsdop – Florenzi -Emerson -Schick e sono tutti potenziali titolari
      2)il centrocampo . Ma voi siete convinti che Strootman sia tornato il fantastico giocatore prima dell’infortunio ? Quando Zeman diceva che DDR non poteva fare il regista veniva spernacchiato . Naingollan , può giocare anche in quella posizione non scordiamoci che con l’Inter ha preso il palo interno ed assist per il gol di Dzeko , ieri grande parata del portiere spagnolo .
      3)cambiare modulo ? io penso che siamo solo a settembre e ripeto con molti giocatori ancora fuori aspetterei . La Roma fa fatica a creare gioco perchè non ha centrocampisti/ difensori centrali che sanno far salire la squadra . Lo scorso anno avevamo lo stesso problema , ma c’era un certo Salah che spaccava le partite ,quando trovavamo squadre che ce lo permettevano di fare Quando Salah non era in giornata oppure non gli lasciavano ampi spazi (esempio i derby) , la Roma non creava azioni
      4)conclusioni , il problema è sempre lo stesso ,ogni anno fai la rivoluzione e riparti da zero paghi lo scotto di questa tua esigenza di vendere i migliori per poi ricomprare , in più quest’anno riparti con un nuovo tecnico e modulo di gioco. Vediamo la Rube , quest’anno che sta perdendo la sicurezza della difesa a 3 , della difesa a 4 con Bonucci e guarda caso sta cominciando a vacillare , a differenza il NAPOLI CHE NON HA COMPRATO NESSUNO MA NEANCHE VENDUTO , HA QUELLA SICUREZZA CHE LE DERIVA DA CERTI MECCANISMI ORMAI BEN OLIATI . Questo sarà un anno molto difficile ed ancora una volta di transizione .
      5)Difra non sarà Mourinho ma neanche quello che si vuol far passare , un deficiente , un talebano del 4-3-3 . Penso invece che fino ad ora sia stato molto umile ed abbia parlato con estrema saggezza e chiarezza a differenza di chi lo ha preceduto .

      • Il 433 che fanno gli altri è diverso dal nostro però. Hanno appunto come dico pure te centrocampisti per farlo. De Rossi non può fare il centrale dei 3. Zeman veniva spernaxcjoato perché preferiva l’altro greco a pjanic e altre nefandezze varie. Bisogna pure saper adattare il modulo ai giocatori che hai

  5. L’unica cosa che salvo della partita di ieri sono risultato e scelta tecnica di chiudersi in difesa. Per il resto squadra senza idee che ricorda l’ultimo periodo Rudi Garcia (e si vedeva già ampiamente dalle amichevoli). Qui le cose sono due, o Di Francesco cambia modulo in fretta (perché giocatori da 4-3-3 non li abbiamo), o si cambia allenatore altrettanto in fretta. Se si continua così altro che 4 posto

  6. Partita deprimente. Una volta eravamo una squadra con gioco offensivo e capace di segnare, siamo tornati all’età della pietra…Troppi giocatori scarsi titolari, troppi giocatori al di sotto dello standard. Il 4-3-3 non sembra il modulo giusto. Perotti (il migliore in questo scorcio di stagione) alla fine è ininfluente.

  7. Insomma spalletti prende 3 pere dal porto e 4 dal lione con una squadra che secondo voi era migliore di questa proprio perché era lento nei cambi ed é un fenomeno, difra pareggia con una delle quattro squadre più forti d’Europa e si copre invece di aspettare di prenderle. É un povero ciglione. Va bene se siete convinto voi.

  8. Su Allison non cambio idea. Rinunciare al portiere titolare,che poi la juve ha pagato 12 milioni, è stato un azzardo. Nella migliore delle ipotesi, come rendimento, vai alla pari.
    Di Francesco ci ha messo una vita a capire che il 4-3-3 è un suicidio. Non ci sono i giocatori per farlo e in più sono fuori forma e dopo 60 minuti boccheggiano.
    Ieri ha avuto un sedere spropositato, ha cambiato quando erano almeno dieci minuti che ci stavano facendo neri. I venti minuti con l’inter non gli sono serviti a nulla.
    Pallotta gli ha già mandato i primi messaggi, si sbrigasse a cambiare o cambiano lui.
    Schierati così, anche un centrocampo fortissimo diventa mediocre. Per non parlare della difesa, ridicola.
    E’ urgente mettere la difesa a tre e mettere Naigollan dietro due punte.
    Per me questa squadra può giocare solo 3-4-1-2, che nei momenti di difficoltà può diventare 3-5-2.
    Ma per giocare cosi non prendi Di Francesco. Anche i dirigenti hanno dimostrato di non capirci nulla.

    Sono pessimista ma, sempre FORZA ROMA

      • Non capisco perchè sia così difficile rispettare le opinioni altrui.
        Tu sei soddisfatto delle partite fatte? Benissmo,meglio per te.
        Ma anche chi ha un’opinione diversa, espressa in modo civile, ha diritto di poterla manifestare.
        Poi il tempo dirà chi ha ragione.

        • Caro Giovanni,
          non è che Clodio abbia tutti i torti! Certo anche il suo modo di rispondere è un po’ sopra le righe ma tant’è quando ti trovi di fronte a queste disamine! Fino a quando non avremo tutti i giocatori in rosa io aspetterei a parlare (è proprio questo il problema a Roma, parlano tutti e certe volte a vanvera senza alcun criterio). Però lasciami dire una cosa: 1. Alissonn è un nostro giocatore acquistato, il polacco no ma solo un prestito. 2. a Trigoria vedendo i portieri probabilmente avranno fatto due conti e, sentiti i preparatori dei portieri, avranno deciso di puntare giustamente su un nostro giocatore. 3. Al di là dei moduli mi sembra chiaro che Di Francesco stia cercando il modo migliore per interpretare il suo calcio e mi sembra di aver capito anche che abbia detto che gli unici due che hanno retto fino alla fine siano Perotti e JJ che hanno fatto tutta la preparazione. 4. La squadra è in gran parte rinnovata. Parlare ora di problemi di modulo lascia il tempo che trova perchè allora anche Spalletti lo scorso anno nei preliminari di champions, in EL ed in campionato ha preso schiaffi a destra e manca soprattutto nell’unico filotto di partite che avrebbe dovuto vincere e invece sappiamo tutti come è andata a finire.
          Quindi aspettiamo prima di parlare che tutti i giocatori siano in rosa e poi vediamo. Io nel frattempo tifo Roma ed è quello che dovrebbe fare tanta gente che ha il vizietto di seguire a ruota questo ambiente malsano.

  9. Adesso si creeranno le fazioni ottimisti contro pessimisti? Chi vincerá? Forse il pessimista sembrerebbe scelta piú facile, tanto si dice sempre che si spera di sbagliare nel giudizio negativo, ma intanto si sentenzia. Ma anche l’ottimista mi sembra si lasci trascinare un pochino troppo da alcune situazioni a lui favorevoli. Giusto avere opinioni proprie, pensate con la propria testa. Dio ce ne scampi e calamari che non sia cosi. Ció che rende piacevole il tutto sono i toni rispettosi che vengono usati per controbbattere le altrui vedute.
    Una grande vittoria sicuramente.
    Detto ció io continuo ad aspettare, cosa ancora piú semplice dello schierarsi. Purtroppo non ho cognizioni tali da farmi esprimere un giudizio sull’operato di squadra, tecnico e societá, tra l’altro risultando forse leggermente prematuro.
    Sempre forza Roma.

  10. Daje !! Tutti allo stadio contro il Verona !!!! E’ uno scontro salvezza !!!!
    (senza offesa, ma a leggervi m’è venuta ‘na depressione ….)
    Di Francesco non è capace … però il suo Sassuolo faceva un gioco bello ed offensivo.
    Non ha i giocatori …. ah si ? Quindi i nostri giocatori possono giocare SOLO come li faceva giocare Spalletti ?
    Per carità, rispetto le vostre opinioni… ma non condivido.
    Dai, speriamo di non retrocedere …

  11. Anche il Sassuolo non era una squadra che segnava tanto, DiFra è un allenatore che insiste sul tenere corte le linee ed ama il fraseggio, peccato che la squadra poi non si sposta molto in avanti e non attacca mai spazi e profondità senza palla, consentendo agli avversari di rimanere sempre ben piazzati in difesa e centrocampo, prorio per questo motivo Simeone ieri ha piazzato un centrocampista in più dietro la nostra linea mediana, soprattutto per disturbare i passaggi continui tra la nostra difesa ed il nostro centrocampo. Oltretutto la Roma non ha giocatori per fare un 4.3.3. Se vogliamo sperare in qualcosa di importante bisognerà far giocare la Roma come ha sempre giocato con il 4.2.3.1, con Nainggolan che fa da collante tra centrocampo e prima punta.
    Ultima nota dolente è Strootman, non ha più velocità e resistenza come la vera “lavatrice”.

    • PSG, Barça, Juve, Real, e così via.
      Ci sono tante squadre che giocano con questo modullo.

      Però, e hai forse ragione, non conviene alla Roma.

      Io preferirei un 4-3-1-2 o un 4-2-3-1

      4-3-1-2
      Karsdorp Manolas (x, cioè uno a scelta!) Kolarov
      Florenzi De Rossi Strootman (Pellegrini)
      Nainggolan
      Schick Dzeko

      4-2-3-1
      Karsdorp Manolas (x, cioè uno a scelta!) Kolarov
      De Rossi Strootman (Pellegrini)
      Florenzi Nainggolan Schick (Perotti)
      Dzeko

      • PSG e Juve 4-2-3-1, Barcellona e Real possono giocare come gli pare…
        Per me allo stato attuale non possiamo permetterci altro modulo al di fuori del centrocampo a quattro (ci vedo bene anche Gonalons che hai escluso, e puoi “rischiare” inserendo degli esterni) con un regista (Nainggolan) e davanti due punte Dzeko e Schick (Defrel).
        Non capisco proprio perché non faccia giocare Under (fortissimo e in palla) al posto di quella sega di Defrel e poi Bruno Peres che non se po’ guardà.
        Uno poi può commentare e dire quello che gli pare, ma di fatto con questo modulo, rispetto all’anno scorso, hai Nainggolan che è diventato uno qualunque, Dzeko che non struscia una palla, Strootman che soffre troppo e una squadra che tira poco in porta e che fatica ad arrivare in area avversaria (perché giochi con il 4-3-3 e non hai Ronaldo e Bale come esterni).
        I giocatori a disposizione sono quelli e anche forti, non capisco perché non ci si possa adattare alle caratteristiche dei giocatori che si hanno a disposizione.
        Temo molto un altro periodo alla Rudi Garcia, spero di sbagliarmi

  12. mmm….è giusto che ogno rimanga delle proprie idee ma vi faccio notare che sta squadra piena di pippe e schierate pure male, fino al 70 minuto del match precedente poteva averne fatti 5/6 all’Inter. Ma conta il risultato, giusto ? Quindi conta anche ieri sera. Senza offesa, ma l’avete visto giocare l’Atletico Madrid gli scorsi anni ? Fa giocare male TUTTI, è nel loro modo di affrontare le partite. Sinceramente, nel primo tempo non mi sembra che abbiamo fatto così “ridere”. Ma ripeto, ognuno la pensa come crede e ci mancherebbe.
    Solo un consiglio (se posso): lasciate perdere “lo scorso anno” … non ha senso paragonare il lavoro di un allenatore per un anno e mezzo .. con il lavoro di un altro dopo DUE MESI E MEZZO. Non ha senso.
    Salah ? Non c’è …. e ricordo che la Roma l’ha venduto, ma lui stesso ha ammesso che aveva richiesto di andarsene in Premier League …

  13. spero che Schick defenestri dzeko, al più presto
    non si può fare a meno di nainggolan, alisson e, soprattutto, il magico Perotti
    trarrò un bilancio provvisorio alla fine del girone di andata, ora è troppo presto

    • E’ vero cavolo,con due palloni buoni ricevuti in tre partite mi domando com’è possibile che non abbia già fatto 6/7 gol sta sega. D’altronde non è affatto uno che ha dimostrato che se messo nelle condizioni di far bene segna tanto.Ripeto,sta sega.Non è per niente uno che si è presentato a Roma con più di 200gol tra nazionale e club.Sta sega.
      Ce ne sarebbe di gente da defenestrare,ma tanta.

      • se giocherà come ieri sera ne dubito fortemente che dzeko rifarà i numeri della passata stagione… io non lo vedo affatto bene, io la penso così… non credo sia di francesco il problema ma di uomini al termine di un’esperienza come dzeko o bruno peres.
        la prova del nove l’avremo al ritorno di schick, karsdorp e florenzi. l’atletico è una squadra insormontabile e non è un test probante per il nostro futuro. non siamo ancora pronti per il vertice europeo, l’atletico ha fatto due finali in tre anni, di cosa stiamo parlando?………. defenestrare dzeko, subito!

  14. Quello che le faceva col Sassuolo ha poco conto. Li non doveva vincere nulla bastava salvarsi bene. A Roma ogni partita è da denti o fuori c’hai poco da dire diamogli tempo. Nessuno ti da più tempo. Sarri C’ha avuto un mese e poi ha iniziato a girare la squadra. Un mese mica una stagione. Difra ha quasi finito il suo mese. A.quel punto non sarò io a esonerarlo né il presidente ma i giocatori stessi. Poi Spalletti ne ha prese 3 dal porto vero e 4 dal Lione e infatti venne messo in croce ma la squadra giocava e nel mese del Lione giocò a Milano contro l’inter 3 giorni prima, Torino in casa, Lione, Napoli, Lazio in coppa Italia tutte ogni 3 giorni. C’avesse avuto anche solo un Florenzi in più per fare un cambio magari oggi chissà. E dzeko te l’ha resuscitato lui che l’hanno prima sappiamo come stava. Nainggolan avanzato lui. Emerson sempre.lui. la difesa a 3 con fazio che diventa un campione lui. Difra dovrebbe fare come allegri il primo anno alla Juve quando provo a passare alla difesa a 4 e i senatori s’oncazzarono. Tornare al modulo di Spalletti e poi fare piccoli cambi a mano a mano.
    Gli schemi rigidi vanno bene se sei guardiola o stai al sassuolo. Alla Roma non co vai lontano soprattutto sr non capisci che per il tuo calcio co servono altri giocatori. Non più forti ma con altre caratterisriche. Defrel esterno! Ma a sto punto under o elsharawi. De Rossi centrale nel 433? E chi imposta? Nessuno infatti

    • Spalletti l’anno scorso se ben ti ricordi al ritorno col poro giocava male e in campionato giocava male, perché i giocatori erano pesanti come adesso e comunque il gioco dell’anno scorso era palla a salah o a dezeko che fa sponda a salah e preghiamo. Era una squadra anarchica che non ha mai espresso il calcio spumeggiante. Almeno io non l’ho mai visto. E comunque alle prime partite ando in difficoltà e pareggio con il Cagliari. E fu crocifisso proprio perché” Eeeh la roma non ha gioco non ha schemi”. Per Fazio non lo ha inventato spalletti Fazio era Fazio già prima ed é stato preso per questo. Emerson sabatini ha sempre detto che aveva bisogno di fiducia e continuità e spalletti ha il merito di avergli dato fiducia. Dzeko l’anno scorso ha avuto una 20ina di rigori in movimento di cui 13 erano goal fatti da salah che mandata a pisciare tutta la difesa Dzeko doveva semplicemente toccarla in porta ed é sempre stato così. Il problema al primo anno era proprio la mancanza di uno come salah ad avergli fatto fare l figura barbina che ga fatto. Avrà fatto 5 goal di iniziativa pedonale. Per la serie di partite tutte ogni tre giorni fra tre giorni giochiamo con il verona. Vedremo come andrà ma sono convinto che le vostre critiche sono abbastanza pretestuose. Siamo ad inizio campionato la roma ha fatto tre partite di cui due sono state con una pretendente allo scudetto, persa, con una pretendente alla champins pareggiata. L’unica partita tranquilla, per modo di dire, visto he Bergamo é un campo difficile é stata vinta. Le altre squadre fin ora hanno avuto vita facile, il Milan alla prima squadra decente che ha incontrato ne ha prese quattro. Qua ci stiamo stracciando le vesti per uno zero a zero in un girone dove ieri si pregava dio di non prendrne 8. Uno può pensarla come vuole ma secondo me esagerate e siete un po’ pretestuosi. Poi magari hai ragione tu. Vedremo.

      • Ma io spero di sbagliarmi ovvio ma Spalletti non è vero che non aveva dai gioco alla roma. Siamo stati 3 mesi senza Salah tra infortuni e coppa d’Africa e abbiamo sempre vinto! La squadra salvia tutta e centrocampisti s’inserivano e facevamo pressing fatto bene e alto. C’era un’idea dietro. Altrimenti non fai 87 punti con l’anarchia. Poi non era spumeggiante ma vincevi. E tiravi tanto in porta. Dzeko poi appunto ha bisogno di palloni giocabili ma quando non ce li aveva faceva sempre salire la squDra. Altro che palla a Salah e preghi. Era una bella manovra corale dove la.ronma si piazzava nella metà campo avversaria come fanno le squadre forti
        Poi la condizione fisica conta è sono il primo a dirlo e se sei l’allenatore e lo vedi che non tengono 90 parti coperto e.adatti il modulo alla partita. Ripeto spero si sbagliarmi ma se non cambia andazzo i giocatori gli fanno ciao. L’allenatore bravi è uno che sa convincere i propri giocatori a fare anche cose che non vogliono tipo ero o il terzino o cr7 che torna in copertura o Grizman che tornava a pressare a centrocampo

  15. Tutti sti telecronisti che prima della partita sperano che la Roma vincano, sono gli stessi che dopo la partita sono delusi e criticano perché non é successo. Roba da matti! In quale universo la Roma dovrebbe battere l’Atletico?
    Ieri é andata come doveva andare: l’Atletico é una squadra molto superiore e abbiamo rubacchiato un punto con i denti. La dimensione della Roma é il Lyon, come dimostra l’eliminazione dell’anno scorso. Chiunque faccia pensare ai tifosi che la Roma se la gioca con l’Atletico e il Chelsea per il passaggio del turno é un gufo laziale.
    Inutile abbattersi perció: é un girone troppo duro per noi e non é una vergogna, queste squadre qui hanno molti piú soldi da spendere e sono molto piú forti ed abituate a queste sfide.

  16. Austini lo stimo da morire, ma dobbiamo renderci conto che il calcio e’ ben cambiato e ci sono grandi differenze tra le Italiane e le altre … ci vuole lo s-t-a-d-i-o

  17. Teniamoci buono solo il risultato, Anche io temo e spero di sbagliarmi che questa squadra con questi giocatori non possa fare il 433 almeno con gli attuali titolari. Ieri non sei mai riuscito a fare una ripartenza nemmeno quando loro attaccavano in massa, forse un crollo fisico come con l’inter, ad un certo punto vedevo tutti I giocatori che aspettavano la palla sui piedi e il pressing era disorganizzato. Ho sperato fino all’ultimo che DiFra alla fine cambiasse Dzeko e schierasse la squadra con perotti falso nueve, con el sharawy a sinistra e Under a destra, per sfruttare velocita’ e imprevedibilita’ anche sulla fascia destra,ma forse e’ andata meglio cosi.

  18. Qui si può essere ottimisti o pessimisti e questo rimane nell’ambito del personale. Ci sono però elementi oggettivi:
    1) De Rossi non ha mai saputo impostare e con il passare degli anni di certo non migliora. Di Francesco ha paura a mettere Gonalons perché teme lo spogliatoio? Mistero.
    2) Strootman è la fotocopia brutta di quello pre-infortunio. Dispiace per lui ma non è più ai livelli di prima, guardiamo in casa chi può farlo rifiatare e magari sostituirlo.
    3) Dzeko non è adatto ad un gioco dove hai 2 occasioni a partita perché puntualmente le sbaglierà, non è un goleador, lasciate perdere lo scorso anno.
    4) Se cambi allenatore ogni anno ci metti almeno 5 mesi a capire con che modulo giocare..e nel frattempo gli altri fanno i punti e tu fai gli esperimenti.
    5) Se continuano a trapelare queste dichiarazioni da parte dei giocatori temo che Di Francesco a Natale non ci arrivi. Non vi dimenticate che De Rossi & Co. hanno fatto fuori gli ultimi 4 allenatori pre Spalletti, gli costa molto poco farne fuori un altro. E’ più semplice cambiare che impegnarsi a correre. Siamo a Roma e la fatica non è mai stata di casa. Lo hanno detto TUTTI gli allenatori che sono stati esonerati, qui non si può lavorare. Qualcuno di loro forse aveva ragione..

  19. Oddio … ricominciamo con la storia che i giocatori non corrono .. non s’impegnano … cacciano gli allenatori … Scusate, non vi offendete .. ma ancora ????? Appena le cose non vanno come vogliamo, qui a Roma si scatena la caccia al colpevole ??? Guardate che la Santa Inquisizione non c’è più !!!
    Ieri abbiamo giocato contro una squadra più forte. PUNTO. Siamo stati bravini nel primo tempo e poi ci hanno preso a pallate. Hanno vinto ??? NO.
    Non è su di loro che dobbiamo fare la corsa. Forse il Chelsea .. ma se tutti giocano al massimo delle loro possibilità .. noi arriviamo terzi e lo saremmo stati anche lo scorso anno. Quindi, coraggio .. siamo alla TERZA partita ufficiale .. non alla tredicesima … è già leggo di esoneri, caccia quello, butta quell’altro … Ma che cavolo è successo a ‘sta cavolo di tifoseria ????
    Voglio vincere pure io .. ma insultarli non mi risolve un tubo. Scusate lo sfogo. Continuate pure.

    • Un insulto dovrebbe essere rivolto a questa dirigenza che è venuta con proclami di vittorie entro “5 anni” e qui l’unica squadra di Roma che vince qualcosa da quando c’è Parlotta è la Lazio…
      Detto ciò, che non è poco, ogni anno si compra e poi dopo due, o tre, appena trovati i meccanismi, si vendono i migliori a botte di plusvalenze per coprire buffi qua e là.
      E’ vero che il tifoso deve tifare, i calciatori giocare e la dirigenza amministrare, però se qualcuno si sente un po’ preso in giro da questa dirigenza non li biasimo

      • la penso come te ma guai a dirlo altrimenti ti dicono i fenomeni da tastiera che sei della lazie…questa società è stato un fallimento sportivo….non come business……ma ormai ai tifosi della roma stanchi di alzare trofei a gogo importa solo delle plusvalenze e non scendiamo in piazza…e sballotta se la gode

  20. In tanti stanno aspettando i rientri soprattutto di Schick e Florenzi, ma credo che grossi miglioramenti rispetto a ieri sera non ce ne saranno finchè Di Francesco non deciderà di cambiare modulo e ricamare un gioco in base ai giocatori che ha in rosa. Mi auguro che dei sopracitati ci sia idea di dove farli giocare per avere due nuovi rinforzi validi per la squadra.

  21. Caro Fabrizio, guarda che la storia che i calciatori non si impegnano non l’ho inventata io a casa mia nel salotto. L’hanno riferita gli ultimi 4 allenatori pre Spalletti che abbiamo avuto. Le ascolti le dichiarazioni? Io non sto cercando nessun colpevole, dico solo che molto raramente sento i giocatori delle altre squadre criticare il modulo con cui giocano apertamente in TV a fine partita. La cosa è abbastanza grave, tanto che Dzeko ha dovuto oggi fare una marcia indietro per il clamore che ha sollevato. Quando l’allenatore non è carismatico i giocatori lo percepiscono e, in assenza di una società forte, se ne approfittano. Ora dimmi che non è vero o che Di Francesco secondo te in quando a personalità è il nuovo Mourinho..il tutto con cordialità, ci mancherebbe. E forza Roma.

  22. Sono curioso di vedere quanto Monchi a giugno venderà Dzeco ex capocannoniere di Serie A e dell’Europa League…
    Per Dzeco NON meno di 40 mln di € e glielo porto io anche a nuoto a Londra 😉

  23. L’ha detto pure Dzeko prima della necessaria ritrattazione…. con Di Francesco e senza Salah e con questa difesa…so dolori…è inutile che ci girate intorno…. Auguri Roma speriamo bene…
    Poi ora qualcuno dirà che Dzeko è della Lazio e lo chiamerà Edin -17,…. va bene pure questo siamo in democrazia.
    Ma la colpa non è solo di Di Francesco, andatevi a rileggere le interviste di Di Francesco dopo Vigo ed interpretatele alla luce del si può dire e non si può dire, chi ha buona percezione troverà almeno 3 stilettate a questa società, ma anche Eusebio è della Lazio.
    La campagna acquisti è stata cervellotica, i 22 sono stati messi a disposizione ma avrebbero dovuto essere funzionali all’idea del mister. Schick è un gran colpo ma per giocare con Dzeko meglio spendere 44 per Mahrez che 42 per Schick, per 2 milioncini….avete fatto un casino e ritardi a non finire.

  24. Ciao a tutti. Io non so dirvi se questa Roma farà meglio dello scorso anno, se questo o quel giocatore farà meglio di quello che dice la sua valutazione economica…ma francamente lo trovo stucchevole. Adesso possiamo permetterci questi giocatori( come nella maggior parte degli anni nella nostra storia) e penso che l’unica cosa giusta da fare sia sostenerli e sperare che facciano il meglio possibile, ammazzandosi sul campo per questa squadra. Si può criticare per carità, ma dopo 3 partite ufficiali dare del brocco ad un allenatore perché non usa il modulo “adatto” a questa squadra mi sembra eccessivo. Da quello che sento lo scorso anno avevamo l’allenatore più forte del mondo(a me piace sia chiaro), avevamo gli uomini giusti al posto giusto….tipo Naingolan più vicino alla porta…..allora vorrei capire come mai siamo usciti in quel modo nelle coppe e perché non abbiamo vinto lo scudetto. Credo perché il calcio non funziona con le figurine, bisogna essere squadra.Ecco a me piacerebbe vedere questo gruppo diventare squadra e ci spero. Ci speravo lo scorso anno, ci spero quest’anno e se non andrà bene continuerò a sperare il prossimo….certo preferirei avere Messi al posto di Defrel….ma io questo ho, perciò o inizio a tifare Barcellona oppure ad ogni partita inciterò Defrel

    • Magari fossero tutti come te i romanisti. Che peccato tutte queste critiche per una squadra a cui mancano 3/4 titolari dopo solo 3 partite molto difficili. Non se ne può più di sentir parlare di moduli manco fossimo alla Playstation.

  25. Bravo Myrko. sono completamente d’accordo con te. A leggere i commenti sembra che d’essere ad un convegno internazionale di allenatori famosi. Questo è il modulo giusto, l’allenatore non è buono, Dzeko è quello di due anni fa, Defrel non si doveva comprare, Salah non dovevamo venderlo ecc ecc. Ma tutti questi sapientoni che squadre hanno allenato finora e in quali società hanno fatto vedere la loro bravura? Dopo 3 partite 3 dall’alto della loro scienza hanno già intravisto come finiremo il campionato. Fortunato me che non capisco un cavolo di calcio e quindi, coerentemente, non partecipo al convegno. Sono solo un tifoso, come del resto, tutti quelli che commentano qui, ma incito tutti i giocatori della Roma e l’allenatore a fare il meglio. Rispetto le opinioni di tutti ma sinceramente mi sembra presto per i processi sommari.

  26. Ancora con i proclami di vittoria??? Andate su YouTube e sentite con le vostre orecchie. Disse che sperava di fare come con i Boston Celtic…vincere entro 5 anni. Parlotta…Sbarlotta…mamma mia che spiritosi.
    Senza lo stadio, ci uniremo al Fondi. Almeno così ci saremo tolti questi….
    Per chi dice che bastavano due milioncini per Mahrez….ah si ? Te l’ha detto lui ? La realtà dice che il Leicester non l’ha voluto vendere. Colpa di Pallotta

    • Qua c’è gente che parla immaginando che la vittoria di un campionato sia come l’acquisto a rate di un televisore: venti rate e ti prendi il campionato. 25 campionato e coppa. Con la maxirata finale puoi anche prenderti la cl.
      Il concetto è essere competitivi, e arrivare a giocarsela. E, scusatemi, in 5 anni la Roma è arrivata a giocarsela, prendendosi un paio di secondi posti, un terzo posto e perdendo una finale di coppa italia. Mi rode aver perso i campionati e la coppa? Mamma mia se mi rode. Si poteva fare di più e meglio? Probabilmente sì, ma purtroppo nella vita reale non è che se ti va male la finale puoi ricaricare al salvataggio precedente fin quando non la vinci.
      p.s.
      Intanto la squadra col più bel calcio d’europa, che ha cambiato poco e quindi è più forte dell’anno scorso, l’unica vera e possibile antagonista alla juve e sicura vincitrice di ogni possibile competizione, sta scajando a Donetsk, ma di sicuro lo Shacktar è più forte dell’atletico.

  27. A FABRIZIOSOPECORARO..ANCORA rompi le palle….se nun te sta bene la società la squadra l’allenatore..tifa Formellese.. .mmm ma me sa che già la tifi…tana per il PECORARO…la Juve ha preso 3 fischi con il Barcellona..il grande Napoli spaziale ipergalattoco..ha fatto na figura de Merda con gli ucraini…noi pareggiano con l’ATLETICO squadra che in 4 anni è arrivato 2 in finale 1 semifinale e 1 ai quarti…e pare che abbiamo preso 10 goal…per quale teoria la Roma è superiore all’ ATLETICO ….statistiche la Roma ha vinto 2 PARTITE delle ultime 12 in Champions…e secondo voi dovevano asfaltare L’ ATLETICO…per favore commentate il CARLING.. .il calcio non fa per voi..

LASCIA UN COMMENTO