I giallorossi in vacanza. Totti e Pellegrini a Dubai, De Rossi alle Maldive (FOTO e VIDEO)

19

ROMA VACANZE GIALLOROSSI – I giocatori della Roma, come tutti gli altri colleghi di Serie A, si godono la settimana di vacanza prevista dal contratto calciatori. Molti hanno scelto mete esotiche, altri hanno fatto ritorno a casa. Poche le cartoline dei romanisti pubblicate sui social fino a questo momento: la sconfitta di sabato contro l’Atalanta e il Capodanno di Nainggolan consigliano evidentemente di non farsi troppa pubblicità digitale sulla meta delle loro vacanze.

De Rossi insieme alla moglie Sarah Felberbaum alle Maldive.

Francesco Totti in vacanza a Dubai.

Karsdorp a Dubai insieme alla sua futura moglie.

❤️

Un post condiviso da @ astridbll in data:

Fazio alle Maldive durante una seduta di Yoga. La foto non è stata accolta bene dai tifosi della Roma, che hanno accusato il difensore di menefreghismo in un momento difficile:

Be water my friend 💧#yoga #niyamamaldives #sunrise #sunsalutation

Un post condiviso da Federico Fazio (@fedefazio20) in data:

Pellegrini, a Dubai con la compagna Veronica Martinelli, incontra il centrocampista nerazzurro Gagliardini:

With young Stars .. #serieA in Dubai

A post shared by J Muntasser جهاد المنتصر (@jmuntasser) on

🌻🌼🌸💐🌷🌹🌺 #flowers

A post shared by Veronica Martinelli (@veromartinel) on

Dzeko a Dubrovnik, località della Croazia

😎

A post shared by Edin Dzeko (@ed_dzeko) on

Alisson in viaggio verso il Brasile

Emerson in Brasile

Castan a Pisa. Il difensore brasiliano, però, sfrutta le vacanze anche per mantenersi in allenamento:

(AGGIORNA)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

19 Commenti

  1. Divertitevi a spese dei poveri Tifosi, che credono ancora alla Befana, con una Società senza attributi, che pensa alla speculazione edilizia, senza uno stadio veramente della Roma, ma solo di proprietà dei soci Pallotta!!!??? E NOI PAGHIAMO VERO!!!!????? Svegliamoci torniamo ai tempi delle proteste, o NON si va allo stadio!!!! Sempre Forza Roma!!!

    • Caro Pablito, nel caso ti fosse sfuggito ti rammento che:
      1) i giocatori sono lavoratori come tutti gli altri; in quanto tali hanno doveri e diritti, tra cui le ferie. Quando Carlo Verdone va in vacanza ti sogneresti mai di urlargli contro che lo sta facendo a spese nostre? O se fa un film di m**** lo fermi per strada e gli sbraiti di tirar fuori le palle per onorare il suo pubblico?
      No, ecco appunto. Probabilmente gli chiedi l’autografo col sorriso quasi incredulo stampato in faccia, come chiunque altro.
      2) Gli stipendi dei suddetti lavoratori li paga Pallotta, né tu né io né nessun altro tifoso. Se proprio vuoi tirare in ballo il fatto che paghiamo il biglietto/abbonamento dello stadio o i diritti TV, di nuovo dovresti fare lo stesso discorso quando si tratta di altri tipi di lavoratori (rimaniamo nello spettacolo per semplificarti le cose): paghiamo il biglietto del cinema o del teatro, soldi che incassa la società, la quale essendo un esercizio commerciale ne fa ciò che crede. Tu (o io, o chiunque altro) paghiamo il biglietto per vedere uno spettacolo; NON paghiamo i giocatori. Chiaro?
      Tutto ciò giusto per raddrizzare un po’ il populismo da 4 soldi che spunta fuori come i funghi dopo la pioggia ogni santa volta che le cose vanno male.
      L’amore della Roma va ben otre queste cose, ricordatelo 🙂
      Sempre Forza Roma!!

      • Finalmente qualcuno che connette il cervello.
        Qua dentro si legge solo tanta ipocrisia.Sono lavoratori come altri (con la sola differenza dello stipendio),e ci “devono” (in realtà anche questo andrebbe rivisto) qualcosa solo 90 minuti a settimana,per il resto se non si ca**no nessuno ne hanno tutto il diritto.

      • vorrei ricordare che un lavoratore “normale”sotto contratto,puo’ essere licenziato per scarso rendimento e con la nuova legge anche senza giusta causa.Provate a mandar via un calciatore,dovrete pagarlo fino all’ultimo euro.Sono lavoratori solo per i diritti,per i doveri mai,e non parliamo di populismo,questa è la realta’ incontrovertibile.Vorrei inoltre aggiungere che ,come nel caso di alcuni politici,ci sono delle azioni che anche se non sono penalmente perseguibili,è opportuno non fare,ci vuole un po’ di pudore,ma ne politici ne la maggior parte dei calciatori sa cosa sia.

        • D’accordo. Abbiamo provato a mandare via borriello in ogni modo, si è beccato fino all’ultimo centesimo, e come lui prima i montella, i virga, poi gli iturbe, i doumbia. Una lista infinita. Non c’è modo di mandarli via.
          Poi se alle leggi aggiungi l’incompetenza di questa dirigenza allora fai bingo.
          Il povero Castan subì quella cosa al secondo anno di Garcia, quando aveva da poco firmato un quadriennale. Il quadriennale scadeva quest’anno, ma non si sa come c’ha altri tre anni di contratto.
          Pare che sia stato fatto per risparmiare poche centinaia di migliaia di euro l’anno. Si svendono calciatori con le clausole tenute appositamente basse per giustificare le cessioni, si regala salah in quel modo ci si attacca al contratto di Castan.

        • Quindi i calciatori secondo te sono assunti con il Jobs Act? HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA 🙂
          Dai Fabià, spero che tu stia scherzando o che almeno ammetta di avere le idee un po’ confuse.

          Seriamente:

          quali sarebbero secondo te i “doveri”, la “giusta causa” di un calciatore, DA CONTRATTO?
          Giocare bene? Non credo.
          Piuttosto direi cose tipo presentarsi puntuale a tutti gli allenamenti e cose del genere.

          NESSUNO è in grado di giocare bene “per contratto”. Giocano bene se sono capaci di farlo (e se gli va, ma la volontà è indimostrabile…).

          Se un giocatore non rende e trova (o gli trovano) un’altra squadra che gli stia bene viene venduto; se non la trova, È OVVIO che rimanga nella squadra CHE GLI HA FATTO IL CONTRATTO…
          Non conosco il contratto dei calciatori, ma dubito fortemente che ci sia qualcosa che permette di “licenziarli” (rescindere il contratto) perché “giocano male”.

          L’unica cosa su cui sono d’accordo è che potrebbero essere meno ingenui riguardo alla pubblicazione di foto al mare e cose simili (per tacere del video del ninja, ovviamente), ma è davvero l’UNICA.

          • Forse Marks,non ti stai rendendo conto che mi stai dando ragione e le idee un po’ confuse ce l’hai te.Sei tu che hai detto che sono lavoratori come tutti gli altri,se lo fossero potresti licenziarli senza problemi,come accade con lavoratori veri.Se invece li mandi via devi darli fino all’ultimo euro.Dove sta l’uguaglianza con i lavoratori .In nassun contratto c’è scritto come devi lavorare o giocare,ma un operaio puoi licenziarlo senza giusta causa,il calciatore no e allora mi spieghi dove sono uguali?
            Forse non conosci il jobs act di quel fenomeno di Renzi,ma ora si possono fare i licenziamenti SENZA GIUSTA CAUSA,la mattina si alzano e ti mandano a casa e spero vivamente che non ti debba mai succedere.

  2. Spero che nn torniate… Sti mercenari… Ma voi che ne sapete di Roma e della Roma… Nn meritate la maglia che indossate.. L’ unico vero romano di Roma…è, e sarà sempre uno: Francesco Totti.

  3. Tranquilli mo famo scappà pure pallotta , famo costruì lo stadio a mezzaroma e vediamo se il figlio di ciarrapico è disponibile per rinverdire i grandi fasti !!!!

    Avanti Roma !!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here