Sella: “Farei uno sforzo per tenere Rudiger. Di Francesco va sostenuto”

26

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Ezio Sella (ex allenatore della Roma) a Tele Radio Stereo: “I tifosi vogliono avvicinarsi sempre più alla Juve, quindi quando si sente parlare di cessioni illustri è normale che al tifoso vengano dei dubbi, perchè se vuoi colmare quel gap con la Juventus devi cercare di mantenere quell’intelaiatura che hai avuto fino a fine maggio. Per Di Francesco sarà molto importante avere l’appoggio dei giocatori più esperti, come De Rossi per esempio, perchè per la sua filosofia di gioco è cruciale che tutti diano il massimo e che sposino questo modo di fare calcio. Se andasse via Rudiger, quale Manolas vedremo? E’ il solito problema che affligge quasi tutte le società, uno dei due la Roma lo dovrà tenere, ma far restare un giocatore scontento è molto pericoloso. Se dovessi decidere io, io punterei su Rudiger, farei un grande sforzo per tenere il tedesco e trovare una sistemazione per Manolas. Salah? E’ un giocatore che ho sempre ammirato, nei momenti di difficoltà fa cambiare marcia alla squadra, penetrando nelle difese più arroccate: senza l’egiziano la Roma perde tantissimo! Se fare l’allenatore della Roma è complicato? Ormai c’è difficoltà da tutte le parti, perchè certe persone che non hanno competenze prendono decisioni che ricadono sulle squadre. Per me Di Francesco è molto preparato, lo conosco bene, so quali sono i suoi prinicipi, ma come tutti gli allenatori ha bisogno del sostegno della società!”.

Ruggero Lacerenza (agente di Dario Benedetto) a Centro Suono Sport: “Il profilo Facebook del ragazzo non è ufficiale, per cui il post di questa mattina non è riferibile al pensiero di Dario, però posso dire con certezza che la Roma è fortemente interessata a Benedetto. Ci sono vari club in Italia che si sono interessati in questi mesi a Benedetto, ma posso confermare che la pista più concreta in questo momento è la Roma. E’ una prima punta, molto rapida, che può giocare anche da attaccante di supporto. Eventualmente è adattabile anche ad altri ruoli dell’attacco, ma principalmente nasce come punta centrale. Penso che Dario sia un ragazzo molto intelligente, molto in gamba, è più che maturo per poter affrontare una nuova avventura in un campionato diverso da quello argentino. Ha 27 anni e credo sia nel pieno della maturità, ha numeri importanti. Attualmente il giocatore ha una valutazione che non va al di sotto dei 15-20 milioni, poi ovviamente in fase di trattativa le situazioni possono cambiare. Nei prossimi giorni inizia il mercato e potremo passare dal gradimento del giocatore ad una vera e propria trattativa con la Roma”.

Giancarlo Dotto a Tele Radio Stereo: “Sono molto preoccupato dalla storia di Ruediger, mi aveva entusiasmato l’uscita di Monchi su di lui. Sarebbe difficile da spiegare alla piazza la sua cessione. A quel punto sarebbe il minimo parlare di rivoluzione, dopo che Pallotta l’aveva esclusa qualche tempo fa. La Roma era diventata una terra vulcanica, poi le parole di Monchi sono state l’unico elemento di stabilità ma ora la situazione mi preoccupa. Roma non è una piazza per questo genere di operazioni, ma ha bisogno di legarsi a qualche giocatore. Non hanno fatto in tempo ad affezionarsi a Salah e Paredes, il rischio è che accada lo stesso con Ruediger. Gli acquisti arrivati comunque mi piacciono. Pellegrini può diventare molto molto importante, come Karsdorp. Non basta però, manca il giocatore fondamentale che deve sostituire l’insostituibile Salah. Nel passato un centrocampo più forte di questo? Falcao-Cerezo-Ancelotti, che però non ha vinto ma è stato il più forte. Questo è tra i primi 5”.

Stefano Petrucci a Tele Radio Stereo: “Dolberg? Nel giro di poco tempo diventerebbe il titolare della Roma, con 15 milioni non prendi neanche un ciuffo. Manolas secondo me può ancora andare via, anche se non allo Zenit. Incredibile invece che l’agente di Mario Rui parli così con il giocatore ancora sotto contratto”.

Giovanni Cervone a Tele Radio Stereo: “La Roma deve far cassa, a chi tocca deve andare via. Io ho paura che alla fine la Roma debba cedere sia Manolas che Ruediger. Acerbi? Per me sta aspettando che si muova qualcosa dalla Roma”.

Alessandro Austini a Tele Radio: “L’infortunio di Karsdorp? La Roma ne era a conoscenza, sennò sarebbe grave. Il suo intervento è molto semplice e leggero. La Roma l’ha comprato nonostante il problema al ginocchio perché sa che sarà pronto molto presto. L’idea Defrel è rispuntata fuori in maniera concreta. Lui può fare sia la punta che l’attaccante esterno e conosce molto bene il nostro campionato. Non capisco perché la Roma è l’unico club italiano a rispettare le regole del fair-play finanziario. Non credo che i giallorossi acquisteranno altri calciatori in Olanda”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Non mi meraviglierei se l’Inter tirasse fuori 50 milioni per Nainggolan. I nerazzurri prenderanno almeno un giocatore della Roma ed io del belga non mi fido”.

Mario Mattioli a Radio Radio: “Pallotta non ha mai avuto l’obiettivo di fare uno squadrone, una squadra vera, e quest’anno mi sembra più incisivo l’atteggiamento di vendere per poi comprare. Per i giallorossi prevedo un campionato di assestamento, si dice così quando ci si ridimensiona”.

Furio Focolari a Radio Radio: “Strootman all’Inter? Io temo che accadrà qualcosa di molto peggiore. E’ Nainggolan quello che potrebbe davvero andare da Spalletti e Sabatini. Attenzione all’Inter”.

Xavier Jacobelli a Radio Radio: “Sta nascendo una bella Roma: il fatto che ci siano anche Pellegrini e Gonalons fa ben sperare in vista dei vari impegni che avranno i giallorossi. Quello che mancava alla Roma era una rosa lunga e mi sembra che questi giocatori arricchiscano ulteriormente un centrocampo già forte”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: “Io so per certo che l’Inter vuole uno tra Nainggolan, Manolas e Rudiger. Se resteranno dipende dalla Roma, ma credo che se l’Inter si presenta con i soldi Monchi glieli porta accompagnandoli sull’autostrada”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “L’acquisto di Gonalons mi fa pensare che un dei big a centrocampo o si accomoderà in panchina o lascerà la capitale”.

Damiano Tommasi a Tele Radio Stereo: “Se parlo di Di Francesco sono di parte. Ha dimostrato a tutti di essere arrivato alla Roma dopo aver lavorato bene al Sassuolo. Per lui sarà un banco di prova perché si trova dinanzi una rosa con qualità e obiettivi differenti rispetto ai neroveri ma ha l’età giusta per mostrare a tutti di che pasta è fatto. Per i centrocampisti è più facile pensare al gioco in maniera collettiva e, quindi, diventare poi allenatore. Chi mi ha sorpreso è Montella che da calciatore non sembrava poter avere un futuro da tecnico. Eusebio dovrà formare e gestire lo spogliatoio. Per Pellegrini è arrivato il momento giusto per mettersi alla prova. Dovrà saper mantenere l’equilibrio in campo ed il suo ruolo lo favorisce. Cina? Molti calciatori scelgono di giocare la solamente per i soldi e poi si rendono conto di essere infelici”.

Riccardo Angelini ‘Galopeira’ a Tele Radio Stereo:Quello che i tifosi dovrebbero sapere è che dal 1996 il calcio è passato in mano ai giocatori e ai loro agenti con la sentenza Bosnam, che ha dato a loro potere. Il procuratore ti dice Pellegrini era tuo ok ma non ti fa mettere una clausola di 50 milioni, perché vuole vedere come si troverà a Trigoria. Nainggolan? Io non credo che la Roma abbia ricevuto offerte, ma se dovesse riceverle saranno di 60 milioni. Guardate il comportamento di Manolas cerca l’accordo prima con lo Zenit e la Roma neanche lo sapeva. Ora funziona così il giocatore cerca la squadra trova l’accordo e poi la società fissa le cifre”.

Mario Corsi a Centro Suono Sport: “Con Pellegrini e Gonalons la Roma ha di gran lunga il miglior centrocampo d’Italia”.

Massimo Limiti a Centro Suono Sport: “Non è che in società stanno pensando che il quarto posto è uguale al secondo? Davvero si potrebbe non vincere mai nulla qui, quasi vale la pena puntare alla Coppa Italia. Intanto il calciomercato inizia domani e tutti si aspettano i botti dell’Inter: i botti di Sabatini sono tutti da vedere, intanto ha speso 60 milioni per due ragazzini. Su Nainggolan si sta parlando solo di ipotesi, io non venderei nessuno all’Inter”.

Claudio Moroni a Centro Suono Sport: “Thauvin sarebbe il vero colpo, non ci farebbe rimpiangere Salah”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

26 Commenti

  1. Che bella l’Italia dove regna l’ignoranza e dove avere la stampa a favore fa tutta la differenza. Oggi vi parlo dell’Inter. Siamo tutti felici che abbiano raggiunto i 30 milioni che servivano entro il 30 giugno. Ora si potranno scatenare … NO, NON E’ VERO.
    Riporta la nota della Uefa (prego andare sul sito e leggerla): L’FC Internazionale Milano (Italia), il Beşiktaş JK (Turchia), e il Trabzonspor AŞ (Turchia), hanno solo parzialmente soddisfatto gli obiettivi stabiliti per la stagione 2016/17. Di conseguenza le misure sportive condizionali previste, come la limitazione del numero di giocatori che possono essere inseriti nella Lista A e le limitazioni sui trasferimenti, non saranno revocate”. Quindi a cosa servivano questi 30 milioni ?? Semplicemente a non INASPRIRE queste limitazioni ed a non beccarsi anche una multa da milioni di euro.
    Quindi, al di là della rosa limitata, loro potranno spendere 150 milioni nella prossima campagna acquisti, a patto che entrino 150 milioni dalle cessioni. Comprano Nainggolan a 70 milioni ? Benissimo, devono vendere Perisic, Brozovic o solo Icardi per un totale di 70 milioni.
    Non sono da conteggiare gli eventuali 60 milioni per Pellegri/Salcedo perchè: 1) la trattativa non è ancora chiusa. 2) Entrambi i giocatori sono minorenni (16 anni) e quindi quelle spese non rientrano nelle limitazioni del FPF.
    Spero di poter aver contribuito a fare un pò di chiarezza ….

  2. I giornalisti milanesi, o “avellinesi e calabresi”, non si fidano di sabatini-spalletti e mettono in giro la “bufala Nainggolan”, sapendo perfettamente che è una menzogna creata ad arte. Si fa presto a dire 60/100/200 “bruscolini”… Per il resto copia incolla del buon @Fabrizio. La “mannaia” fair play colpirà tutti…

  3. Fabrì tutto giustissimo ma sabatini per prendere dimaria deve vendere perisic+brozovic+icardi, perchè con gli altri della rosa ci guadagni quasi zero sul mercato, visto medel?

      • se l’inter mi paga 40 più Perisic io nainggolan glielo venderei subito, pensa… Loro ti danno invece jovetic, ma è chiaro che è una provocazione…… Un consiglio, non rispondere sempre a chi è oggi insoddisfatto del mercato. Dietro c’è chi odia la Roma e non la ama affatto, soprattutto quando vengono utilizzati certi vocaboli, “formellesi”…..

  4. Io continuo a vedere un ridimensionamento. Se Florenzi è considerato nel lotto dei 6 a centrocampo, in attacco sono solo 3 Dzeko, Elsha e Perotti, il quarto dovrebbe arrivare e ce ne vogliono altri 2. Io avrei tenuto Soleri come sesto attaccante, con Di Francesco avrebbe trovato i necessari spazi per far rifiatare Edin e non avrebbe fatto male.

  5. Dopo i 2 innesti nuovi a centrocampo ho il timore che Nainggolan possa esser dato via davanti ad una offerta superiore ai 60 milioni. Questo sarebbe un aspetto che da tifoso non accetterei, però se consideriamo i 30 anni del calciatore ed il modo di giocare di Di Francesco, ci potrebbe essere il rischio di un sacrificio economico irrinunciabile. Io francamente considerando che Nainggolan sarebbe uno di quei giocatori per il quale l’Inter farebbe follie, proverei a chiedere 70 milioni, poi se vogliamo mettergli il coltello alla gola chiederei 40 milioni più Perisic, un giocatore di fascia che a Di Francesco farebbe molto comodo. Scusate se ho sparato una caxxata. Forza Roma a tutti.
    P.S.
    Considerando lo scarso “stato d’animo” a livello societario della Fiorentina, io proverei a portare via da Firenze con destinazione Trigoria Federico Chiesa.

    • Sul Ninja ho fattola tua stessa valutazione. Da tifoso non lo venderei MAI. A maggior ragione all’Inter….se fossi un dirigente, ci farei un pensierino ma in cambio voglio tanti cammelli (soldoni). Ora il sito amico di Milan e Inter (Sportmediaset) parla di un’offerta per Radja di 40m + Jovetic .. ahahahahaha …. valutano Jovetic 20 ?? Se il montenegrino ne vale 20, il belga, a sto punto, ne vale 90 … fate voi …
      Per la Fiorentina, non credo che vendano nella stessa sessione Bernardeschi e Chiesa … rischiano il linciaggio sul serio … ma come discorso ci starebbe (io proverei pure per il Berna)

  6. Allo stato attuale, mettendo nel ridimensionamento anche Spalletti/Di Francesco, con tutto il rispetto per Eusebio che ha portato il Sassuolo (Berardi, Acerbi, Politano, Defrei, Pellegrini, ecc.) non più su del dodicesimo posto e, quindi, ha fatto quello che avrebbero fatto altri allenatori, vedo 25 punti in meno rispetto allo scorso anno, se dovesse andar via pure il Ninja i punti salirebbero a più di 30 e quindi posizione analoga al Sassuolo dello scorso anno, altro che quarto posto!!!!

    • ma con tutto il rispetto .. ma come li fai i calcoli ??? lo scorso anno, per sempio, il Sassuolo non ha avuto Berardi per 7 mesi…quindi toglilo dal calcolo. E poi, ha avuto Manganelli infortunato anche lui .. ed altri … e poi, lo scorso anno, per LA PRIMA VOLTA NELLA LORO STORIA…hanno avuto 3 competizioni.
      Ma hai ragione tu … togliamone 40 … ma facciamo pure 50 … chi offre di più ???
      Io capisco essere critico .. ma porca miseria a tutto c’è un limite

  7. E’ normale che le radio cercano di mettere zizzania nelle trasmissioni, senno’ di che parlano fino al prossimo campionato? Perche’ contro la Roma? Perche’ stiamo a Roma, se sentite quelle di Milano e’ la stessa cosa. Guardate il caso Donnarumma. Quindi possono dire quello che vogliono

    E’ inutile che in questo forum dite sempre come in mantra ragionate con la vostra testa, non vi fate fregare da quello che dicono le radio, ma quanti tifosi della Roma ci stanno in giro? E’ statistica che ci possano essere le opinioni piu’ svariate, chi la pensa come voi e chi no, senza che si possa etichettare come laziale chi la pensa diversamente.

    Io per esempio mi sono veramente stancato di sentire parlare di bilanci….basta non ne posso piu’
    vorrei cercassimo di parlare di cose tecniche e tattiche, di titolari , di riserve, di chi e’ piu’ forte… e cosi via

    per questo motive di mercato parlero’ solo alla fine del calciomercato….tutto il resto e’ noia….

  8. Messaggio ai tifosi della Roma, quelli VERI.
    Il caso raiola/donnarumma sta creando un pericoloso domino, che investirà tutte le squadre, Roma compresa. manolas? nainggolan? rudiger? loro e i loro procuratori fanno e faranno lo stesso gioco. E’ una strada senza ritorno.
    Innamoratevi della maglia, non più dei giocatori.
    Tifate, solo e soltanto, per la squadra.
    FORZA MAGICA ROMA!!! C’è solo l’AS ROMA!!!!!!

  9. Ancora non avete capito quali sono i veri punti nodali
    Una squadra si costruisce negli anni, aggiungendo di volta in volta pochi elementi per migliorare.
    Il fulcro è l’amalgama e l’affiatamento che si crea, soprattutto in difesa.
    Tutto il contrario di quello che fa la Roma.
    Pallotta dopo questi anni ha dimostrato di essere inadeguato e Monchi è venuto qui solo per liquidare i migliori giocatori presi da Sabatini. E’ UN VENDITORE.
    COSI’ NON VINCEREMO MAI NULLA.
    SPERIAMO CHE PALLOTTA SE NE VADA PRIMA DI DISTRUGGERE IL POCO RIMASTO.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here