Florenzi: “Fischi? Volevamo andare sotto la curva ma…” (VIDEO)

2

ROMA-SAMPDORIA, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso Alessandro Florenzi in occasione di Roma-Sampdoria.

POST PARTITA

FLORENZI IN MIXED ZONE

“Come uscire da questo momento? Vediamo la luce infondo al tunnel, anche se non è grandissima. Ci manca uno step, sappiamo che abbiamo qualcosa negli ingranaggi che non ci sta facendo fare questi risultati che sono sotto gli occhi di tutti, calcio è fatto di episodi e purtroppo oggi quello sfavorevole è stato causato da me e mi prendo tutte le responsabilità del caso. Cessione di un big? Sono cose a cui pensa la società, io penso di essere in una grande squadra in cui dobbiamo tutti remare in una stessa direzione, solo così possiamo uscire da questa situazione. Toccati dalle vacanze? Non abbiamo parlato di questo, il mister ha espresso il suo pensiero, poi ognuno di noi deve cercare di essere professionista ed è quello che siamo stati durante le vacanze. Cosa ha detto il mister all’intervallo e cosa a fine gara? A fine gara niente, ne riparleremo a trigoria. Secondo me la prima mezzora non siamo stati la roma, poi ci sono state cose interessanti. In questo momento dobbiamo cercare di essere più compatti di essere uniti e lasciare fuori le questioni che non ci riguardano, solo così riusciremo ad uscire da questo momento. Perché la roma inizia così le gare? Se lo sapessi lo direi al mister. Dobbiamo lavorarci, non abbiamo paura a giocare, nelle ultime due in casa purtroppo non siamo riusciti a partire come volevamo. Ho visto una buona roma però dopo il 30’ del primo tempo. Dobbiamo migliorare nelle due fasi. Passa tutto dal lavoro, in questo momento forse abbiamo delle paure a cui non dobbiamo pensare, anche se le contestazioni di oggi sono state giuste. Posso solo dire che siamo amareggiati per questo periodo. Senza la regola di non incontrare i tifosi sarei andato sotto la Curva. Dobbiamo trasformare i fischi in applausi.la classifica non ci piace”.

FLORENZI A SKY

Ci racconti l’episodio del rigore?
Era il secondo che calciavo, il primo è stato a Torino. Ho sbagliato, ci sono giocatori più bravi di me nel tirarlo. Mi prendo la responsabilità, consapevole che non mi abbatterà. Ho passato di peggio.

Cosa vi sta succedendo?
Creiamo tanto e non riusciamo a segnare. Manchiamo su molti aspetti, in difesa e in attacco. Sbagliamo spesso l’ultimo passaggio, me compreso. I risultati parlano chiaro, loro sono concreti, noi no. Non dobbiamo abbassare la testa, cerchiamo di lavorare tanto per migliorare la situazione.

Il mercato vi ha distratto?
“Magari abbiamo fatto qualche battuta il primo giorno che c’è stata la notizia di Dzeko e l’ha fatta  Francesco, però è finita in quel momento. Poi devi essere responsabile di quanto succede dopo. Il campo dice che i risultati non sono buoni, il mercato non influisce”.

Essere fuori dalla corsa scudetto vi ha fatto mollare?
Juventus e Napoli fanno un campionato a parte. All’inizio volevamo esserci anche noi, ora vogliamo lottare con Lazio e Inter per arrivare nelle prime quattro posizioni. Non è facile sorridere in questo momento però dobbiamo scollarci le paure di dosso. Pensiamo al campo e invertiamo questo trend. Cerchiamo di migliorare per il bene della Roma”.

FLORENZI A PREMIUM

Momento difficile, anche il rigore sbagliato…
“Ho sbagliato il rigore, amen, mi prendo le mie responsabilità. Siamo in un tunnel nel quale non vediamo la luce. Creiamo tanto, dobbiamo solo cercare di girare questa ruota e prima o poi ce la faremo”.

La situazione Dzeko influisce?
“Non credo, anche oggi abbiamo creato tantissimo e potevamo andare in vantaggio. Così non è successo, ci prendiamo i fischi ma andiamo avanti a testa alta”.

La curva voleva incontrarvi. Come mai non siete andati?
“Sono venuti anni fa a dirci che c’è una regola e non possiamo andare sotto la curva perché potrebbero esserci attimi di tensione. Detto questo non vogliamo sottrarci ai fischi, li meritiamo e capisco la loro amarezza”.

Avete concesso molto alla Sampdoria…
“Vero, abbiamo concesso molto. Ma alcune volte siamo riusciti a rubare palle interessanti, dobbiamo migliorare sotto porta”.

FLORENZI A ROMA TV

“Brutta sconfitta potevamo fare meglio io per primo. Mi prendo la mia responsabilità”.

Nel primo sembravate assenti…
“Si la prima mezz’or abbiamo sofferto le tre partite e non avendo tanti ricambi… Dobbiamo cercare di migliorarci”

Eravate scarichi nel primo tempo?
“Ci voleva più rabbia, siamo partiti molli. È venuta così, dovremmo farci delle domande e darci delle risposte in fretta”

Che state facendo per uscire da questa situazione?
“Dobbiamo lavorare di più, dobbiamo fare tutti qualcosa in più. L’impegno non è mai mancato, il mister valuterà su cosa lavorare, oggi doveva essere la partita della svolta. mi sento amareggiato”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

  1. È facile dire mi prendo le mie responsabilità! Ma sono mesi e mesi che non riesci a fare un cross, dopo 5 minuti già boccheggi, e adesso vuoi anche il contratto prolungato e più soldi. Ecco prenditi le tue responsabilità, vai dalla società a dire il contratto lo firmo un mese prima della scadenza, facci vedere che pasta di uomo sei! E smettila di ridere e sorridere in campo, dal sottopassaggio al campo un giocatore una squadra vincente ringhia , si ringhia. E anche tu non fare ….il capitano..romano! Forza roma sempre

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here