Ferrero: “Pallotta? Io avrei fatto ricorso e non avrei insultato i tifosi”

0

NOTIZIE AS ROMAMassimo Ferrero, presidente della Sampdoria, è interventuo questa mattina ai microfoni di Centro Suono Sport per commentare la scelta, presa da Pallotta, di non presentare ricorso contro la squalifica della Curva Sud. Queste le sue parole:

Lei è un sostenitore della Linea Pallotta?
“Io dico solo che sugli striscioni che infamano e sono violenti sono d’accordo Pallotta ma attenzione a levare il folklore dallo stadio. Quando si dice “togliere gli striscioni dallo stadio” bisogna specificare. Togliamo gli striscioni, togliamo i colori… e dopo cosa resta? Sono d’accordo se uno usa striscione per manifestare violenza. No alla violenza, sì allo sport, al folklore, alla canzone e alla gioia. Noi dobbiamo chiacchierare di meno e applicare le regole. Puniamo quelli che hanno messo gli striscioni punto. Non puniamo tutti!”

Lei avrebbe presentato ricorso?
“Certo. Non dobbiamo fare di tutta l’erba un fascio. Cerchiamo di selezionare, di applicare le regole: ora a dire togliamo gli striscioni va a finire che non ci va nessuno allo stadio. Già abbiamo stadi decadenti… il messaggio che diamo alle persone che compra i biglietti per settori che non siano la curva è un messaggio di spavento, di paura. Diamo un messaggio serio, con una strategia, con un metodo e applichiamo le regole”.

La gente che non c’entra con gli striscioni è la maggioranza. Non facendo ricorso non penalizza troppe persone?
“Io non ho le carte né la conoscenza su questo argomento, ma io dico: se ci sono te delinquenti che arrivano allo stadio, puniamo quei tre. Non dobbiamo punire tutti né dare messaggi di spavento. Diamo messaggi di cultura sportiva. E poi chiacchieriamo di meno: è possibile che qui ogni argomento rimbalza per 15 giorni e poi non si fa nulla?”

Romagnoli tornerà alla Roma?
“Romagnoli se torna a Roma fa una cavolata.
Qui sta lavorando bene, è felice. Ma non è mio. Comunque decideremo a Giugno”

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here