NOTIZIE AS ROMA – Il difensore giallorosso, Federico Fazio, è intervenuto ai microfoni dei cronisti presenti sui campi dell’Eastern Michigan University, struttura dove la squadra si sta allenando in questi primi giorni di tournée americana. Ecco le sue parole:

Il primo approccio con i metodi di lavoro di Di Francesco…
“E’ sempre bello tornare e conoscere il nuovo allenatore, capire cosa vuole, cominciare una stagione importante per noi, per la Roma. Dopo le vacanze è bello ricominciare a lavorare nella maniera giusta”.

Come ti trovi con i nuovi movimenti difensivi?
“Bene. E’ molto importante sapere cosa vuole il mister, per tutta la squadra, non solo per i difensori. E’ molto importante iniziare a conoscere lui e il suo staff, cominciare nel modo giusto”.

La difesa ha perso Rudiger. Ci hai parlato? Ti aspetti che venga un calciatore del suo livello?
“Rudiger è un giocatore molto importante, ma chi entrerà al suo posto sarà ugualmente importante. E’ importante allenarsi e lavorare, conoscere i nuovi e l’allenatore”.

Cosa non è andato bene nella fase difensiva lo scorso anno? In cosa dovete migliorare?
“C’è sempre da migliorare, è impossibile giocare sempre alla perfezione. Si può sempre migliorare e cambiare idea, anche perché c’è un nuovo mister. Siamo aperti a lavorare, la squadra è pronta per lavorare. Questo è molto importante”.

L’obiettivo è sempre lo scudetto?
“La Roma è una grande squadra. Per poco non ci siamo arrivati lo scorso anno. Abbiamo fatto una buona stagione. Siamo molto contenti di cominciare di nuovo”.

Sarete pronti per le prime amichevoli?
“Tutti i giocatori sono pronti per giocare, per lavorare. Dobbiamo cominciare a imparare la tattica e anche il modo di stare in campo. Stiamo molto bene e a disposizione del mister”.

Con Di Francesco si giocherà quasi sempre con la difesa a 4, mentre tu ti trovi meglio con quella a 3. Ci puoi spiegare cosa cambia per te? Si è parlato addirittura di una possibile partenza… “L’anno scorso abbiamo cambiato tanto: abbiamo iniziato a 4, poi siamo passati a 3 e abbiamo finito la stagione a 4. Per me è uguale. Non solo per me, ma per tutti. Noi giocatori siamo sempre a disposizione del mister, sempre a disposizione per lavorare”.

In difesa qual è la differenza sostanziale rispetto a Spalletti?
“Questo è il mio primo giorno qua, dobbiamo parlarne più avanti. E’ importante conoscere il nuovo mister e permetter al mister di conoscere la squadra. Dobbiamo lavorare insieme”.

Per te è un anno importante essendo l’anno del Mondiale.
“Sì, ma per me è più importante fare una buona stagione alla Roma. La nazionale è sempre un bel regalo, ma per me è più importante la Roma”.

Manolas potrebbe partire, mentre è arrivato Hector Moreno. Che tipo di giocatore è? Ci hai parlato?
“Ci ho giocato contro quando era all’Espanyol. E’ un buon calciatore, ha fatto una bella carriera. E’ un aiuto molto importante per la squadra”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO