ESCLUSIVA. Canovi a RN Web Radio: “Schick in 3 anni nei primi 5 al mondo. Alla Roma avrebbe più possibilità di giocare”

0

ROMANEWS WEB RADIO – La Roma punta Patrick Schick come rinforzo per l’esterno destro d’attacco. Il talento ceco classe 1996 però, non ha ancora deciso la sua prossima destinazione, corteggiato da tutti i più grandi club di Serie A ed anche da squadra estere. Per parlare delle caratteristiche tecniche del calciatore, è intervenuto ai microfoni di Romanews Web Radio, Dario Canovi, avvocato e procuratore che lo scorso anno portò Schick alla Sampdoria, dopo aver provato senza successo a portarlo a Trigoria.

LE PERPLESSITA’ SUL RUOLO Più di qualcuno esprime dei dubbi sulla possibilità che l’attaccante ceco possa ricoprire con efficacia anche il ruolo di esterno destro, ma il noto procuratore non ha dubbi: “Le migliori partite di Schick alla Samp sono state da esterno. Di Francesco cerca un giocatore che possa accompagnare e servire in caso di necessità Dzeko e lui può farlo. Ha fatto 13 gol e 5 assist non giocando sempre titolare. E’ mancino e parte da destra esattamente come vorrebbe il tecnico giallorosso. Indipendentemente da questo poi credo che sia uno dei pochi giocatori a 21 anni su cui scommetterei ogni cosa”.

LA VICENDA DI MERCATO Non poche le perplessità invece, su tutto il contorno della trattativa, con i procuratori del calciatore che provano a spingere su una soluzione piuttosto che su un’altra: “Per quanto riguarda ciò che sta succedendo in sede di mercato non capisco molto, perché che un procuratore vada in giro a dire ‘Alla Roma mai’, è una grande sciocchezza. Perché è sbagliato andare a mettere in bocca ad un giocatore parole mai dette e poi perché nel calcio le cose cambiano in continuazione. Vorrei poi capire perché no alla Roma, perché per me sarebbe la miglior soluzione possibile per lui. Se va alla Juve troverà un sacco di concorrenti, all’Inter non ne parliamo, perché deve far fuori gente come Candreva, Perisic, Eder ed Icardi. Alla Roma invece, avrebbe molte più possibilità di giocare e mettersi in mostra, con lo stesso riconoscimento economico. Bisognerebbe chiedere ai suoi procuratori perché”.

SUL CALCIO DI OGGI – Canovi inoltre, ritiene giusta la cifra che la Roma potrebbe spendere per acquistare il giocatore, in relazione anche ai prezzi esorbitanti che stiamo vedendo in questo calciomercato per altri talenti del calcio europeo: 40 milioni per Schick? Se sento parlare dei 150 di Dembelè, o 180 di Mbappè, i 40 per Schick pur non essendo pochi, diventano un affare. Sono cifre folli, ma se i soldi restano nel calcio va bene, perché vuol dire che creano benestare e ricchezza, il problema è quando iniziano ad uscire dal circolo del calcio per essere indirizzati a procuratori ed agenti di mercato. La colpa è delle federazioni, che non applicano certe norme contro fondi che già esistono. Un altro errore è stato fatto volutamente da Blatter che ha voluto la cancellazione degli agenti fifa, con le annesse norme che regolavano la professione. Se tu consenti a tutti di essere procuratore, non ti puoi aspettare che siano davvero persone serie con una determinata deontologia professionale. Quello che mi preoccupa poi è ciò che succede nel calcio minore, dove i procuratori comprano le procure dei giocatori perché è un facile modo per fare e riciclare denaro. Hanno fatto finta di non vedere queste cose e ora ci ritroviamo in questa situazione. Siamo alla follia dal punto di vista economico e morale. Ho iniziato ad apprezzare Zeman, che diceva queste cose molto prima di me tanti anni fa. Il fatto che per andare via si disertano gli allenamenti è una cosa gravissima, ma ripeto senza regolamenti ci sta che succedano queste cose”. 

SUL CAMPIONATO E LA CHAMPIONS – Un parere anche sulla Serie A, ma soprattutto sulla Champions, dove il decano dei procuratori, vede l’Atletico Madrid come possibile dominatore del girone: Quest’anno il campionato sarà più combattuto degli scorsi anni, anche se il mercato deve ancora finire. In Champions dire che è stata sfortunata la Roma è un eufemismo, soprattutto perché ha beccato l’Atletico, squadra costruita benissimo, da uno dei ds più bravi del mondo. Sono sicuro che per la Roma è la partita più tosta del girone contro gli spagnoli. Contro il Chelsea la Roma ha delle possibilità molto serie. L’Atletico è tenace, tosto, non ti fa giocare e trova sempre il gol grazie a quei giocatori importanti che ha davanti. Infine, Canovi si lancia anche in un pronostico per la partita di stasera: Io penso che la Roma vincerà 2-1″.

Alessandro Tagliaboschi

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here