ROMA-LAZIO, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso El Shaarawy in occasione di Roma-Lazio, semifinale di ritorno di Coppa Italia.

POST PARTITA

EL SHAARAWY IN ZONA MISTA

Come con il Lione?
“L’andata delle due partite ha condizionato, ma nel ritorno abbiamo provato a vincerla. Abbiamo concesso qualcosa. C’è tanto rammarico, volevamo regalare ai tifosi che sono tornati una gioia. Siamo secondi in classifica dobbiamo mantenere concentrazione”.

Un’eliminazione che fa male…
“Sì, fa malissimo perché è un derby, così come ha fatto male quella col Lione. Penso che al ritorno abbiamo fatto quello che dovevamo fare, abbiamo vinto tutte e due le gare anche se non è bastato. C’è tanto rammarico ma adesso dobbiamo concentrarci sul campionato, siamo ancora secondi. Dobbiamo mantenere la seconda posizione”.

Eliminazione molto simile a quella in Europa. La Roma ha problemi di approccio a queste gare?
“Non penso perché al ritorno, una grande prova di reazione c’è stata. Credo che le partite sbagliate siano quelle dell’andata, sia quella con la Lazio che contro il Lione. Al ritorno, in tutte e due le partite, c’è stata una grande prova di reazione, grande sacrificio. Purtroppo non è bastato. Ci credevamo noi come ci credevano i tifosi, che sono tornati. Li ringraziamo, ci dispiace ancora di più perché volevamo vincere davanti a loro. Adesso però c’è il campionato, ci sono 8 giornate e dobbiamo dedicare tutto a questo”.

E’ possibile agganciare la Juventus?
“Finché la matematica non ci condanna è giusto crederci. Anche loro hanno partite difficili”.

Pensi che Spalletti resterà?
“Non lo so, è una decisione che spetta a lui e ne parlerà con la società. Quello che posso dire da giocatore è che ci concentreremo sul campionato e daremo il massimo per questo finale di stagione”.

EL SHAARAWY A ROMA TV

La tua analisi? Derby vinto ma siamo eliminati:
“Sì così come con il Lione abbiamo fatto quello che dovevamo fare, ovvero ribaltare il risultato ed è normale che quando ti sbilanci in avanti qualcosa subisci, anche se i gol potevano essere sicuramente evitati. Se noi avessimo sfruttato le occasioni nel primo tempo e nei primi minuti era un’altra partita. Siamo stati condizionati dagli episodi e ci dispiace perché ci credevamo nell’impresa. Resta la vittoria ma non basta”.

I tifosi sono preoccupati per un contraccolpo in vista di importanti match…
“Adesso possiamo concentrarci sul campionato. Siamo secondi e mancano otto partite, c’è la possibilità di avvicinarci alla Juve senza cali di concentrazione, perché siamo professionisti e siamo una squadra forte e dobbiamo pensare a quello”.

C’è rammarico, una curiosità vi ha detto qualcosa il mister o dirigente a fine partita?
£No, dopo le partite non parliamo mai, domani o dopodomani analizzeremo la partita nel dettaglio”.

Cosa è successo alla Roma nella fase cruciale della stagione, dal derby di andata passando per il Napoli al Lione?
“Sì, si è decisa tutta la stagione ed in maniera negativa e non me lo aspettavo, perch? eravamo in un gran momento anche se qualcuno diceva il contrario che eravamo stanchi ecc… Secondo me è stato davvero deciso molto dagli episodi e disattenzioni che potevamo limitare specialmente contro il Lione. Però è andata così, dobbiamo pensare al campionato perché ormai siamo fuori da queste due competizioni, ma possiamo dire la nostra”.

EL SHAARAWY A RAI SPORT

Prestazione positiva, ma cosa è andato storto?
“I due gol subiti, se noi avessimo sfruttato meglio le nostre occasioni sarebbe stato diverso”.

Perché questa bella Roma rischia di non vincere nulla?
“Ci hanno condizionato gli episodi, le partite le abbiamo fatte ma ci ha penalizzato molto la partita di andata. Siamo secondi e dobbiamo cercare di mantenere la seconda posizione”.

Credi ancora nello scudetto?
“Si, dobbiamo crederci. Ci credono i tifosi, che stasera ci hanno dato un sostegno importante”.

Perché solo gol segnati in casa?
“Non so dare una spiegazione. Io cerco solo di fare bene, se siano in casa o meno poco conta”.

EL SHAARAWY IN ZONA MISTA

Un’eliminazione che fa male…
“Sì, fa malissimo perché è un derby, così come ha fatto male quella col Lione. Penso che al ritorno abbiamo fatto quello che dovevamo fare, abbiamo vinto tutte e due le gare anche se non è bastato. C’è tanto rammarico ma adesso dobbiamo concentrarci sul campionato, siamo ancora secondi. Dobbiamo mantenere la seconda posizione”.

Eliminazione molto simile a quella in Europa. La Roma ha problemi di approccio a queste gare?
“Non penso perché al ritorno, una grande prova di reazione c’è stata. Credo che le partite sbagliate siano quelle dell’andata, sia quella con la Lazio che contro il Lione. Al ritorno, in tutte e due le partite, c’è stata una grande prova di reazione, grande sacrificio. Purtroppo non è bastato. Ci credevamo noi come ci credevano i tifosi, che sono tornati. Li ringraziamo, ci dispiace ancora di più perché volevamo vincere davanti a loro. Adesso però c’è il campionato, ci sono 8 giornate e dobbiamo dedicare tutto a questo”.

E’ possibile agganciare la Juventus?
“Finché la matematica non ci condanna è giusto crederci. Anche loro hanno partite difficili”.

Pensi che Spalletti resterà?
“Non lo so, è una decisione che spetta a lui e ne parlerà con la società. Quello che posso dire da giocatore è che ci concentreremo sul campionato e daremo il massimo per questo finale di stagione”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO