BOLOGNA-ROMA, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso Edin Dzeko in occasione di Bologna-Roma.

POST PARTITA

DZEKO A ROMA TV

Edin, Fazio ci ha detto che era importante ripartire, la Roma lo ha fatto da grande squadra…
Si dopo che siamo usciti dalla Coppa non era facile perché eravamo tristi, ma mancano 8 partite, una era quella di oggi, all’inizio abbiamo iniziato un po’ male anche per il caldo ma fare 3 gol in trasferta non è mai facile”.

24 gol in stagione, tu hai detto che è la tua miglior stagione, ma ti vuoi sempre migliorare…
“Sì mi voglio migliorare, ma anche Diego oggi ha fatto un gran lavoro e mi ha fatto l’assist che poteva tirare lui ma mi ha fatto fare gol, quindi grazie a lui. Con la squadra anche c’è da migliorare perché ci sono ancora sette partite”.

Non è stato il gol più difficile, devi ringraziare Diego…
“Sì, gliel’ho già detto più di una volta è stato bravo”.

Vi guardate più alle spalle o in alto verso la Juve?
“Tutti e due, il terzo posto non lo vogliamo, siamo usciti col Porto, per questo è importante quest’anno finire minimo secondi, ma ci sono sette partite, siamo 6 punti dietro abbiamo lo scontro diretto in casa, tutto è possibile, dobbiamo crederci”.

Cosa vi siete detti tra di voi dopo il derby per ripartire?
“Come ho detto prima, il mister ci ha detto che ci sono ancora 8 partite, cambia tanto se arrivi primo secondo o terzo, oggi abbiamo vinto una partita importante, la prossima è in casa e dobbiamo fare di tutto per vincere”.

DZEKO A SKY

“E’ stato difficile uscire in semifinale di Coppa ma abbiamo da giocare sette partite ed anche quella di oggi era importante da vincere. Dietro non abbiamo preso gol, e ora dobbiamo crederci sempre”

Una Roma più adatta al campionato che agli scontri diretti?
“Non credo sia così, penso che le prime partite contro Lazio e Lione la Federazione non ha aiutato, in 6 giorni abbiamo giocato grandi partite. Eravamo stanchi, ma una squadra grande deve essere sostenuta per andare avanti”. 

DZEKO A PREMIUM SPORT

Partita non facilissima?
“Non era facile, non abbiamo iniziato bene forse perché era un po’ più caldo oggi rispetto al solito”.

Derby?
“Siamo stati tristi tutti, ci sono otto partite da giocare. Ci pensiamo sempre e oggi lo abbiamo visto”.

Perché le partite andata e ritorno non le gestite bene?
“E’ difficile da dire, quando abbiamo giocato contro Lione e Lazio il calendario era difficile e non ci ha aiutato”.

Difendete il secondo posto o pensate allo scudetto?
“Dobbiamo pensare gara dopo gara, siamo là e c’è solo la Serie A  da giocare. Dobbiamo crederci e difendere il secondo posto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO