SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo:Non tutti hanno creduto alle parole di Monchi che annunciava la fine del mercato della Roma. La squadra per ora è completa, ma se dovesse arrivare un nuovo acquisto in extremis non rimarrei spiazzato. Schick mi ha fatto un’ottima impressione, molto solare e sorridente, l’ho visto convinto e voglioso. Monchi ha fatto un’operazione brillante. Il ceco è un giocatore che in prospettiva può diventare superiore anche a Mahrez”.

Giancarlo Dotto a Tele Radio Stereo: “Schick mi piace molto. Ha detto l’essenziale in conferenza. Ha confermato che il suo ruolo è il centravanti, ma si è detto disponibile a giocare ovunque. Non bisogna dargli una collocazione precisa, bisogna lasciarlo libero di inventare. Fazio è entrato nel gruppo con le movenze e l’atteggiamento da leader. Ho alcuni dubbi sul fatto che Manolas possa essere un punto di riferimento nel gruppo, ha più possibilità Juan Jesus di interpretare questo ruolo. La squadra contro l’Atalanta ha dimostrato una grande solidità difensiva, mentre contro l’Inter dopo aver dominato è crollata, ma era matematico visto come si erano messe le cose”.

Tony Damascelli a Radio Radio: “La Roma è da mettere a fuoco, è una squadra di promesse al momento. Ha ceduto alcuni elementi partendo dall’allenatore, passando al direttore sportivo, ai giocatori e all’uomo simbolo della sua storia. Quella di quest’anno è una sfida, con l’allenatore, coi giocatori del futuro, con un direttore sportivo che ha un curriculum legato al Siviglia”.

Angelo Di Livio a Tele Radio Stereo: “Schick grande acquisto. Già venerdì giocherà l’amichevole e metterà minuti nelle gambe. Potremmo vederlo già titolare contro la Sampdoria. Di Francesco non è nato ieri, studierà le doti del giocatore e sarà in grado di trovare la posizione per far rendere al massimo il giocatore. Non vedo l’ora di veder giocare Schick e Dzeko insieme”.

Federico Nisii a Tele Radio Stereo: “Adesso che è arrivato Schick, toccherà a Di Francesco capire quale sarà il modulo migliore per far rendere al massimo le potenzialità di questo giocatore. A livello dialettico ha dimostrato grande disponibilità. Il suo arrivo ha rappresentato il momento clou del mercato giallorosso. Se si trovassero occasioni dell’ultimo minuto Monchi potrebbe pensare di prendere un difensore, ma solo per migliorare il settore e non per fare numero. Dragovic? Lo scorso anno ha fatto un disastro. Nacho è un obiettivo difficile, ormai è un titolare al Real Madrid. Spero che la Roma non abbia intenzione di vendere El Sharaawy. Il rientro di Karsdorp e Florenzi aiuteranno la squadra di Di Francesco a cambiare passo durante le partite. Il calendario dice che la Roma giocherà il 70% delle sue partite il sabato sera, che non è il massimo, ma è sempre meglio di domenica sera”.

Luigi Ferrajolo a Radio Radio: “La squadra è forte come quella dello scorso anno. Ha perso Salah e Ruediger, ma ha investito anche. Schick è una soluzione più che degna. Il centrocampo mi sembra più completo rispetto alla passata stagione. In difesa manca Ruediger, ma sono stati presi Karsdorp e Kolarov che rappresenta una certezza. Tutti sappiamo che Di Francesco è bravo e conosce l’ambiente, ma è la prima volta che si trova in una realtà importante come la Roma, mi auguro che andrà tutto bene”.

Mauro Bergonzi (ex arbitro) a Tele Radio Stereo: “L’episodio Skriniar-Perotti lascia perplessi, soprattutto per il mancato utilizzo del VAR. C’è stata una mancanza di collaborazione, frutto dell’inesperienza dell’utilizzo di questa nuova tecnologia. Era un’azione che l’arbitro avrebbe dovuto vedere e sanzionare a velocità naturale: non era coperto, non c’era nulla che ostacolasse la sua visuale, era nella sua zona di campo e soprattutto quella era la dinamica tipica di un calcio da rigore. L’angolo concesso successivamente nasce dal fatto che, secondo l’arbitro, Skriniar aveva toccato la palla, ma per la dinamica era impossibile. Spero che dopo prime giornate i direttori di gara non perdano la loro centralità e la loro personalità”.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Io voglio vincere lo scudetto, il mercato ha colmato il gap? Ho dei dubbi amletici che spero mi possa sciogliere il campo. Non si può bocciare in assoluto il mercato della Roma. Già esserci avvicinati alla Juventus significherebbe aver fatto un ottimo mercato”.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo:Con Schick andrei molto cauto perché il caso Iturbe mi ha spaventato. Lui ha dato la sua disponibilità nell’adattarsi a destra nello schema di Di Francesco. Ha un potenziale enorme ma deve ancora crescere molto”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Io se fosse possibile prenderei un altro difensore centrale, ma solo se riesci a prendere uno che ti migliora. Non è che la Roma non può iniziare la stagione senza prendere un altro difensore”.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “La Roma, sulla griglia di partenza, parte terza solo dopo Juve e Napoli e poco prima di Inter e Milan. Prima o poi i bianconeri sbaglieranno e tu devi essere pronto ad approfittarne. Purtroppo la Roma inizia il sesto campionato di seguito senza main sponsor ed è una grande perdita perché, così facendo, ti mancano almeno 30 milioni di euro. Nacho alla Roma? Ora è praticamente un titolare nel Real Madrid a causa degli infortuni degli altri difensori, quindi non partirà”.

Roberto Renga a Radio Radio: “Il contratto di Schick è una grande novità che da oggi in poi copieranno in tanti. E’ stata una mossa geniale perché sia la Roma che la Sampdoria ci guadagneranno in futuro, anche se tutto dipenderà da Schick e da quanto diventerà forte”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: “Schick non giocherà mai contro la Sampdoria anche se fosse in forma”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Vediamo se la Roma adesso riesce a rimediare qualcosa dietro. Moreno fino adesso a cosa è servito? Schick non si è lasciato bene con la Samp e non credo che i tifosi abbiano dei rimpianti, se sta bene a Genova può giocare. Quando sei forte, dove ti mettono stai. Schick è un giocatore duttile, quindi non vedo nessuna confusione tattica”.

Nando Orsi a Radio Radio: “La Roma ha fatto un grande colpo e il modo in cui lo ha pagato lo rende ancor di più. Penso sia un titolare e ora Di Francesco vedremo come lo adatterà”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

17 Commenti

  1. Siamo in attivo di 24 pippi daje co sto centrale , se si riuscisse a prenderne 1 che darebbe sicurezza la dietro saremmo molto competitivi . In più si è abbassato il tetto ingaggi del 5% .
    Senza contare tutte le provvigioni risparmiate date ai vari procuratori / affari con i vari amichetti (Preziosi / Galliani ) del re del mercato e delle plusvalenze .
    MONCHI FENOMENO !!!!!!
    Forza Roma

    • Sarebbe il top! Un centrale che sa giocare la palla! Dalla coppia benatia castan che non ne abbiamo uno. Almeno si fa girare un po’ il pallone senza dover andare sempre a mille all’ora.

          • Si, sulla carta sembra un buon quartetto, ma sulla carta Iturbe era un fenomeno, poi sappiamo come è finita.
            Kolarov spostato al centro ti può impostare, il Kolarov laterale visto fin d’ora però ha dato molta spinta, vediamo cosa ne pensa Di Francesco, in ogni caso se sposta il serbo al centro in maniera continuativa, mentalmente perdi sia Fazio che Jesus.
            p.s. per Fabiano….pare che la sora Camilla fosse dotata di una quinta la Sora Campiglia come sta messa?

          • @Emiliano,provocazione per provocazione,si io l’avrei fatto ed avrei anche venduto Dzeko ed avrei puntato dall’inizio su Shick,c’è solo un piccolo problema,il Viterbese guadagna il doppio di quello che avrebbe potuto dargli la Roma,ammesso che ne avesse avuto la voglia,troppo rancore verso di noi

  2. Si, vanno bene, ma ricordiamoci che ci sono un sacco di partite quest’anno e se potessi non ne sottovaluterei nessuna. Nei 90 minuti non siamo inferiori a nessuno. Ne in Italia, ne nel mondo. Ci sono un sacco di cambi possibili, adesso speriamo che si crei un bel gruppo. E questo dipende solo dal mister e dalla società. Sono veramente 22 titolari. Forza Roma!
    Divertimento

  3. Lotta per il 4° posto=Champion’s=$$£
    Mr Li i problemi saranno rappresentati non tanto dagli interessi da pagare al fondo Usa (alti ma non altissimi) quanto dal rimborso del capitale: con l’Ebitda del Milan che andrà a peggiorare nel 2017-2018 e senza cassa operativa a sostegno. Dal club, anche tramite un video,si ostenta tranquillità sulla situazione finanziaria. Ma dopo l’operazione con Fininvest il debito si è solo trasformato (da bancario) in due bond emessi dal Milan a Vienna. Chi ha problemi è Mr Li, visto che la holding Rossoneri ne dovrà rimborsare altri 180 garantiti a Elliott da un pegno sulle azioni del Milan.

    • Ahahahaha Grande Fabiano, spero che la Campiglia sia bionda visto che la Camilla è mora.
      Ritornando al calcio, su Bonucci sono in sintonia, l’obiettivo era ridurre il monte ingaggi (dicono che lo hanno fatto del 5%, che non è moltissimo) quello dell’ex Juve è astronomico e avrebbe falsato tutti gli equilibri di spogliatoio, e poi Bonucci fa parte di quella categoria di giocatore totalmente incompatibile con la Roma, di solito non ho preconcetti verso nessuno, ma penso che ambientalmente lui era ed è inadatto.

      • io invece penso che era l’ideale visto l’astio ed il senso di rivalsa nei confronti della Rube ,alla Roma servono come il pane i tipi come Bonucci , non solo per le doti tecniche ma anche caratteriali e, poi deve essere successo qualcosa di grave . Per il tetto ingaggi no problem ti saresti tolto i 2,5 netti di Jesus , altro grande affarone del re delle plusvalenze ………..
        Con la velocità di Manolas , e lui ad impostare e lanciare saremmo stati quasi perfetti .
        @Anto anche Kolarov è incompatibile con l’ambiente romanista ma in queste 2 partite ha fatto il suo e poi basta con questi preconcetti mi sarei preso pure keyta , ed in panchina Conte il massimo degli antiromanisti .

    • Io dico che una squadra forte, o che si ritiene tale, non vende i suoi pezzi migliori e, se serve si va a comprare Bonucci. Il suo ingaggio è fuori parametro pure al Milan; ma lì, che c’è una proprietà, TUTTI zitti e giocare!. Qui a Roma, dove non c’è una proprietà, perchè il club è ancora delle banche, TUTTI parlano e bussano a soldi dopo mezza stagione a buoni livelli. La differenza c’è… E, purtroppo, si nota. -3 dalla vetta alla seconda giornata. Complimenti a tutti.

LASCIA UN COMMENTO