Dotto: “Roma senza fuoriclasse, deve puntare sul gioco di squadra”

9

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Giancarlo Dotto a Tele Radio Stereo“L’Inter non vincerà a Bologna stasera, ne sono certo. Il campionato si vince vincendo le partite come quella con il Benevento, assolutamente da non sottovalutare. La Roma non ha fuoriclasse capaci di risolvere il match, deve contare sul gioco di squadra. Giocatori come Florenzi, Pellegrini e Under visti col Verona, alzano il livello della squadra”.

Gianluca Lengua a Radio Radio Pomeriggio: “La Roma deve puntare assolutamente allo scudetto, ha una rosa di livello attrezzata per competere con tutti. Hanno cambiato tanto e nonostante ciò hanno perso con l’Inter non meritando e hanno pareggiato con l’Atletico Madrid. Mancano tra l’altro ancora Schick e Karsdorp. Schick non è pronto come ha detto Di Francesco, ma se lo diciamo noi ci prendiamo gli insulti”.

Franco Melli a Radio Radio Pomeriggio“La Roma non credo giochi per lo Scudetto. Le grandissime squadre le vincono tutte le partite. Le prossime due i giallorossi le vincono, ma con il Milan non possono neanche pareggiare perché andrebbero a 5 punti dalle prime. E’ sbagliato ricominciare sempre da capo”. 

Guido D’Ubaldo a Radio Radio Pomeriggio“Col Verona erano presenti osservatori del Manchester United per Pellegrini, che piace molto a Mourinho. Non dimentichiamoci che su di lui c’è una clausola da 30 milioni. Adesso l’obiettivo primario della Roma è arrivare nelle prime 4. E’ ripartita con un altro progetto ed è tutto da verificare. Se va tutto come deve andare può viaggiare con Juve e Napoli, ma ci sta che qualcosa vada storto”.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo“A Benevento ci sarà un clima particolare, quindi bisogna essere pronti a saper reagire, anche perché ci saranno pochissimi spazi per giocare. Baroni martella molto sull’aspetto mentale. E’ una partita complicata. Non sono preoccupato per l’aspetto mentale, la Roma non si è mai tirata indietro. Bisogna andare là preparati”.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Per Karsdorp serve grande pazienza, l’importante è che la Roma sia coperta in quel ruolo con Florenzi e Peres. Domani metterei il primo dei due, per la prossima con l’Udinese bisogna valutare: giocarne 3 in 8 giorni poi diventa tosta”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo: “La Roma deve rispettare il Benevento, io non mi fido di una squadra che perde 4 partite, anche se fosse soltanto per la legge dei grandi numeri. La Roma deve imboccare la strada della squadra per diventare grande, e questo percorso passa anche attraverso la sfida col Benevento. Non vedo l’ora di vedere Schick, ma facciamolo lavorare questo ragazzo”.

Salvatore D’Arminio a Centro Suono Sport: “La situazione che riguarda Schick mi sta innervosendo. Risolto il problema cardiaco, dopo due mesi di stop, credo che siano stati affrettati i tempi qui a Trigoria gestendo male il giocatore”.

Roberto Renga a Radio Radio: “Secondo me Schick ha esagerato nel cercare di recuperare in fretta. E’ stato fermo tanto per via del cuore, non si era mai allenato. Col Verona non l’avrei fatto giocare. Rimettiamolo a zero e poi facciamolo crescere passo dopo passo, anche perché la Roma può vivere anche senza Schick. Out 7 giorni? Ci deve stare anche di più. Inutile metterlo in campo per 15’. Si può aspettare anche un mese, serve pronto per 90’, non per 15’. Per la Roma domani sarà dura fare il primo gol. Quest’anno sarà Milano contro Roma per la prima volta dopo tanti anni”.

Franco Melli a Radio Radio: “Schick? Bisognerebbe rivederlo in campo per Milan-Roma. Lì la squadra di Di Francesco si giocherà il tipo di stagione che è destinata a fare. In questo campionato c’è un pericolo ancora più grande della scorso: se alcune squadre retrocedono a Natale, si avranno tante gare senza motivazioni”.

Furio Focolari a Radio Radio: “Per vedere il vero Schick ci vorrà un mese. La Roma con il Verona si è fermata, mentre il Napoli ha fatto la goleada contro il Benevento. Quindi domani tra Benevento e Roma sarà diverso rispetto al derby campano”. 

Roberto Pruzzo a Radio Radio“Io ho la curiosità di vedere dove Di Francesco metterà Karsdorp e Schick, ma si deve aspettare ancora un po’. Non tanto con il Verona, perché conta poco, ma contro l’Inter la Roma ha dimostrato di essere una squadra che dà garanzie. A Benevento la Roma vince. Schick? Non saprei giudicare, tutti sapevano di questo problema altrimenti ora sarebbe un calciatore della Juve. Da lì in avanti non so cosa sia successo”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Pellegrini è un giocatore bravo e di prospettiva. La Roma se lo tiene là, ma è giusto che abbia degli estimatori. In questo momento se la gioca con Strootman quasi alla pari, visto anche la condizione fisica dell’olandese. Non mi stupirei se Di Francesco continuasse a schierarlo titolare insieme a Nainggolan. Il Benevento tre partite su quattro non meritava di perderle e se non scendi in campo con la giusta mentalità qualche insidia potresti averla”.

Sandro Sabatini a Radio Radio: “La clausola di Pellegrini è abbastanza bassa, visti i prezzi dal dopo Neymar, trenta milioni li reputo pochi. Il Benevento che si è visto contro il Napoli è una squadra ancora di Serie B, ma forse Baroni e l’ambiente potrebbero portare stimoli alla squadra. L’esito della gara comunque non è in discussione, vince la Roma”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

9 Commenti

  1. Bruno Peres lo farei giocare per non fargli perdere la fiducia, Florenzi è meglio che faccia riposare un po le gambe vista l’inattività per infortunio, darei ancora spazio a Under e Pellegrini così come a ElSha. Golanons farà una gran partita. Daje

    • Qui c’è poca gente che si rende conto che quest’anno, forse per la prima volta, la Roma ha la possibilità di cambiare ad ogni partita rimanendo sempre più o meno dello stesso livello. Stiamo parlando di Florenzi che possiamo permetterci il lusso di non forzare i tempi del rientro, stiamo parlando di Karsdorp che ancora non a visto il campo, di Emerson Palmieri e del colpo più costoso della storia della Roma che ha fatto solo un quarto d’ora, cioè, di 4 potenziali titolari, mezza squadra. Eppure, non siamo mai andati in “emergenza” (forse solo il terzino dx contro l’Inter, ma se si fanno male il titolare, la riserva, la riserva della riserva, il possibile outsider della primavera, lì non ti serve un ds, ma Lourdes)

  2. E pure i nebbiosi come dotto….che da dietro il burattinaio ancora parlano quando invece dovrebbero solo sta zitti e spera ke il pupazzo nn casca xke se casca so tutti rovinati…ma purtroppo stamo in italia e quindi nn casca…capirai dopo americani francesi tedeschi e russi mo se sta a venne pure ai cinesi….e quanno casca…

  3. Ma Pruzzo e cosi ignorante o fa solo finta di esserlo? Che cosa c’entra l’aritimia cardiaca con un infortunio muscolare? La Juve non prese Schick per un problema muscolare di poco conto? Ridicolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here