Dotto a RN Web Radio: “Chiederei a Di Francesco se è davvero consapevole della sfida che sta affrontando”

6

ROMANEWS WEB RADIO – Torna l’appuntamento con la rassegna stampa sulla Web Radio di Romanews.eu. Si riparte con “Non Rassegniamoci”. Dalle 7.30 alle 10.30, Federico Prosperi e Paolo Sparla vi terranno compagnia con la lettura dei principali quotidiani sportivi, ma non solo: commenti, notizie, esclusive, collegamenti con giornalisti e aggiornamenti sulla Roma, rigorosamente in diretta.

COME ASCOLTARCI – Sulla homepage di Romanews.eu basta cliccare sul banner in alto, oppure visitare direttamente il canale della nostra Web Radio su Spreaker (https://www.spreaker.com/user/romanews.eu). In alternativa si può seguire live la puntata visitando la nostra nuova applicazione Romanews.eu, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, e cliccare sul microfono in alto a destra.

COME INTERAGIRE CON NOI – Potete intervenire in diretta, commentando live sulla nostra pagina Facebook Web Radio Romanews, oppure inviando un messaggio (SMS o Whatsapp) scritto o vocale al numero 3926525501.

I COLLEGAMENTI – Prima parte di trasmissione dedicata alla rassegna stampa con la lettura dei principali quotidiani sportivi. Alle ore 9.30 via ai collegamenti: si parte con Giancarlo Dotto, da Dagospia.com. Alle 10.00, invece, è il turno di Riccardo Cotumaccio, Retesport.

LE PAROLE DI DOTTO – Giancarlo Dotto, giornalista di Dagospia.com, interviene ai microfoni di Romanews Web Radio. Queste le sue parole: “Parlare di ammutinamento è troppo, non è assolutamente così. Quando un gruppo percepisce che il suo leader non è più in grado di portarlo verso i determinati obiettivi, scatta una situazione di rigetto. Vedo forti segnali in questa direzione, le dichiarazioni di Dzeko ne sono un esempio, secondo voi parla a caso? E’ chiaro che un malessere c’è. Se questa squadra con Spalletti ha giocato in costante proiezione offensiva e Dzeko ha fatto 39 gol e improvvisamente non tocca pallone, si gioca inoltre per difendere un pareggio in casa come una provinciale, allora c’è qualcosa che non va. Fazio al posto di Defrel è stata una mossa tattica vista come un colpo napoleonico, quando in realtà non è così. La Roma è stata salvata da Alisson travestito da superman. Nainggolan e Strootman che si trovano scollegati dal contesto, De Rossi lo stesso, e queste unito al fatto che Di Francesco non è un leader sono cose che mi preoccupano un po’. Siamo stati presi a schiaffi, vediamo lo 0-0 e lo riteniamo un risultato preziosio. Non è uno 0-0, è un 1-3 o uno 0-2, dobbiamo tutto ad Alisson. Il carisma ce l’hai o non ce l’hai, puoi affinarlo, è vero, ma devi nascerci. So che la comunicazione passa attraverso il volto, la voce, i tuoi gesti, un club come la Roma ha bisogno di una persona carismatica. Di Francesco non lascia nulla invece, non trapela nulla dalle sue parole, mai una staffilata, mai nulla. La Roma ha bisogno di essere supportata dal suo allenatore, non è in grado di supportare lei chi allena. Le sfortune di Spalletti sono le fortune di chi ha grande capacità di comunicazione. Tu lo ascolti e pensi che subito che abbia il bastone carismatica. A Di Francesco in conferenza chiederei quanto è grande la sfida che sta affrontando e se secondo lui ne ha le capacità per farlo. Comunque io auguro una grande carriera a Di Francesco, a me interessa solo della Roma. Sono convinto comunque che con Spalletti la Roma avrebbe vinto lo scudetto. Purtroppo lui non ce la faceva più e se ne è andato. Voglio bene alla Roma, non mi interessa degli allenatori. Se Di Francesco cambia e mi smentisce sono il primo a darmi del deficiente”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

6 Commenti

  1. Solite critiche per mettere le mani avanti in questo momento è necessario suggerire quelli che pensi sia meglio alla squadra . Quella che leggo è una critica che non sa soluzioni ne pensa che ci siano giustificazioni , chiaramente preferirei un approccio diverso da segue la squadra

  2. Dotto è scandaloso, è l’unico che non sta capendo niente, neanche le dichiarazioni di Nainggolan gli hanno fatto capire che si sta sbagliando su tutto quello che dice, di Francesco è consapevole della sfida che sta affrontando, è Dotto che non ha capito in quale direzione stiamo andando e quanta personalità ha Di Francesco, Dotto ha delle percezioni sbagliate ed alterate talmente scandalose che non dovrebbe neanche più essere preso in considerazione,l’inteliggenza calcistica che ha Di Francesco è un valore aggiunto.

  3. Non stravedo per di Francesco ma se c’è uno che prova a demolire la Roma questo è dotto, se fosse rimasto spalletti avrebbe detto che non era in grado di vincere per l’ambiente romano. Ma perche quest’uomo non scrive sulla Juve Milan Inter?non abbiamo bisogno Delle sue informazioni destabilizzanti.

  4. dispiace dirlo la penso esattamente come dotto….ahimè….penso sia un anno di transizione con smantellamento sistematico l’anno prossimo anche dell’allenatore….qua ci vuole un capello un ancellotti un guardiola un conte anche un sarri…sarei contento….è troppo acerbo per la roma…forse in altri contesti come juventus sarebbe più pronto poiché protetto da una grandissima struttura societaria che abbassa la cresta anche al maggior campione in squadra.
    manca un centrale difensivo di livello..e il sostituto di salah qualora fosse shock allora il 4_3_3 per me non è applicabile…troppe diversità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here