Chievo Verona-Res Roma 0-1

0

RES ROMA – Con un gol di Melania Martinovic la Res Roma espugna il campo del Chievo Verona, ottiene la seconda vittoria consecutiva e balza al sesto posto in classifica, superando sia il Chievo che il Bari. Tantissime le assenze in casa Res Roma: mister Melillo deve rinunciare a Fracassi, Biasotto, Mosca, Orlando, Corrado, Liberati, Simonetti e soprattutto a capitan Nagni, e manda in campo dal primo Pipitone tra i pali, Labate, Savini, Lommi e Romanzi in difesa, Picchi e Coluccini a centrocampo, con Greggi, Ciccotti e Palombi alle spalle di Martinovic. Bastano solo cinque minuti alle ospiti per sbloccare il match: punizione dalla tre quarti di Lommi, intervento goffo di un difensore scaligero e tocco ravvicinato di Martinovic che firma l’uno a zero.  La risposta del Chievo non si fa attendere e arriva con due conclusioni dalla distanza: all’ottavo Carradore sfiora il palo, mentre al quarto d’ora Pipitone blocca una bella conclusione di Sardu. L’occasione per il raddoppio delle capitolina giunge al ventesimo: cross dalla destra di Labate e colpo di testa di Martinovic deviato in corner.  Con il passare dei minuti aumenta l’agonismo ma diminuisce lo spettacolo e nessuna delle due squadre riesce a creare vere azioni da rete.
La ripresa è di tutt’altro spessore, le azioni si susseguono e i portieri diventano protagonisti: il Chievo parte con il piede sull’acceleratore e sfiora subito il pari prima con Coppola, che manda fuori e poi con Boni a cui si oppone Pipitone. Al settimo bella conclusione di Solow e grande risposta di Pipitone che salva il risultato; al decimo grandissima occasione per Martinovic che si ritrova tutta sola davanti a Gritti ma spreca malamente. Qualche minuto dopo Coluccini ci prova dalla distanza ma Gritti devia, mentre al quarto d’ora un altro grande intervento di Pipitone nega la gioia del gol alla neo entrata Faccioli. Al ventesimo Ciccotti ci prova dalla distanza, mentre due minuti dopo Martinovic serve Palombi il cui tiro è neutralizzato da Gritti. A venti minuti dalla fine altra tegola per mister Melillo che deve far uscire dal campo per infortunio Ciccotti, sostituita dalla giovanissima Graziosi, al debutto in Serie A. Nel quarto d’ora finale forcing delle clivensi che provano a ristabilire il pari ma la difesa giallorossa regge e a cinque minuti dalla fine è il palo a fermare la corsa di un perfetto calcio piazzato di Palombi. Tanto pathos e nulla di fatto nella fase finale: al triplice fischio esultano le capitoline che ottengono una vittoria fondamentale in chiave salvezza e risalgono al sesto posto della classifica, a sole due lunghezze dall’Atalanta, attesa domani dal match contro la Juventus, prossima avversaria della Res Roma.

Le dichiarazioni post gara del tecnico romano Fabio Melillo: “In una situazione complicata per le tante assenze, le ragazze hanno fornito una prova di grande spessore, dando continuità alla bella prova di Ravenna. Sono contento della crescita morale della squadra, è importantissimo continuare con questo atteggiamento, frutto di lavoro e applicazione costante. Questa era stata veramente una settimana complicata per tanti motivi e anche le ultime defezioni potevano costare care, ma quando crei un gruppo con un’identità ed un’idea, poi riesci ugualmente ad essere squadra; speriamo di recuperare qualcuna per sabato prossimo e intanto ci godiamo questi due blitz esterni”.

IL TABELLINO DEL MATCH

Chievo Verona – Res Roma 0-1
Marcatrice: 5′ Martinovic

Res Roma: Pipitone, Romanzi, Savini, Picchi, Coluccini, Palombi (90′ Chiappa), Lommi, Labate, Ciccotti (69′ Graziosi), Greggi, Martinovic. A disp.: Parnoffi, Natali. All.: F.Melillo

Chievo Verona: Gritti, Zamarra, Bissoli (62′ Mason),, Salamon, Mascanzoni (69′ Tombola), Carradore (25′ Faccioli), Sardu, Solow, Fuselli, Coppola, Boni. A disp.: Meleddu, Montecucco, Benincaso, Marchiori. All.: D.Zuccher

Arbitro: Zanotti di Rimini
Ammonite: Salamon – Faccioli (C) Pipitone – Labate – Coluccini (R)

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here