Chelsea. Conte: “Girone complicato, Roma squadra forte”. Morata: “Sono al 100% e spero di far gol domani” (FOTO e VIDEO)

0

CONTE ROMA-CHELSEA – Il tecnico dei blues Antonio Conte interviene in conferenza stampa, insieme ad Alvaro Morata, dallo stadio Olimpico alle 19.00 alla vigilia di Roma-Chelsea, sfida di Champions League.

Dall’Olimpico:
Gian Marco Torre

LA CONFERENZA STAMPA:

Parola a Conte:

Il ritorno in Italia?
“Abbiamo recuperato Drinkwater e Moses, dobbiamo cercare di essere noi stessi”.

La partita d’andata?
“Quando finisce 3-3, significa che entrambe volevano vincere, penso che il risultato sia stato giusto e domani sarà molto dura contro una buonissima squadra che è la Roma, dobbiamo dare il meglio di noi”.

Perché le inglesi stanno facendo così bene?
“Il nostro è un girone complicato, dobbiamo affrontare diverse competizioni e non è facile affrontare tutto, abbiamo vinto le ultime due in campionato e ora abbiamo la Roma, per noi è importante aver superato questo momento. Per me è importante poter contare sull’intera rosa”.

Settimana complicata dal punto di vista del calendario: ritiene che il sorteggio sia stato sfavorevole? Kanté?
“Abbiamo due partire complicate prima della sosta, ma per me la cosa più importante è affrontare partita dopo partita, faremo del nostro meglio per ottenere un buon risultato. Su Kanté dico che si è allenato con noi, in questo momento ritengo sia importante ascoltare il calciatore, ascoltare le sue percezioni, alla luce di questo prenderemo le decisioni migliori”.

Morata ha dichiarato di essere contento a Londra ma di avere problemi con il traffico. Qualche consiglio per lui? Il suo primo anno fu difficile come da lei affermato?
“Voglio essere onesto, non ho letto l’intervista che ha rilasciato, so che è felice di essere al Chelsea, vive nel palazzo dove ho abitato anche io e ogni volta che ho parlato con lui mi ha ribadito di essere contento. Il problema mio è legato al fatto che l’anno scorso ero solo senza la mia famiglia e quest’anno ho risolto questo problema, io vivo a Cobham e sto benissimo. È un’esperienza bellissima per me vivere a Londra”.

Dopo la Roma siete entrati in serie positiva…
“Dopo la Roma abbiamo ottenuto tre vittorie. Come ho detto in precedenza, per noi è importante superare questo periodo. Quando hai diversi problemi e devi giocare sempre, hai sempre problemi e per superare questo momento devi lavorare bene e tirare fuori le migliori soluzioni per sopperire all’emergenza ed è da inizio anno che stiamo così, speriamo finisca quanto prima questo periodo. Abbiamo giocatori che devono recuperare, aspettiamo Moses. Siamo partiti con la rottura della caviglia di Hazard, poi a inizio campionato si è spaccato la faccia Pedro, l’importante è mettere sempre noi stessi in ogni partita, a volte siamo più bravi altre volte no”.

È orgoglioso dell’Inghilterra Under 17?
“Ho già risposto dopo il Bournemouth, il calcio inglese è destinato a essere brillante, hanno vinto un campionato del mondo in quella categoria e il futuro sarà importante, cinque dei nostri elementi militano in questa squadra”.

Inizia Morata:

Hai parlato della Juventus e del tuo legame con loro…
“C’è stato qualche problema di traduzione, ho detto che sono stato bene con loro e ho lasciato quel club solo perché il Real mi ha rivoluto. Non so se resterò a vita al Chelsea, ma a Londra io e la mia famiglia viviamo benissimo”.

Cosa intendi per Londra, una città molto stressante…
“Londra mi piace molto, in futuro non so se resterò. E’ normale che preferisco tornare in Spagna. Comunque mi riferivo solo al caos della metropoli, al traffico. Londra è una città straordinaria”.

Il tuo rapporto con Conte?
“E’ una relazione molto buona, gli piace lavorare duro come a me. E’ uno dei migliori allenatori al mondo e mi piace molto come persona”.

Come ti senti?
“Sono al 100% della mia condizione, ho avuto un piccolo infortunio che mi ha costretto a uno stop di 20 giorni”.

I tuoi obiettivi?
“Io voglio sempre segnare, spero di andare a segno, non posso fermarmi a rimuginare sulle occasioni mancate”.

La partita contro la Roma?
“Non ho ancora segnato, spero di farlo da domani. L’intesa con Hazard è buona, è facile giocare con lui. Possiamo migliorare ancora”.

Sei felice al Chelsea?
“C’è stato un malinteso, se mi offrissero un contratto di 10 anni, resterei. Devo dimostrare che sono da Chelsea sul campo (l’addetto stampa chiarisce che Morata non ha mai detto di essere infelice a Londra, ndr)“.

 

ROMANEWS.EU SEGUE LA CONFERENZA STAMPA IN TEMPO REALE

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here