SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Giancarlo Dotto a Tele Radio Stereo“Come si fa a non inserire la Roma nelle prime 4 del prossimo campionato? Sicuramente è una forzatura inserire Milan e Inter, certamente non la Roma. Dovesse arrivare uno tra Mahrez e Berardi, andrei a fare la mia giocata sullo scudetto giallorosso. Secondo me la Juventus non vincerà il campionato, quindi è il momento buono. La Roma è tra le prime 3, non vedo come si possa dire il contrario. Le tasche di Pallotta devono aprirsi perché questo è l’anno buono. Come alternativa a Mahrez, l’unica possibile a livello di qualità è Berardi. Gli altri non mi convincono”.

Stefano Carina a Radio Radio Pomeriggio“L’interesse della Juventus per Strootman è noto da gennaio. Io ho solo scritto che c’è stato un sondaggio e che dalla Roma smentiscono che il calciatore voglia avvalersi della clausola. Nel pezzo c’è scritto che lui resta. Mahrez? Dal Leicester mi dicono che l’offerta della Roma non è ancora accettabile, ma non mi sembra una vera e propria chiusura. È una trattativa stranissima, non ne ricordo una così a carte scoperte. Tutti sanno tutto. È tutto troppo scoperto: non vorrei che in questo momento la Roma stia facendo trapelare di essere ancora su Mahrez mentre magari sta già chiudendo per l’alternativa. Il mio timore è uno: questa piazza si è fatta la bocca con Mahrez, chiunque arrivi al suo posto sarà già visto con un po’ di scetticismo. Aspettiamo. Alla Roma serve un titolare al centro della difesa, uno che giochi vicino a Manolas. La priorità della Roma è il rinforzo in difesa, paradossalmente più di Mahrez. Questa Roma mi sembra più completa rispetto a quella dello scorso anno, ma manca qualcosina a livello di qualità, quel giocatore che faccia accendere la fantasia”.

Stefano Agresti a Radio Radio Pomeriggio“Mahrez? Il problema della Roma è che i club inglesi non hanno bisogno di soldi. Il giocatore si è esposto, ma non è stato sufficiente. Per me la trattativa è ancora aperta, ma non sarà sicuramente facile portarla a termine. Per la Roma è difficile trovare un difensore centrale titolare. Forse oggi il giocatore più adatto a giocare accanto a Manolas è Juan Jesus, è il meno peggio dei tre per giocare al fianco del greco. Per me questa Roma ha una grande certezza nel centrocampo, probabilmente il migliore del campionato. La lacuna in difesa, però, è grave. Questa è una Roma con soluzioni in più rispetto allo scorso anno, ma con due lacune da colmare: l’esterno destro e il difensore centrale. Fazio fatica molto a giocare a 4, Moreno non lo considero proprio”.

Tony Damascelli a Radio Radio Pomeriggio: “Strootman è un giocatore sicuro, garantito. È un sarto del calcio. Un giocatore roccioso, ideale per qualsiasi squadra. È un’idea per la Juventus, ma come ho detto prima, ha qualche dubbio sul suo ginocchio. Hanno paura di ritrovarsi con una situazione simile a quella di Schick”.

Andrea Pugliese a Tele Radio Stereo: “Mahrez? A Trigoria non è arrivato ancora il no ufficiale, però da Leicester fanno sapere che non è un’offerta consona alle richieste del Leicester. La risposta negativa del Leicester sottolinea due cose: la prima è che non ha mai messo in vendita il giocatore, quindi se qualcuno vuole il giocatore deve avvicinarsi ai 40 milioni di sterline richiesti, e la seconda che non ha mai ragionato in euro, ma in sterline, e quindi non è più un discorso dai 40 ai 50, ma è un discorso dai 44 ai 55. Il Leicester valuta 50 milioni di sterline il giocatore che può scendere a 40 se viene ceduto all’estero, che in euro sono 44 milioni. Poi bisogna vedere come ha offerto i 35 milioni la Roma, se i bonus sono compresi o no. Cosa può succedere ora? Può essere che la Roma decida di andare fino in fondo temporeggiando. Ma non so quanto possa temporeggiare, visto che il giocatore lo devi dare in tempi congrui a Di Francesco per poterci lavorare su. Il massimo che può fare la Roma è offrire 35 milioni cash, ma non credo possa andare oltre. Secondo me non vale il discorso che ha fatto Mahrez che c’è ancora tutto un mese per vedere cosa succede, perché ho l’impressione che la Roma voglia avere il giocatore a disposizione entro una decina di giorni, che sia Mahrez o chi per lui”.

Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “Mahrez? Per me 40 milioni sono una cifra esagerata, sono un rischio elevatissimo. La valutazione giusta era la prima valutazione della Roma, però il Leicester, che ha il coltello dalla parte del manico, giustamente lo sopravvaluta. Il direttore sportivo bravo è quello che ti va a prendere Mahrez a Le Havre. Le alternative? Tra tutti quanti, quello che a me piaceva era Emre Mor. Sinceramente non me lo vorrei vedere esplodere all’Inter, perché ha dei numeri da Messi. Cuadrado? E’ un giocatore totalmente diverso da quelli che sta cercando la Roma, perché è uno che va sul fondo e crossa. Per quello che ha fatto vedere negli allenamenti, Di Francesco non ha in mente Cuadrado. Berardi? Bisogna vedere il prezzo, per 40 milioni sta bene al Sassuolo. Ci spenderei massimo 20-25 milioni. Per Mahrez io mi fermerei qui, non credo alle trattative che durano così tanto. O si mette di mezzo il giocatore in qualche modo, o trovi delle formule alternative. Se la Roma deve fare una quarta offerta ufficiale diventa una barzelletta, quindi non ci credo molto”.

Alessio Nardo a Tele Radio Stereo:Laxalt non lo vedo in questo momento nella Roma perché non è un’urgenza. E’ perfetto per fare l’esterno sinistro a tutta fascia, infatti nel Genoa ha giocato sia nei tre davanti, ma soprattutto nei quattro a centrocampo. A me piace molto perché ha dinamismo, è un giocatore cattivo che va sempre su tutti i palloni e anche valido tecnicamente. E’ un giocatore che abbina qualità a quantità”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo: “Come mai se partono Rudiger, Salah e Paredes passa da straccione, mentre se arrivasse Mahrez il fenomeno è Monchi? Da quello che so chi insiste per Mahrez è proprio Pallotta, che pare si sia innamorato di questo giocatore”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “L’agente di Mahrez sta parlando con la Roma, ma al tempo stesso è in contatto anche con alcune squadre di Premier League. Il Leicester rifiuta le offerte della Roma perché non ha problemi economici e vorrebbe tenere il giocatore, quindi in caso di cessione vuole vendere l’algerino al suo prezzo”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Se la Roma ha messo la clausola sul contratto di Strootman, vuol dire che non lo considera incedibile. Voglio vedere se la Juve gli offre il doppio di quanto prende qui cosa deciderà l’olandese. Quella per Mahrez è una trattativa complicata, i soldi che il Leicester vuole la Roma non li può spendere. Anche i soldi che il Real Madrid chiede per Vazquez sono tanti”.

Roberto Renga a Radio Radio: “Strootman ha sempre detto di star bene a Roma, ma perché allora ha voluto mettere una clausola nel rinnovo? Per il centrocampo della Juventus poi sarebbe meglio N’Zonzi dell’olandese”.

Gabriele Ziantoni a Tele Radio Stereo: “Se Salah è valutato 50 milioni, perché il Leicester dovrebbe valutare Mahrez 35 milioni? L’algerino ha vinto la Premier, è stato nominato il migliore del campionato e ha giocato un Mondiale: a 35 milioni sarebbe un affare. Se la Roma dovesse prendere un Mahrez e un difensore centrale sarebbe più forte dell’anno scorso. Ha il centrocampo più forte d’Italia”. 

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Non esiste che la Roma si possa privare di Strootman. Non vale che ogni anno la Juventus venga a prendere alla Roma uno dei migliori. Spero che il giocatore dica di no. Su Mahrez dico che io avrei già lasciato stare da tempo, non è mica un fuoriclasse. E’ difficile, però, trovare una valida alternativa. Monchi deve trovare la soluzione”.

Mario Mattioli a Radio Radio: “Sullo stadio della Roma ci sono delle ostative, poi in Italia e soprattutto a Roma si può fare di tutto considerando che le leggi valgono quanto il due di bastoni quando regna coppe. Io lo dico da 2014 che lo stadio in quella zona non si può costruire. Le parole di Malagò sui milioni che spenderanno per l’Olimpico sono un altro segnale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

52 Commenti

  1. Purtroppo il discorso di Orsi non fa una grinza, si può sperare solo nel giocatore ma i soldi fanno gola a tutti quando sono tanti. E la Roma si troverebbe di colpo con 3 titolari da acquistare nelle 3 zone nevralgiche del campo. E nelle prime 10 partite 3 titolari sono out per infortunio…. Questa non è una critica ma la descrizione della realtà attuale….

    • Mauro, la realtà è che questa trattativa non esiste ad oggi e mi ci gioco tutto che strootman non andrà alla juve, soprattutto perchè alla juve non serve quel tipo di centrocampista e secondo perchè almeno per quest’anno l’olandese resta sicuro a Roma…è la stessa farsa di manolas che va dai gobbi, serve solo a destabilizzare l’ambiente e a far gongolare i moggi’s boys.

      • @Bifo sono convinto anch’io,o quantomeno spero,che l’Olandese quest’anno rimarra’ alla Roma,lui ha detto che quest’anno rimarra sicuramente,appunto quest’anno,infatti ha fatto mettere una clausola che ogni anno diminuisce,non so se è vero,d’altronde non c’è niente da stupirsi,lo ha fatto pianic e lo faranno altri,sono profrssionisti e vanno dal miglior offerente

  2. I giornali servono spesso e volentieri ad agitare gi ambienti creando presupposti spesso e volentieri destabilizzanti ,forse quache volta bisognerebbe essere più cauti nel parlare ,Ma putroppo il pettegolezzo è l’anima di uno sport come il calcio ,uno dei tanti difetti ,non il maggiore ,quello grande sono i soldi ,i troppi soldi che ormai circolano ed hanno contaminato quest sport una volta molto popolare.

  3. Monchi ha fatto qualcosa di buono prendendo due signor giocatori a poco prezzo ma di sicuro affidamento come Gonalons e Kolarov. Non mi è piaciuto ne lui ne la società sulla vicenda Karsdopp (nessuno si sognerebbe di acquistare un’auto nuova sapendo che ha bisogno di una riparazione,semprechè non l’acquisto a un prezzo stracciato-e cosi non è stato per Karsdopp che può essere bravo quanto si vuole ma se lo son fatti pagare a suon di euro dopo un lungo tira e molla) Inoltre tutte queste pretendenti su Mahrez non le vedo e di sicuro non c’è la fila per questo giocatore talentuoso ma a suo modo anarchico e umorale e invece Monchi è il terzo rilancio che fa invece di cambiare obiettivo. Monitora tanti difensori ma a forza di monitorare.. Foyth è andato al PSG, Nastasic l’ha perso e rischia di perdere anche Caio se non si sbriga. Dove si firma per il quarto posto..? Sottoscrivo subito.

    • A parte il pessimismo nel finale, concordo con la tua analisi sul operato di monchi, alti e bassi ma tra le cose positive c’è il fatto di fare un mercato ragionato, semplice ma coerente, però il tutto potrebbe essere rovinato dall’affare mahrez, a sto punto sembra una fissazione che potrebbe costarci cara, sia che venga ma soprattutto se non viene, perché il campionato è oramai alle porte e trovare l’alternativa valida sarà durissima. Speriamo che monchi ci sorpenda e forza roma!

    • @Mauro,Strootman è gia’ blindato,e’ il Greco che aspetta da 2 anni,lo hanno preso in giro,è uno di quelli che guadagna meno e poi alcuni tifosi dicono che non è attaccato alla maglia,non hanno ancora capito che devono essere i tifosi ad essere attaccati alla maglia e non i calciatori,loro sono professionisti e vanno da chi li offre di piu’

    • @Lupo,ciao amico mio,strano a dirsi (ah ah)ma sono d’accordissimo con te ,sia col primo che il secondo intervento,non vorrei che questo perdere tempo sia una strategia mirata,speriamo bene,su Monchi stupiscici.un caro saluto

      • Un saluto a te Fabiano e speriamo bene. Non vorrei passare per bastan contrario…ero fiducioso anche io all’inizio ma poi alcuni movimenti di mercato non mi hanno convinto. Spero di sbagliarmi e sempre forza Roma. Non vedo l’ora che si ricomincia. Tre mesi senza calcio vero sono troppi.

    • Tu firmi…….i Romanisti veri mai…..te fai chiama pure lupo….meglio gufo o quaglia…II DIVERSAMENTE ROMANISTI CHE GIÀ PIANGONO…..FATE I ROMANISTI…..oh ma non è che sei Stefano Carina travestito….ha sempre una parola buona per la Roma.. ha PRONOSTICATO la Roma ottava.. ..dp anche la Formellese che può lottare dal quarto posto in su…..Pietaaaaaaaaaaa!!!!

  4. Però se Pallotta si mettesse seduto con Manolas e Strottman e li blindasse come ha fatto con il Ninja …stiamo tutti più tranquilli…. invece di buttare soldi dalla finestra come Sabatini ha fatto nel passato con alcune scommesse bluff di cui ancora ne paghiamo le conseguenze. In fondo sono solo loro 3 più Daniele, le perle della società giallorossa che possono essere appetite dai grandi club, non è avessimo tutta questa schiera di campioni!!!

    • @Mauro,Strootman è gia’ blindato,e’ il Greco che aspetta da 2 anni,lo hanno preso in giro,è uno di quelli che guadagna meno e poi alcuni tifosi dicono che non è attaccato alla maglia,non hanno ancora capito che devono essere i tifosi ad essere attaccati alla maglia e non i calciatori,loro sono professionisti e vanno da chi li offre di piu’

  5. Mi permetto di cambiare argomento, io batto sempre sul tasto dell’ambiente e quello dei pseudo tifosi, della curva attuale, e spesso mi si rimprovera perchè mi si dice che non c’entra nulla.
    Oggi veniamo a sapere delle scritte minacciose contro De Sanctis, reo tre stagioni orsono (se la memoria non mi tradisce) di aver detto semplicemente la verità alla Questura su quella notte dove fummo eliminati dalla Fiorentina, dove i giocatori sotto la curva furono minacciati. A differenza di “altri” che alle autorità hanno sminuito quelle che erano pesanti minacce personali, De Sanctis si è comportato da uomo, ma questo equivale ad essere un “infame”. Questa è la “sub cultura e i valori” di cui si nutrono coloro che dovrebbe essere il primo supporto alla squadra e tutto il “resto dell’ambiente” si adegua, per cui continua senza sosta opera di demolizione quotidiana di una società che molti vorrebbero supina e ubbidiente a questi curvaioli e succube dei mezzi di informazioni locali, che stillano stupidaggini una mattina si e l’altra pure come la bufala odierna di Strottman la cui clausola rescissoria non può essere esercitata dopo il 31 luglio, bastava informarsi correttamente, invece no, tutto fa brodo. Ma noi dove vogliamo andare in queste condizioni? soprattutto se solo una piccola minoranza di veri tifosi della Roma si dissocia da questo ambiente e da questa situazione, e se addirittura all’interno della società chi dovrebbe identificare, come viene riportato pomposamente in questi giorni, il sentimento giallorosso, invece di amare la Roma e dire la verità , sempre e comunque,si è supinamente inchinato a chi lo minacciava?

    • @Anto58..condivido il tuo pensiero e sul fronte legalità con me sfondi una porta aperta. A scusante di quanto è successo posso solo ritenere che i calciatori romani ,nati e cresciuti qui abbiano avuto paura di ritorsioni. A volte lo sai non è per omertà ma per quieto vivere che si assumono certi atteggiamenti più concilianti ,un modo per essere lasciati in pace . D’altronde quando non c’è la certezza della pena verso chi delinque diventa tutto pù opinabile. Ma qui entriamo in un discorso che riguarda un contesto attuale che purtroppo è sotto gli occhi di tutti….

      • Carissimi Lupo e Fabiano, la domande che mi faccio sono queste, allora De Sanctis non doveva tornare da team manager perchè doveva aver paura delle ritorsioni. Ma è tornato. E quelli che all’epoca sono rimasti, specie i romani, dobbiamo supporre che hanno anteposto all’amore per la verità, che è per me anche amore per la Roma e per Roma, il loro piccolo interesse personale, questo da romano lo ritengo ancor più grave. Con quale coraggio sbandiereranno l’amore per questi colori? questi colori vengono macchiati da chi minaccia e sono gli stessi che hanno abbandonato lo stadio per più di due anni non per la stupida storia delle barriere ma per come si è sempre supposto per far valere il loro “potere” in curva e sulla curva imponendo la loro dittatura a tutto lo stadio.
        E come si fa ad unire la Roma con questi? E chi si inchina può rappresentarci in seno alla società ? O proprio per amore della Roma deve, come simbolo della Roma e mito indiscusso della Roma, avere il coraggio di sfidare chi vuole il male della stessa? In questa storia non si può essere grigi, o di qua o di là, ma come viene tanto sbandierata la “romanità” e cosa sarebbe poi? Una romanità di facciata, per il tifoso abboccone, e poi occhi all’ingiù verso chi ti minaccia? scusatemi ragazzi ma proprio non c’è la faccio a buttarla giù questa vicenda, per me possiamo anche arrivare a metà classifica , fare delle stagioni mediocri ma di vedere così ridotti questi colori non ci riesco, per me questo è molto più importante del mercato, delle vittorie e di tutto il resto, dentro me c’è ancora il tifoso di quando ero un ragazzino, e non mi importa di raggiungere una vittoria se poi la curva è questa qua.

        • Caro Anto non vorrei essere retorico ma nella mia vita per non piegarmi ai partiti o faccendieri vari a ruffiani di bandiera,ho pagato per le mie scelte e ti posso asscicurare che non si vive meglio,anche se ci rimane la soddisfazione,non da poco,di non aver scalfito la nostra dignita,è l’eredita’ che mi ha lasciato mio padre e spero di poterla lasciare ai miei figli,so della tua sensibilita’e so che mi capirai,per cui con me sfondi una porta aperta,la coerenza è un bene prezioso,e chi guadagna milioni dovrebbe farne largo uso,non è demagogia,specie in un ambiente come il calcio,dove ai nostri idoli gli si perdona tutto,bene!io non sono disposto a perdonare niente(Totti docet)perche’ a me non è stato fatto,scusami la divagazione e lo sfogo ma so che con te si puo’ anche parlare di valori diversi che non un centravanti o un difensore,cosi’ come con Lupo e tanti altri,un abbraccio

          • Assolutamente in sintonia con te. Fabiano. Se il comandante di una nave è l’ultimo che lascia la nave chi è capitano non deve vivere per gli onori ma sobbarcarsi gli oneri. Colui che fa questo sicuramente diventa un vincente. E quello che la maggior parte dei tifosi ciechi non comprende. Un caro saluto

    • Senza offesa io penso che state facendo troppo fantatifosi . Troppa autocritica , per me questi sono solo alibi che si danno alla società. Per vincere servono i soldi , quindi i top players . Tutto il resto sono solo chiacchiere , nella curva dei rubentini ci sono infiltrazioni camorriste . Se poi ne facciamo un motivo di moralità allora voglio il mio vecchio simbolo stilizzato asr , non voglio più i miei giocatori a Torino……..ma questo purtroppo è un calcio romantico che no esiste più . Ormai si compra tutto anche le emozioni e quindi vince chi ha più soldi , delle curve , dei tifosi e dell’ambiente ormai non gli frega piu niente a nessuno , decidono le televisioni, gli sponsor ……..forza Roma

      • Carissimo Emiliano se la curva dei rubentini ha infiltrazioni mafiose o della ndragheta non giustifica l’infiltrazione di elementi che notoriamente sono al di fuori della legge nella nostra curva occupandola militarmente. E poi la curva rubentina non delegittima la dirigenza la nostra ha il solo scopo di destabilizzare squadra e società. Mi sembrano due situazione che sono agli antipodi.

        • Secondo me no , le.curve sono tutte militarizzate da sempre , da Viola bagarino a Pallotta straccions , a Sensi blablabla .
          Persone che ruotano intorno per i loro interessi ci sono sempre state e ci saranno . Es. Su tutti guardate trs prima contro ora a favore , viceversa Marione prima pro ora contro , i giornali uguale vedete messagero e tempo .Ma tutto questo non conta , l’unica cosa che conta sono i soldi , se ce l’avevamo avremmo vinto anche senza curva , senza gornali , televisioni, radio , ambiete .Niente alibi questo è il mio pensiro. Un caro saluto Anto

    • Andrea tu hai un’idea proprio strana di cosa sia un affarone. Se per te comprare un giocatore rotto è un affarone, allora accomodati. Ricordati che un giocatore rotto ha più probabilità di rompersi un’altra volta. Ricordati Strootman e Florenzi.

      • Tutti a dire rotto per una semplice pulizia del menisco mi sembra esagerato, salterà alla fine due partite,già dopo la sosta sarà a disposizione. Strootman e Florenzi è stata ben altra cosa.

      • Caro Giov, in base al tuo ragionamento il numero dei giocatori che si rompe due o più volte deve essere superiore a quello che si rompe una volta sola. Ti risulta?. a me no!

  6. E chiaro che la proprieta ritiene indispensable L’ acquisto di un calciatore Arabo o di origine….Il merchandising e piano di crescere Il bacino di tifoseria Romanista nei popolosissimi paesi Medio Orientali e sicuramente una priorita!…..per questo se non e Mahrez le alternative sono pressoche nulle

  7. Oggi non è giornata per i miei commenti, visto che non me li pubblicano ed erano contro un certo tipo di stampa. Proviamo a cambiare argomento.
    Karsdop … l’abbiamo comprato rotto. Vero. L’abbiamo pagato tanto ? Non lo so. Mi spiego: di lui si parlava come di uno dei terzini destri più promettenti d’Europa. E se fosse stato sano, magari la sua quotazione schizzava a 30 / 40 milioni … E se questo “rischio” fosse stato ben valutato dalla società ? Dopotutto, il giocatore era voluto fortemente dal tecnico già dallo scorso anno …
    Nastasic .. veramente non lo abbiamo perso. Lo Shalke non lo ha venduto, infatti è ancora lì. Ed è per questo che abbiamo comprato Kolarov, “giocandoci” il 2° posto da extracomunitario. Foyth ? Un’ottima promessa ma Monchi e Di Francesco forse hanno voluto prima vedere i difensori che avevano a disposizone, specialmente Castan.
    Quello che voglio dire, è che, secondo me, è presto per giudicare anche perchè abbiamo una visione parziale dei fatti.
    @Lupo52 .. ti capisco ma io non firmo per il 4° posto … poi magari arriverò sesto, ma io mi vedo al terzo posto, al massimo. Ripeto, opinione personale e quindi sbaglierò forse, ma me la sento così.
    Su Mahrez, non so, io ho sempre la stessa sensazione … che stiano aspettando qualcos’altro, qualcun altro ad essere precisi …. Vedremo

    • @Fabrizio, sei troppo benevolo con Monchi. A dirla tutta credo che la verità voglia essere taciuta a tutti i costi. Quando Karsdopp è stato preso si è sottovalutato il problema alle visite mediche ed è venuto fuori solo con l’artroscopia.. Su Nastasic è come se lo Schalke l’avesse ritirato dal mercato, perchè su di lui Monchi non è andato a rilanciare più volte come sta facendo con Mahrez , ma ha fatto solo un sondaggio in quanto non convinto oppure perchè le risorse da gestire intendeva puntarle sull’esterno. Sfido chiunque ,ad oggi ,con gli elementi della rosa attuale a ottenere qualcosa di meglio di un quarto posto. La Juve è sempre la squadra da battere,il Napoli ha cambiato poco e gioca a memoria. Il Milan piaccia o no ha fatto una signora squadra e non ha ancora ultimato la campagna acquisti. L’inter ha l’allenatore migliore, gli uomini li aveva anche lo scorso anno e difficilmente toppano due stagioni…Preferisco mettere le mani avanti anzichè illudermi. Se poi compriamo un Caio o un Nastasic per la difesa e un forte esterno in attacco( Mahrez non mi convince a quelle cifre )possiamo anche rivedere il tutto…

      • @Lupo52 .. io non sto dicendo che Monchi non sbaglia un colpo. Io sto dicendo che la faccenda Karsdorp io la valuto così … poi se fossi stato io il DS .. avrei puntato Zappacosta (Darmian è inavvicinabile). Su Monchi dico solo che aspetto a giudicarlo .. questo vale per me .. ma poi ognuno è libero (giustamente) di pensarla diversamente.
        Nastasic .. io credo che Monchi si sia ritirato quando ha capito che lì avrebbe dovuto “buttare” quasi tutto il tesoretto … quindi cerca di fare l’equilibrista. Poi, per la difesa, secondo me non era previsto l’esborso per Kolarov … avrebbero magari preso un terzino sinistro ma meno “importante” se non si fosse rotto anche Luca Pellegrini. Io inizierò a criticare Di Francesco dopo almeno un anno … così come criticherò il DS della Roma (chiunque esso sia) dopo almeno un paio di mercati. Ma questa è la mia filosofia, ci mancherebbe.

        • @Fabrizio..Tranquillo..aspettiamo tutti per giudicare ,ora si resta solo nel campo delle impressioni. Nel frattempo incrociamo le dita e un solo grido ci accomuni. Sempre forza Roma.

      • @CRI ..Non ho usato questo termine,ma è innegabile che aveva problemi fisici e noi a destra dovevamo presentarci già pronti e determinati per l’inizio del campionato proprio memori che quella fascia è stata lo scorso anno il nostro tallone d’Achille.

  8. Strotman resta qui quest’anno. Lo ha detto anche lui a radja. È un patto fra loro ed il prossimo anno valuteranno.. gonalons e Pellegrini non sono stati presi per fare la panchina. Anche io concordo che come ha fatto la juve con shrink una società forte non acquista.giocatori rotti (kasdropp) o seconde linee (moreno). Attendiamo il colpo di monchi .. credo però abbia dei freni nelle risorse da spendere con gli americani che vogliono monetizzare con la scusa del fp in attesa di sapere come andrà lo stadio. La storia di mahrez è assurda non dichiari ai 4 venti il tuo obiettivo di mercato per farti rialzare il prezzo con una società ricca… come a crearti un alibi se poi non lo prendi.

  9. 35 o addirittura 44 richiesti dal Leicester per Mahrez sono fantamercato o mercato drogato o folle. Mai glieli darei, con quei soldi mi rivolgo altrove, più forte e più blasonato
    per Strootman la clausola non è attiva per questo mercato e poi decide sempre il giocatore se andare via o meno, per questo pjanic non lo voglio vedè manco in cartolina……. e di questi periodi Radja è un eroe di altri tempi. Forza Roma! Forza Kevin e Radja!!!!

  10. Tu non puoi firmare niente perché nessuno ti aspetta. Arrivare quarti quest’anno, senza quel genio di Spalletti (se ne accorgerà chi l’ha subissato di fischi e, purtroppo, ce lo ritroviamo di fronte già all’inizio con mezza squadra in infermeria) sarà molto ma molto più difficile del secondo posto 2016/2017. Qui c’è chi se ne è strafregato del FPF e ha costruito un’instant team, l’Atalanta è stata massacrata dalle milanesi e farà molta fatica quest’anno, la Lazio per ora si è tenuto i suoi pezzi da 90 pronta a strizzare l’occhio alla vecchia Signora, chissà, magari l’opzione Keita DeVrij, avrà come contropartita un trofeo da mettere in bacheca la prossima settimana, considerando soprattutto che per i bianconeri quella rappresenta la coppetta algida. Quindi vedo la Roma che dovrà sbrigarsi sul mercato e centrare i suoi obiettivi (attaccante/difensore) al più presto, se si vuole competere per la “top four”, altrimenti “forza Roma” e che sarà sarà…. è inutile prenderci in giro ….

  11. Ragazzi lo so che Ninja e Strottman hanno già firmato ma io farei ancora di più, chiamerei i nostri 4 assi di un colore solo, come recita la canzone di De Gregori Rimmel, e stringerei a tavolo con loro un patto che magari prevede un sostanzioso aumento per Manolas come merita e anche qualche spicciolo in più anche se “non petita” per gli altri legati a risultati in termini di comportamenti e spogliatoio, capacità di fare coesione, di trascinare la squadra, ecc. Guardate con un gesto del genere ti compri un’esperienza sistemica di questi trascinatori ad un prezzo molto ma molto inferiore a quello del differenziale tra il ricavato della loro eventuale perdita e acquisto di un presunto equivalente poi tutto da dimostrare. Io ripeto ancora una volta che l’acquisto migliore della Roma di questo mercato è stato Nainggolan perché se Vidal vale 50 milioni, Ninja ne vale almeno 70.

  12. Se non arriva Mahrez… beh non vorrei vasquez (bravo, molta gamba e buon cross) pero a me piacerebbe Lucas Perez (Arsenal) che non sembra trovare molto spazio con Wenger pero mi sembra un attacante forte fisicamente e tecnicamente e in piu e uno che cerca il gol… poi chissa il prezzo potrebbe anche essere intorno a 20ml… Dicono che non piace a Monchi, mahh….Forza Roma

  13. @fabiano: pensa che mentre lavoravo mi stavo riascoltando Theorius Campus il primo album in assoluto e unico prodotto da una coppia niente male: De Gregori/Venditti, tra l’altro due romanisti sfegatati (1972), avevo appena 13 anni e loro erano giovanottelli di vent’anni o poco più.
    La simpatia con te è reciproca anche se non ci conosciamo, ma io voglio bene a tutti anche ad Adem nonostante mi riempia di insulti, ricorda un po’ me quando ero ragazzino sognatore che tifavo Roma anche quando Marchini ci vendette Spinosi, Landini e Capello per 3 brocchi settantenni ( si fa per dire) come Amarildo, Del Sol e un ragazzo Viganò un po’ scarsino per usare un eufemismo. Ebbene io litigavo con mio padre che lui criticava il presidente ed io non volevo sentire parlar male di chi indossava la maglia giallorossa. Poi crescendo ho capito che se ami qualcosa ci vuole sacrificio e devi essere il primo critico della situazione affinché non si perda e ti faccia soffrire, ad esempio si è sempre portati ad essere benevoli con i figli degli altri ma si è rigidi ed esigenti con i propri non perché non li ami, ma perché li ami troppo…
    Quanto sono stato male nonostante i miei anni avanzati per gli ultimi derby persi e quanto sono stato felice per quel gol al 90mo di Perotti che, pensavo, fosse il tana libera tutti per fare una campagna acquisti di aggiustamento senza vendere nessuno e neanche Spalletti. Mi son sbagliato ma spero che i miei timori siano sovrastati da liete sorprese e la domenica, comunque, soffrirò sempre per la mia amata.

LASCIA UN COMMENTO