Canovi a RN: “Roma? Schick sarà la svolta, Monchi tra i migliori al mondo”

1

ROMANEWS WEB RADIO CANOVI – “Schick? La Roma dovrebbe concentrarsi sul suo recupero“. Gradito ospite ai microfoni della trasmissione ‘Non Rassegniamoci’ del palinsesto della Web Radio di Romanews.eu, l’avvocato e procuratore Dario Canovi è tornato a parlare del pupillo Patrik Schick: “Criticato molto per il gol sprecato contro la Juventus, bisogna ricordare che si procura in prima persona l’occasione, intuendo lo scivolone di Benatia. Poi l’errore tecnico ci può stare. L’ingresso del ceco in campo – spiega Canovi – ha però determinato il cambiamento di rotta nel match di sabato scorso. In realtà ogni volta che è stato chiamato in causa ha garantito alla Roma una vivacità diversa, svoltando in positivo il gioco dei giallorossi. Di Francesco sta cercando il modo di far giocare insieme un Dzeko in questo momento appannato ma sempre fondamentale e il giovane centravanti. Finora hanno giocato troppo poco fianco a fianco e non li si può valutare: fino a fine ottobre il ceco è stato fermo ai box per una serie di circostanze che hanno impedito al tecnico di fare in modo che i due giocatori possano integrare il loro gioco“.

LA ROMA – L’avvocato ha poi voluto esprimersi sul momento in generale dei giallorossi: “La Roma non gioca male ma segna poco e non segnare significa non vincere. Il mercato? Monchi è tra i primi tre o quattro direttori sportivi al mondo, lui sa scovare i giocatori giusti per la squadra. Non mi convince molto Peres, i giallorossi avrebbero bisogno di un esterno basso all’altezza, capace di riportare in avanti anche Florenzi, giocatore universale che tutti gli allenatori vorrebbero. Strootman e Gonalons in questo periodo non stanno facendo bene ma sono giocatori importanti: tutti hanno momenti di cattiva forma, ma calciatori con la loro valenza internazionale credo che torneranno ad essere quelli che sono sempre stati. E, in caso, c’è Pellegrini in squadra, che sarà fondamentale in futuro. Di Francesco è uno dei migliori allenatori italiani e di conseguenza al mondo, saprà come valorizzarli“.

SERIE A – In chiusura Canovi non si esime dal dare un giudizio sul mercato fatto in estate dalle squadre di A e sull’Inter di Luciano Spalletti: “Miglior mercato estivo? Sò chi ha fatto il peggiore e non me lo aspettavo, ovvero il Milan, al di là delle individualità proprio per non essere diventata squadra. L’Atalanta mi meraviglia invece, riesce sempre a scovare nuovi talenti grazie anche al lavoro di un grande tecnico come Gasperini. Inter-Lazio? La squadra di Inzaghi pratica uno dei più bei giochi in Serie A ed ha due giocatori come Immobile e Milinkovic che fanno la differenza, l’Inter al contrario è molto appannata. Nelle ultime gare i nerazzurri hanno avuto una flessione notevole, ma non è utilizzata al meglio la rosa: esempio ne è Cancelo, mai utilizzato fin qui e poi migliore in campo nel derby. Spalletti utilizza una squadra tipo che non varia, il che è un’idea sana come principio, ma alla lunga porta stanchezza fisica e psicologia. Quello italiano forse non è il campionato più bello ma probabilmente è quello più stressante, quindi non dare fondo alla rosa è un errore“.

Loghi – Davanzo

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here