In Brasile calciomercato ancora aperto: Bruno Peres può partire

9

ILMESSAGGERO.IT (E.Trotta) – Dodò più Bruno Peres, il Santos punta alla doppietta ‘italiana’. Chiuso l’affare con il terzino sinistro, ormai ex Sampdoria, in prestito con diritto di riscatto fino a dicembre, la società di San Paolo sta cercando di convincere l’esterno giallorosso (ai margini della formazione di Di Francesco) a vestire nuovamente la maglia del Santos, dopo l’esperienza del 2012-2014.

I contatti, iniziati la scorsa settimana, durante la spedizione sudamericana dell’intermediario dell’operazione, potrebbero proseguire nei prossimi giorni. La Roma aveva preso in considerazione la cessione del calciatore in Brasile, dove il mercato è ancora aperto e potrebbero spuntare nuove opportunità, già dalla mattina dell’incidente di Bruno Peres, alla guida della sua Lamborghini. Resta da convincere però il terzino destro, affezionato alla Capitale.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

9 Commenti

    • Perfettamente d’accordo con te Mauro, per quanto schiappa, rappresenta almeno numericamente un’alternativa a Florenzi, non possiamo darlo via ora e rimanere fino al termine della stagione con un solo terzino destro (peraltro neanche naturale, visto che è un terzino adattato), a meno che non arrivi un’offerta irrinunciabile da 10/12 milioni per il cartellino.

  1. Stefano, sono brasiliano e ti dico che gente di merd@ c’é in tutto il mondo. Forse non hai idea di come i turisti italiani si comportano quando vengono qui.
    Da brasiliano che ama Roma e la Roma, mi dispiace che ci siano persone come te.
    Prima di parlare male di un popolo grazie a uomino sporci come questo calciatore, ricordati di Falcão, Aldair, Zago, Cafú e studia un pò su quello che i brasiliani hanno fatto per l’Italia nella 2ª guerra.
    Forza roma!!!!!

  2. Non voglio andare controcorrente o difendere l’indifendibile, ma una domanda mi sorge spontanea: dov’era la Società quando B.Peres si comportava in quel modo? Perché mi pare chiaro che non si trattava della prima volta che accadeva un fatto del genere; magari, in precedenza, non aveva “ammaccato” la Lamborghini però di sicuro c’erano state altre avvisaglie. In sostanza : perché in club più seri, dove c’é una Dirigenza adeguata, tutto ciò non accade o se accade si mette tutto a tacere e i colpevoli vengono ceduti in silenzio ? (leggasi Vidal – Juventus) ?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here