Cagliari, Castan: “Voglio riscattarmi, Nainggolan mi ha parlato benissimo dell’ambiente”

0

CAGLIARI CASTAN – Giorno di presentazione per Leandro Castan come nuovo giocatore del Cagliari. Il difensore brasiliano, dopo alcune annate difficili, è deciso a riscattarsi con la maglia rossoblu. Queste le sue parole in conferenza stampa: “Mi sento pronto, sono a disposizione del mister, se vorrà contare su di me. Mi manca il ritmo gara ma posso giocare anche 90 minuti. Sono nella squadra giusta: posso giocare al centro della difesa e a sinistra, a tre o a quattro. Sono qui con voglia di giocare e dimostrare il mio valore. È tanto tempo che non gioco ma dentro di me c’è la voglia di riscattarmi dopo tutto quello che ho passato. Sono carico, mi sento benissimo. Il campo mi manca tanto, ho i brividi. Solo io conosco i sacrifici che ho fatto per continuare a giocare. Ora spero di tornare a essere protagonista, non ho mai mollato”.

Successivamente, l’ex Corinthians ha rilasciato anche un’intervista esclusiva ai microfoni di Premium Sport: “Sono molto contento di essere qui e spero di fare bene. Qui il clima è diverso e c’è tutto per stare bene. Lo scorso anno è stato davvero difficile – afferma – ho avuto dei problemi muscolari e non sono riuscito a rimettermi a posto. Ma ora mi sento bene e non vedo l’ora di aiutare questa squadra che mi ha aperto le porte. I primi contatti col Cagliari? Sono avvenuti una settimana fa più o meno. Quando mi hanno contattato – continua il brasiliano – ho voluto subito venire anche perché tutti i miei ex compagni mi hanno parlato benissimo di questa piazza. Nainggolan era accanto me nello spogliatoio a Roma e mi ha detto delle parole molto belle sul Cagliari. Cagliari piazza ambiziosa? Sono qui da un giorno ma me ne sono accorto: è una società ambiziosa che vuole fare bene. Questa cosa mi piace molto. In Brasile ho giocato nel Corinthians e in Italia ero alla Roma. Mi piace la voglia di vincere anche perché io sono uno che non vuole perdere neanche in allenamento: vogliamo fare i punti per raggiungere l’obiettivo il più presto possibile. Cosa non ha funzionato l’anno scorso a Torino? Avevamo iniziato molto bene, la squadra vinceva e a novembre stavamo parlando anche di trasferirmi definitivamente in granata. Ma poi a gennaio sono arrivati questi infortuni che non mi hanno permesso di allenarmi e ho perso quasi tre mesi. A quel punto la stagione era praticamente terminata, la squadra non poteva più andare in Europa League e hanno deciso di puntare su altri profili, ma va bene così”, conclude Castan.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here