Boniek: “Juve e Napoli sono forti, sarà dura per le altre”

4

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Zbigniew Boniek a Tele Radio Stereo: “Ho guardato sia la Juve che il Napoli ieri, sarà difficile per le altre stargli dietro, hanno giocatori forti. I bianconeri hanno qualcosa in più in difesa, il Napoli davanti è molto forte. Ma questo è un campionato strano, si gioca con il Var e con quattro squadre che andranno in Champions, cambiano gli obiettivi di molte squadre. Chi punta al titolo e si ritrova a fare un’annata storta alla fine potrebbe pure accontentarsi di una qualificazione diretta in coppa. La sfida con Totti? Francesco ce l’ha fatta al secondo tentativo (ride ndr), ma non lo sfiderò perché è più giovane. L’ho ammirato per 20 anni e so bene che perderei la sfida. Molti ex giocatori ci hanno provato quando hanno visto il filmato”.

Matteo Pinci a Tele Radio Stereo: “Schick non è un centravanti, non lo ha mai fatto, è un giocatore abbastanza mobile che le cose migliori con la Sampdoria le ha fatte partendo da destra. Non è un tornante e Monchi non cerca un tipo di calciatore così quindi Schick ci può stare. Il titolo ombra della conferenza stampa di Di Francesco è: ‘Non sono Zeman’ e l’ho apprezzato”.

Massimo Ruggeri a Tele Radio Stereo:Il tocco di mano di Dybala? No, mi sembra l’avesse presa con il petto. Schick mi piace ma c’è sempre un punto interrogativo: non ha fatto cinque campionati ad alto livello, ha disputato una buona stagione da riserva con poche partite da titolare”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

4 Commenti

  1. Milan, Yonghong Li sempre più solo: la Cina vieta gli investimenti privati nel calcio

    Il vero problema di Li è che nessuno dalla Cina potrà unirsi a lui.

    In questo momento, di fatto, possono investire solo aziende di Stato o i privati che perseguono obiettivi in linea con quelli del governo.

    Entro ottobre dell’anno prossimo il Milan dovrà infatti restituire all’hedge fund Elliott poco meno di 340 milioni di euro.

  2. Quest’anno ci sono 4 posti diretti in Paradiso, e la Juve sarà certamente dentro, il Napoli idem.. rimaniamo Roma – Milan e Inter di cui una rimane fori.. e vedo le 2 milanesi molto limitate proprio dal governo cinese, dove invece loro puntavano come Grande Sponsor finanziatore di successi ed invece.. 😉

  3. melli, due giorni fa, disse: “tra atalanta e inter la roma farà al massimo 2 punti”…….. grazie frà, grazie…… continua così…………………..
    l’asse kolarov-strootman-perotti mi fa ben sperare
    se dzeko si sveglia sò dolori per tutti
    DAJE ROMA DAJEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here