Bonatti & De Rossi: il derby stasera vale per lo scudetto

0

IL MESSAGGERO (D. Magliocchetti) – Un derby che vale una stagione. Un attesissimo Roma-Lazio tutto da vedere e assaporare. Si gioca alle 20,45 allo stadio Tardini di Parma e ci sarà la diretta streaming sul web su Raisport.rai.it (differita su Raisport alle 23). Una stracittadina particolare, anche perché sarà l’ultima ad eliminazione diretta, visto che dal prossimo anno entrerà in vigore la riforma dei campionati con tanto di retrocessioni e promozioni, ci sarà la Primavera 1 e Primavera 2, sparirà la Final Eight e il titolo verrà conteso da sedici squadre, al momento tutte di Serie A. Per De Rossi, campione in carica con la sua Roma, e il laziale Bonatti una piccola ma bella responsabilità.

LA STRATEGIA – I due tecnici arrivano all’appuntamento in modo diverso. Per la prima volta dopo anni, le due formazioni non hanno partecipato allo stesso girone. I giallorossi si sono classificati quarti nel girone C dietro ad Atalanta, Inter ed Entella e hanno avuto l’accesso alla Final Eight, grazie ad un turno preliminare superato con successo ai danni del Sassuolo. Di tutt’altro avviso la Lazio di Bonatti che, invece, è arrivata prima nel girone A, con 56 punti. Una partenza difficile, per poi conquistare il primato grazie anche ad un cammino importante, considerato che tra la fine dell’andata e gran parte del ritorno i biancocelesti hanno infilato ben 13 risultati utili consecutivi. Nonostante questo, la formazione campione d’Italia parte con i favori del pronostico, considerato anche che nell’unico scontro della stagione a dicembre la Roma ha rifilato ben cinque gol ai cugini della Lazio nei quarti di finale di Coppa Italia.

NESSUNA VENDETTA – Una “manita” che ha lasciato il segno, anche se il tecnico laziale non è in cerca di vendetta. «A mio parere – ha spiegato Bonattiaffronteremo la squadra più forte d’Italia, anche se in una gara secca può succedere di tutto. Noi ci siamo preparati bene e speriamo di poterli mettere in difficoltà». Nella Lazio ci sono tutti, anche Rossi e Spizzichino, i due ragazzi che Inzaghi ha fatto esordire in A e che, probabilmente, si aggregheranno alla squadra in ritiro. Il modulo sarà il 4-4-1-1, con bomber Rossi unica punta e il jolly Bezziccheri a svariare sul fronte d’attacco. De Rossi non può dire altrettanto, visto che dovrà fare a meno di Marchizza, il forte centrale difensivo impegnato in Corea per i mondiali Under 20. Il suo posto verrà preso dall’argentino Nani. In forte dubbio Pellegrini per la fascia sinistra a causa di una tendinite, ma proverà a forzare, altrimenti ci sarà il croato Anocic. Nessun dubbio in avanti con il tandem d’attacco Soleri-Tumminello. Una coppia che mette in apprensione la difesa laziale, visto che insieme hanno segnato la bellezza di 44 gol. Sugli spalti ci dovrebbe essere il diesse Igli Tare e, forse, anche Inzaghi. E chissà che Simone non incroci l’amico e futuro tecnico giallorosso Di Francesco. Un derby in campo e sulle tribune da non perdere.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here