SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Guido D’Ubaldo a Radio Radio: “Credo che il nome di Emery metta d’accordo tutti, è apprezzato sia da Baldini che da Monchi. Sulla suggestione Sarri credo ci siano poche speranze”.

Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo: “Sento troppo pessimismo in giro, è vero che il secondo posto non è un trofeo ma per la Roma è comunque un traguardo importantissimo”.

Federico Nisii a Tele Radio Stereo: “Diventiamo antipatici e implacabili nei giudizi come fanno alla Juventus, ad esempio i gol non andrebbero contati ma pesati. Forse in questo modo riusciremo a crescere un po’”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Auspico un grosso cambiamento di giocatori nella Roma per prenderne di più forti. Se vendo Nainggolan a 50 milioni e prendo Kessie insieme ad un regista forte, ben venga”.

Tony Damascelli a Radio Radio: “La società dovrebbe chiamare il proprio allenatore e dire: o lei continua ad allenare senza parlare, oppure si dimette subito. Stanno giocando sulla pelle della Roma”.

Luigi Ferrajolo a Radio Radio: “Non credo che chi va in campo sia influenzato dalla situazione di Spalletti Questo invece danneggia l’armonia e l’immagine intorno alla squadra. Nella corsa al 2° posto lo snodo cruciale sarà il derby: perdendo quello, se il Napoli non si suicida arriva davanti”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Futuro allenatore? Quello con più possibilità è Emery. Ovviamente diventa il favorito se il PSG dovesse cacciarlo e, per quanto ne so io, la possibilità c’è. Anche perché non è piaciuto molto come ha lavorato quest’anno. Mancini resta il secondo della lista perché dei contatti ci sono stati e, comunque, piace. Il terzo della lista è Sarri, che però è ancora legato al Napoli. Dzeko? Le possibilità di vederlo in Cina ci sono… anche perché lì il mercato lo fanno vedendo i numeri, si chiedono ‘Chi è il capocannoniere in Italia/Inghilterra/Francia? Bene, prendiamo lui’. Funzionando così il mercato, ai cinesi non interessa che Dzeko abbia 31 anni, sono disposti a pagartelo anche 40 milioni perché i numeri sono dalla sua parte”.

Gabriele Ziantoni a Tele Radio Stereo: “Spalletti ha il coltello dalla parte del manico, perché è lui a decidere se andare via oppure no. La Roma per forza deve avergli offerto il rinnovo di contratto, altrimenti non ci sarebbero tutte questi dibattiti sul suo futuro”.

Franco Melli a Radio Radio Mattino: “Secondo me Spalletti ha possibilità di andare all’Inter. I nerazzurri vorrebbero puntare su uno tra Simeone e Conte, ma dubito che il sogno possa realizzarsi già nella prossima stagione. Sarri? La Roma non pagherà mai la clausola da otto milioni per liberarlo”.

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “Perché Sarri dovrebbe andare alla Roma? Di Francesco sarebbe un passo indietro rispetto a Spalletti. I tecnici di grandi squadre non vanno alla Roma, la società giallorossa può puntare su una scelta alla Garcia”.

Roberto Renga a Radio Radio Mattino: “Baldini anni fa bocciò la scelta Emery, non credo che ora abbia cambiato idea. Sarri? È inelegante parlare di lui prima ora che Napoli e Roma si giocano il secondo posto. La Roma il prossimo anno punterà sui giovani, quindi un allenatore adatto sarebbe Di Francesco”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Nel calcio si cambia idea molto spesso e molto velocemente, spero che Spalletti possa rimanere alla guida della Roma”.

Claudio Moroni a Centro Suono Sport: “Inutile preoccuparsi per il fatto che non vediamo nulla di deciso, all’interno di Trigoria sono certo che staranno lavorando con attenzione per il futuro. Tra i nomi che leggo io preferisco che arrivi Sarri. Con lui non vinco ma arrivo tra i primi tre posti e vedo un calcio che mi fa divertire”.

Salvatore D’Arminio a Centro Suono Sport: “Io tra Sarri e Sousa preferisco il portoghese. La cosa più importante è che il nome venga deciso da una persona: Franco Baldini. In tutti i club dove il presidente non è presente ci deve essere una persona che decide e lui è quello che sa di calcio più degli altri”.

Giulia Spiniello a Romanews Web Radio: “Il Napoli è interessato a Szczęsny. Il giallorosso conosce benissimo il nostro calcio ed è un giocatore che può lasciare la Premier,  la Roma a malincuore potrebbe lasciarlo partire. Qui ha fatto bene, mi dispiacerebbe vederlo in qualche squadra italiana. Manolas? C’è la smentita di ieri sui social, ma finché la Roma non metterà un punto sulla questione allenatore le voci continueranno a girare. Secondo posto? La Roma deve iniziare a puntellare il secondo posto da lunedì. Ha il vantaggio di vedere cosa farà il Napoli, che ha il Sassuolo. Mi aspetto che la Roma sia costretta a vincere. Poi ci saranno Lazio, Juve e Milan, lì ci saranno le partite importanti. Si giocherà l’accesso diretto alla Champions, sarebbe clamoroso se i giallorossi perdessero la seconda posizione”.