Avanti tutta: il 4-2-3-1 non si cambia

2

RASSEGNA STAMPA AS ROMA – Avanti con il 4-2-3-1, ma non solamente per le due ultime partite vinte. Come riporta il Corriere dello Sport (R.Maida), Eusebio Di Francesco ora non vede un motivo per tornare indietro dal momento che i giocatori gli hanno dato risposte soddisfacenti, soprattutto nell’atteggiamento. Le buone notizie per il tecnico giallorosso arrivano anche dall’infermeria con De Rossi e Schick che tornano a disposizione per questo importante trittico di gare: Udinese-Shakhtar-Milan.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

  1. I schemi contano meno degli uomini, e sopratutto della loro disponibilita; oggi, con i centrocampisti “contati” (4 affidabili) e tanti trequartisti/ale a disposizione, il 4231 rispecchia meglio le nostre forze in presenze.
    Dajè DiFra!!

  2. Anch’io penso che il 4-2-3-1 o anche il 3-4-3 siano più congrui alla disponibilità giallorossa. I nostri centrocampisti, salvo Pellegrini, sono possenti ma abbastanza macchinosi e non a proprio agio nel palleggio giro-palla veloce: diciamo che hanno un tasso tecnico non eccelso con una possanza atletica di rilievo. I laterali avanti e mezze punte sono affidabili per un cambio di schema.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here