All’Olimpico arriva il nuovo Benevento. La Strega cambia volto per sognare la salvezza

1

ROMA BENEVENTO, L’AVVERSARIA – La Roma è guarita o è ancora in una fase di convalescenza? E’ una domanda che si sono posti in molti dopo la vittoria difficile e sofferta in inferiorità numerica contro il Verona, grazie al lampo dopo 42 secondi di Cengiz Under. Una risposta importante potrebbe arrivare già da domenica, quando allo Stadio Olimpico arriverà il Benevento di De Zerbi, fanalino di coda in classifica con sette punti e reduce dalla sconfitta per 2-0 contro il Napoli, in una partita giocata però con grinta e carattere riuscendo a rendere la vita difficile alla capolista.

SANDRO, SAGNA E LA SALVEZZA – Nel mese di gennaio in tanti sono rimasti colpiti dalle scelte di mercato della società campana: l’arrivo di Sandro e Sagna, calciatori dal curriculum importante e con esperienze in top club, ha lasciato tutti a bocca aperta così come gli innesti di Puggioni per la porta, dell’ex Bordeaux Diabaté per l’attacco e di Tosca del Betis per l’out di sinistra hanno dato l’impressione di una società che non vuole arrendersi all’incubo retrocessione, ma che proverà fino all’ultimo a trasformare l’utopia della salvezza in realtà, nonostante la gravosa situazione di classifica. Oltre a questi acquisti, nello stesso mese sono arrivate anche le prime due vittorie in Serie A, contro Chievo e Sampdoria, seguite però da tre sconfitte contro Bologna, Torino e Napoli. La trasferta poi resta un tabù ancora da sciogliere: il Benevento infatti, è l’unica squadra del campionato a non aver raccolto neanche un punto tra le mura nemiche.

COSI’ IN CAMPO – Il copione tattico dei campani all’Olimpico è chiaro e prevedibile: chiudere bene gli spazi e cercare di cucire delle buone trame in contropiede. Più probabile l’uso del 4-3-3 rispetto al 3-5-2, con Puggioni a difendere i pali, davanti a lui una linea a 4 formata da Letizia, Djimsiti, Costa e Venuti. A centrocampo spazio all’ex Tottenham Sandro, affiancato da Memushaj e dell’altro nuovo acquisto Djuricic. Infine, il fronte offensivo sarà formato dal trio Guillerme, Coda e D’Alessandro, ma occhio a Diabaté pronto a fare il suo esordio in Serie A.

PROBABILE FORMAZIONE

BENEVENTO (4-3-3): 81 Puggioni; 3 Letizia, 6 Djimsiti, 21 Costa, 23 Venuti; 20 Memushaj, 30 Sandro, 31 Djuricic; 66 Guilherme, 11 Coda, 7 D’Alessandro.
A disp.: 22 Brignoli, 16 Tosca, Sagna, 29 Billong, 8 Cataldi, 14 Viola, 4 Del Pinto, 26 Parigini, 99 Brignola, 87 Lombardi, 33 Iemmello, 25 Diabatè.
Allenatore: De Zerbi
BALLOTTAGGI: Venuti-Sagna, Djimsiti-Billong, Coda-Diabatè, Cataldi-Memushaj.
INDISPONIBILI: Antei.
SQUALIFICATI: Lucioni.

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here