romanews.eu il portale dell'informazione in giallorosso
Mercoledì 8 Agosto 2012 - ore 14:05

BALZARETTI: "Ho voluto solo la Roma, il progetto migliore. Siamo tra le più forti"

BALZARETTI: "Ho voluto solo la Roma, il progetto migliore. Siamo tra le più forti"

CONFERENZA STAMPA - Ecco le dichiarazioni del neo-acquisto Federico Balzaretti nella sala stampa di Irdning. Lo introduce il ds Sabatini, che presenta così il giocatore (LEGGI LA SUCCESSIVA CONFERENZA DEL DS): "Mai registrato un simile consenso da parte di tutta la società come per Balzaretti, un calciatore fortissimo e un essere umano pregiato. Siamo contenti di aver fatto un'operazione abbastanza impegnativa, ma con Balzaretti il nostro spessore tecnico aumenta a dismisura. Balzaretti, è doveroso per me dirlo, è un calciatore che si è forgiato da solo, si è costruito una carriera bellissima, guadagnandosi l'ultimo Europeo, si è costruito da solo facendo anche scelte difficili. Ha conosciuto anche serie minori, ha voluto essere un grande calciatore, ad una certa età è passato dalla Juventus alla Fiorentina, poi dalla Fiorentina al Palermo per affermare le sue qualità, visto che non stava giocando molto. E' arrivato alla Roma e alla Nazionale per le sue qualità morali prima che per quelle tecniche. Sono contento che sia qua".

Ecco le dichiarazioni integrali (parola per parola) di Balzaretti, trascritte fedelmente ascoltando l'audio della conferenza:

E' il momento migliore per arrivare a Roma?
"Si, direi che arrivo al momento giusto, in una fascia d'età in cui sono già grandicello, maturo, pronto. Ho avuto tante esperienze, anche internazionali con il recente Europeo. E' il momento giusto anche per la Roma che ha grandi ambizioni, questo legame è stato voluto. Speriamo di ritagliarci soddisfazioni sia io che la Roma"

Avevi tante offerte, cosa ti ha spinto a scegliere la Roma?
"A livello mediatico c'è stata grande confusione, ma da parte mia c'è stata sempre chiarezza e semplicità. Quando il presidente Zamparini mi ha detto dell'offerta della Roma ho parlato con la famiglia e abbiamo deciso che sarebbe stata l'unica soluzione possibile. Appena ho saputo che c'era la possibilità di andare a Roma, Zamparini lo sa bene, gli ho detto che se dovevo andare via sarei andato soltanto a Roma"

Che potenzialità ha la Roma?
"Ha grandissime potenzialità. E' una piazza che sogna tantissimo, si vede che c'è entusiasmo e aspettative intorno a questa squadra. La società ha investito tantissimo negli ultimi due anni, porsi un obiettivo credo non sia ne semplice ne bello e farlo adesso è alquanto difficile. Ci sono tanti giocatori nuovi, bisogna integrarsi, l'importante è che ci divertiamo noi e che si diverta la gente. Così i risultati arriveranno"

Hai scelto la Roma anche per fattori esterni?

"Hanno sicuramente influito, ho sempre detto che avrei privilegiato la famiglia in qualsiasi scelta mia. Roma è una citta stupenda, in cui posso far crescere le bimbe al meglio, credo che lavorando mia moglie a Parigi sono due città ben collegate, lei ha prospettive di lavoro anche a Roma. Questo da un punto di vista familiare. Poi il rapporto con il direttore ha influito, perchè so come lavora e quali sono i suoi pensier. Sono pensieri comuni, lo erano a Palermo e lo sono adesso. Ci siamo trovati in 5 minuti. Ho scelto la Roma, che a livello di piazza, di società, di gruppo e di ambizioni credo sia una delle società più importanti, che ha il progetto migliore e che ha voglia di vincere"

Sul ruolo e sull'inserimento

"Oramai ci conosciamo tutti dopo 15 anni di professionismo, conosco tanti ragazzi, è molto facile inserirsi. Non c'è problema nemmeno nell'inserirsi negli schemi dell'allenatore, abbiamo una visione del modo di giocare molto simile, quindi siamo avvantaggiati. Certo bisogna lavorare, è una settimana soltanto che sono qui, i margini di miglioramento ci sono e devono essere smisurati, le potenzialità sono talmente tante che lavorando ogni settimana si possono ottenere dei risultati molto molto interessanti. Giocare a destra? Si, l'ho fatto a Varese a 17 anni, l'ho fatto alla Juventus, al Torino, agli Europei, non è un problema. Naturalmente sarebbe un modo di giocare diverso, perchè viene più facile crossare col proprio piede. Ma non è un problema"

Volevi venire a Roma o alla Roma?

"Alla Roma, solo alla Roma"

E' vero che sarebbe stato meglio non fare le coppe per avere più tempo libero?
"Assolutamente non è per questo motivo, anzi l'obiettivo minimo quest'anno è quello di raggiungere le coppe, ci auguriamo tutti che sia l'ultimo anno senza coppe"

Hai avuto la possibilità di andare al Psg?
"Quella del Paris Saint German è una storia lunga, non vi voglio annoiare. In realtà è stata una storia di un anno fa, avendo venduti tutti avevamo deciso di non andare, e poi ci sono stati problemi tra le società e quindi l'affare è saltato. Certo, mi avrebbe fatto piacere sia per il prestigio del club che per mia moglie che è a Parigi, ma sapevo che non ci sarebbe stata la reale possibilità di andare"

Hai avuto la sensazione che Zeman voglia affondare più sulla sinistra?
Piris nell'ultima amichevole è stato più bloccato..
"Credo che per le caratteristiche io sono uno che su venti palle che ha Totti faccio venti sovrapposizioni, magari dall'altra parte no. E' stato frutto del caso. Non è stata una situazione mirata, studiata. Il mio modo di giocare è questo, andare, sovrappormi, fare la fase offensiva. Questa caratteristica credo che si sposi anche col pensiero del tecnico. Si può difendere anche stando più alti. Si dice che la miglior difesa è l'attacco, il mister ha questa idea di gioco e ha fatto divertire ovunque. Speriamo di divertirci anche noi"

Ti stupisce che il grande calcio ti ha scoperto ora?
"Io non credo di essere stato scoperto. Il mio percorso è stato bellissimo e mi ha portato qua. Se sono in uno dei club più importanti a 30 anni è perchè ho avuto una carriera costruita passo dopo passo, che magari ha dato soddisfazioni maggiori a chi a 20 anni è già in Nazionale. Sono contento del percorso che ho fatto"

La Roma può competere con le altre grandi?

"Dobbiamo dimostrarlo sul campo, sicuramente come qualità siamo tra le squadre più forti del campionato, inutile nascondersi. Ma bisogna dimostrarlo, dobbiamo lavorare tanto e bene, amalgamarci bene, fare quello che il tecnico ci chiede, trovare il nostro equilibrio. Come qualità e modo di giocare possiamo benissimo avvicinarsi alle più forti, ma bisogna dimostrare tutto sul campo. La stagione si costruisce attraverso tante cose, anche attraverso le sconfitte. Dobiamo essere bravi a partire bene, a costruire, ma anche nel saper assorbire le critiche e i momenti difficili. Daremo sicuramente filo da torcere a tutti, passando anche per momenti difficili, fortificando il gruppo, possiamo toglierci belle soddisfazioni"

Sui metodi di allenamento di Zeman

"Sono molto molto duri, si fa fatica la sera a parlare al telefono (ride ndr). Però si sa che le sue squadre sono sempre andate fortissimo, e quindi questo sacrificio serve per preparare questa stagione. Poi lui allena anche la sofferenza e credo che sia la cosa giusta perchè in campo all'85' devi fare lo scatto decisivo per vincere, e quando le gambe non vanno più devi giocare anche di testa. Sono metodi giusti, ma bisogna abituarsi. Non credo che dobbiamo essere brillanti adesso, non credo che Zeman voglia questo adesso"

Sulla persona invece?
"Da un punto di vista umano è una persona molto disponibile, semplice, corretta e coerente. Sa quello che vuole, ma è anche molto aperto. L'inizio è stato positivo, non è uno di tante parole, ma non servono quindi meglio così"

Una tua opinione su Piris, che rispetto a te e De Rossi è più indietro. E poi su Dodò
"Su Piris, ieri abbiamo fatto gli allunghi e arrivava 30 metri avanti a me, mi sa che sono io un pò indietro (ride ndr). Mi ha fatto una bella impressione, ha caratteristiche molto diverse dalle mie, è un brevilineo, più piccolino, col modo di giocare diverso. Però è molto forte, mi ha colpito piacevolmente. Poi siamo in camera insieme, è un ragazzo che si sta mettendo subito a disposizione, secondo me si sta inserendo molto bene. Ma questo è un gruppo in cui si respira una bellissima aria, è un gruppo serio, si lavora bene. E' un gruppo che sembra essere insieme da tanto. Di Dodò mi hanno parlato tutti molto molto bene, anche io aspetto di vederlo ma essendo un pochino più grande gli insegnerò due o tre cosine sul calcio italiano perchè ha tutte le potenzialità per essere il terzino più forte del campionato. Cercherò anche io di aiutarlo a inserirsi bene, e gli dirò le cose che penso gli possano servire"

Quanto è importante ricevere le palle di Totti e De Rossi?
"Importantissimo, io sono uno molto semplice anche come modo di giocare. Gioco moltissimo sulla profondità, ho bisogno vicino a me di gente con grandissima qualità che sappia mandarti dentro nei tempi e nei modi giusti. Difficilmente prendo palla ne salto tre e vado in porta da solo. E' importantissimo quindi giocare con gente di questa qualità"

(fine)

ROMANEWS.EU SEGUE LA CONFERENZA IN TEMPO REALE CON
MARCO VALERIO ROSSOMANDO

STAMPA L'ARTICOLO

I COMMENTI DEI LETTORI (6)

8 Agosto 2012   16:17
Er pupone
Non l'ho ancora visto in campo (con la Roma)...ma sono sicuro che Balzaretti diventerà subito uno dei "Guerrieri Romani"..affianco a Totti,De Rossi,Burdisso e Taddei!
8 Agosto 2012   14:51
grandecorno
Bella intervista, bravo balza, idee chiare senza voli pindarici... è forte di "testa", ha ragione sabatini
8 Agosto 2012   14:43
alessio
La Roma ha fatto un grande colpo con Balza nn solo a livello tecnico ma anche umano è un ragazzo serio, grande Sabatini alla faccia di chi diceva questa è una società di straccioni Forza LA ROMA
8 Agosto 2012   14:21
yupa
io aggiungerei che è uno di 30 anni che è abituato ai giornalisti italiani. non pretendiamo troppo da ragazzini di 20 anni che fanno fatica a capire le domande e a rispondere. ovvio che dicono cose scontate sanno solo quelle :-) comunque balzaretti ottimo giocatore!
8 Agosto 2012   14:21
MAGGICAASR
giuro, ho letto l'intervista e mi sono scese le lacrime..quest europeo ho sognato di vederlo alla maggica ed ora eccolo qua..che sentimentalista che sono
1 2
Digita il codice in alto e poi clicca su "Invia il commento"

tutte le notizie

Sabato 1 Novembre 2014 - ore 10:54
Sabato 1 Novembre 2014 - ore 09:54
Sabato 1 Novembre 2014 - ore 09:20
Sabato 1 Novembre 2014 - ore 09:09
Sabato 1 Novembre 2014 - ore 08:55
Sabato 1 Novembre 2014 - ore 08:26
Sabato 1 Novembre 2014 - ore 08:16
Sabato 1 Novembre 2014 - ore 08:05
Sabato 1 Novembre 2014 - ore 07:51
Sabato 1 Novembre 2014 - ore 07:15
Venerdì 31 Ottobre 2014 - ore 22:17
Venerdì 31 Ottobre 2014 - ore 21:25

SONDAGGIO

Quale assenza sta incidendo di più sul rendimento della Roma?

PROSSIMA PARTITA

01.11.2014 - 15.00
 
Napoli
Roma

ULTIMA PARTITA

29 Ottobre 2014 - 20.45
2
0
Roma
Cesena

CLASSIFICA

Serie A TIM
  • Juventus22
  • Roma22
  • Sampdoria16
  • Udinese16
  • Lazio15
  • Milan15
  • Napoli15
  • Inter15
  • Genoa15
  • Fiorentina12
  • Torino11
  • Hellas Verona11
  • Sassuolo10
  • Cagliari9
  • Palermo9
  • Atalanta8
  • Empoli7
  • Cesena6
  • Chievo4
  • Parma3

VIDEO

Tutti i video