romanews.eu il portale dell'informazione in giallorosso
Giovedì 27 Ottobre 2011 - ore 12:18

IL PAGELLONE DI FRANCI. 10 al 'catenacciaro' Malesani, 8 al 'principe dell'utopia' Luis Enrique


IL PAGELLONE DI FRANCI - 10 a Malesani
Come un passante che trova un portafoglio in strada gonfio di danari restituendolo al proprietario, si piazza onesto davanti ai microfoni, riconoscendo che a volte il deretano vale più di mille schemi. Ammette che la Roma ha strapazzato i suoi come un uovo in padella, sottolinea che la vittoria è uno scippo e fa pubblica ammenda per l'orrendo catenaccio del secondo tempo. E' innamorato di Luis Enrique quasi fosse Cyrano con Rossana. C'è una differenza però: l'eroe descritto da Edmond Rostand aveva sicuramente un parrucchiere migliore.


8 a Luis Enrique
Brucia come un grappino a stomaco vuoto, il capo chino di Marassi. Mettiamolo un attimo da parte però e riavvolgiamo il nastro. Ha ragione lui, il principe della magnifica utopia: a Genova s'è vista una Roma grossa così, un nugolo di predoni ben organizzati che spiumano il passerotto genoano, ruminando quel calcio che finora s'era materializzato solo in forma di promessa. Bella, bellissima Roma, tosta e coraggiosa anche quando ci sono in campo più cannoni – le quattro punte – che soldati. Però... Sì ci sono due però. Là davanti non si segna, cioè si lavano tonnellate di panni ma mai nessuno che impugni il ferro da stiro. Gli ultimi quattro gol presi (Hernanes, Klose, Jankovic, Kucka) escono diretti dalla casa delle streghe e puntano la lancetta su errori dei difensori che manco la domenica mattina a Villa Borghese. Una bella ragazza la Roma, che però calza scarpe orrende (la difesa) e non riesce a fidanzarsi con i portieri avversari.


7 a Marco Borriello
Come un bancario precario che apre e chiude raffiche di pratiche, ci mette tutto quello che ha nella (vana?) speranza di essere notato dal capo ufficio per essere assunto. Lo dico senza spocchia e senza cadere nel tranello del professorone di calcio: ma come fa questo qua ad essere in coda alla catena alimentare di Luis Enrique? Eppure è affamato, riottoso, tagliente e soprattutto morbido come il cachemire di Bruno Cucinelli, quando serve quel pallone pazzesco che Borini indossa con facilità irridente. Però fa fatica ad essere titolare. Suoi colleghi meno blasonati, avrebbero già incendiato taccuini e telecamere piazzando l'ode del mugugno accompagnato dall'orchestra del malcontento. Lui è un esempio in campo e fuori. Non dimentichiamolo.


5 a Stekelenburg
Che rabbia. Pur alto come la stele di Axum, osserva quel maledetto pallone sorvolargli sul capoccione, fino ad atterrare là, dove il mondo è solo è soltanto rossoblu. La sponda, il mercurio del culometro di Kucka che va in tilt con quella carezza di polpaccio, mentre chi dovrebbe proteggere l'olandese tentennante è sparso a casaccio nell'area piccola, a mò dei carri armati sul tabellone del Risiko. Sì però lui dov'era? Perchè non ha usato il suo corpicione per spaventare i rappers del catenaccio di Malesani? Altra incertezza grave e un problema di comunicazione con i suoi compagni: lui parla olandese, i difensori mezzo spagnolo, mezzo italiano. Il risultato è come una conversazione davanti a un caffè tra Del Neri e Cassano.


4 a Heinze
Qualcuno gli spieghi che i piedi che pensa di avere li hanno montati – nell'occasione al contrario però – sulla scocca di Lamela. E così quando si produce nella fesseria che apre lo Jankovic party penne, graffette e matite volano ovunque, tanto è forte il pugno che batto sul tavolo. Palacio – mamma mia che giocatore – costretto a fare il torello solitario dai suoi pavidi compagni, s'avventa su quel pallone come una svelta massaia sul tre per due al supermercato. Treccina calva arriva poi in area, si rende conto che la difesa è da Ballando con le le Stelle, con Milly Burdisso che pigramente lo accompagna al passaggio giusto per Jankovic, e piazza il palloncino che spedisce Jankovic sul trono della serata. Ditemi voi.

Paolo Franci
direttore responsabile
Agipronews

STAMPA L'ARTICOLO
Digita il codice in alto e poi clicca su "Invia il commento"

tutte le notizie

Martedì 25 Novembre 2014 - ore 23:40
Martedì 25 Novembre 2014 - ore 22:38
Martedì 25 Novembre 2014 - ore 21:24
Martedì 25 Novembre 2014 - ore 20:42
Martedì 25 Novembre 2014 - ore 19:47
Martedì 25 Novembre 2014 - ore 19:30
Martedì 25 Novembre 2014 - ore 19:00
Martedì 25 Novembre 2014 - ore 18:28
Martedì 25 Novembre 2014 - ore 17:53

SONDAGGIO

Oltre ad un centrale difensivo, cosa serve alla Roma nel mercato di gennaio?

PROSSIMA PARTITA

30.11.2014 - 20.45
 
Roma
Inter

ULTIMA PARTITA

25 Novembre 2014 - 18.00
1
1
Cska Mosca
Roma

CLASSIFICA

Serie A TIM
  • Juventus31
  • Roma28
  • Napoli22
  • Sampdoria21
  • Genoa20
  • Lazio19
  • Milan18
  • Udinese18
  • Inter17
  • Fiorentina16
  • Sassuolo15
  • Hellas Verona14
  • Palermo14
  • Empoli13
  • Torino12
  • Cagliari11
  • Atalanta10
  • Chievo9
  • Cesena8
  • Parma6