VILLARREAL-ROMA, LA CRONACA – La Roma, nella gara di andata dei sedicesimi di finale di Europa League sfida, sul palcoscenico dell’Estadio de la Ceramica, il Villarreal. La gara, affidata all’olandese Makkelie, termina con un perentorio 0-4. Decisive, ai fini del risultato, la rete gioiello di Emerson (32′) e la tripletta di Dzeko (65′, 80′, 86′). Prestazione superba della compagine giallorossa, travolgente in attacco e solida in difesa: la squadra controlla la partita senza rischiare nulla. I ragazzi di mister Spalletti, grazie alla vittoria ottenuta, possono attendere la sfida di ritorno con molta fiducia.

Cronaca testuale
Mattia Emili

LE FORMAZIONI UFFICIALI

VILLARREAL (4-4-2): 1 Asenjo; 2 Mario, 5 Musacchio, 6 Victor Ruiz, 11 Costa; 8 Dos Santos, 21 Bruno, 14 Trigueros, 19 Castillejo (66′ Cheryshev); 18 Sansone (82′ Santos Borré), 17 Bakambu (65′ Adrian)
A disp: 13 Fernandez, 22 Rukavina, 12 Alvaro, 16 Rodrigo
All.: Escriba

INDISPONIBILI: –
DIFFIDATI: 8 Dos Santos, 6 Victor Ruiz, 22 Rukavina, 24 Santos Borré
SQUALIFICATI
: –

ROMA (3-4-2-1): 19 Alisson; 44 Manolas, 20 Fazio, 2 Rudiger (70′ Jesus); 13 Peres, 16 De Rossi, 6 Strootman, 33 Emerson; 92 El Shaarawy (62′ Salah), 4 Nainggolan (90′ Paredes); 9 Dzeko
A disp.: 1 Szczesny, 21 Mario Rui, 8 Perotti, 10 Totti
All.: Spalletti

INDISPONIBILI: 24 Florenzi (rottura del legamento crociato anteriore della gamba sinistra), 99 Nura (riabilitazione al ginocchio post operazione)
DIFFIDATI: 5 Paredes
SQUALIFICATI: –

Arbitro: Makkelie (Ola)
Assistenti: Steegstra (Ola), Diks (Ola)
Addizionali: Blom (Ola), Jochem (Ola)
Quarto uomo: Vries (Ola)

Ammoniti: 45′ Mario (V), 90′ Peres (R)
Espulsi: –
Marcatori: 32′ Emerson (R), 65′, 80′, 86′ Dzeko (R)

Note: –
Calci d’angolo: 5-5
Recupero: 1-3

LA CRONACA DELLA PARTITA

SECONDO TEMPO

90’+3 – Termina il match: la Roma vince 0-4 in casa del Villarreal!

90′ – Segnalati 3 minuti di recupero.

90′ – CAMBIO ROMA. Fuori Nainggolan, dentro Paredes.

90′ – AMMONIZIONE ROMA. Peres interviene in maniera scomposta su Costa.

86′ – GOOOOOOOOL ROMA! Poker giallorosso, a segno Dzeko: Nainggolan scende sulla fascia sinistra e appoggia al centro dell’area per Dzeko, che controlla e con il piazzato sinistro batte Asenjo! 0-4!

82′ – SOSTITUZIONE ROMA. Fuori Sansone, dentro Santos Borré.

80′ – GOOOOOOOOL ROMA! Tris di Dzeko per i giallorossi: lancio magnifico di Emerson, riceve Dzeko all’interno dell’area e, a tu per tu con Asenjo, non sbaglia! 0-3!

76′ – Si fa vedere il Villarreal. Punizione dal limite dell’area di Sansone, che prova la soluzione sotto alla barriera: blocca Alisson!

70′ – SOSTITUZIONE ROMA. Fuori Rudiger, dentro Jesus.

66′ – CAMBIO VILLARREAL. Esce Castillejo, in campo Cheryshev.

65′ – SOSTITUZIONE VILLARREAL. Out Bakambu, dentro Adrian.

64′ – GOOOOOOOOOL ROMA! Raddoppio dei giallorossi con Dzeko: Salah riceve un gran pallone in profondità da Peres e, dalla destra, entra in area e appoggia per il bosniaco, che si libera di Musacchio e fa secco Asenjo! 0-2!

62′ – SOSTITUZIONE ROMA. Fuori El Shaarawy, dentro Salah.

60′ – Sempre il Villarreal. Trigueiros, sulla trequarti offensiva riceve, porta palla e prova la bordata di destro: Alisson la blocca!

59′ – Insistono gli spagnoli. Castillejo, sulla fascia destra, supera El Shaarawy, e prova il sinistro a giro: blocca Alisson.

56′ – Ancora il Sottomarino Giallo. Trigueiros, dalla destra, mette al centro un pallone interessante, stacca Mario di testa: Alisson in angolo!

52′ – Occasione Villarreal. Bakabu recupera un ottimo pallone all’altezza del centrocampo, avanza, e, dopo aver superato Fazio e Manolas, scarica il destro dal limite: alto!

46′ – Al via il secondo tempo!

PRIMO TEMPO

45’+1 – Termina il primo tempo.

45’+1 – Occasione Roma. Azione poderosa di Emerson, che si fa tutta la fascia con la palla al piede e, all’interno dell’area, lascia partire il destro: respinge Asenjo!

45′ – Segnalato un minuto di recupero.

45′ – AMMONIZIONE VILLARREAL. Mario atterra irregolarmente El Shaarawy.

44′ – Ancora i giallorossi. Punizione sulla trequarti di De Rossi, che mette al centro un buon pallone, respinge la difesa! Arriva Nainggolan con il destro al volo: alto!

32′ – GOOOOOOOL ROMA! Emerson porta in vantaggio i giallorossi: El Shaarawy appoggia sulla sinistra per il brasiliano, che ruba il tempo a Castillejo, porta palla e da fuori area sfodera un destro a giro meraviglioso che si insacca all’incrocio dei pali! 0-1!

31′ – Giallorossi vicini al vantaggio. El Shaarawy, sulla sinistra, si libera di Musacchio e mette al centro un’ottima palla, stacca Dzeko di testa: blocca Asenjo!

27′ – Roma pericolosa. Lungo lancio di De Rossi, arriva Strootman all’interno dell’area di rigore defilato sulla sinistra: sinistro fuori misura!

24′ – Occasione Villarreal. Doppio scambio al limite dell’area tra Trigueiros e Castillejo, che scarica il destro dal limite: alto!

20′ – Roma in avanti. Dzeko, al limite dell’area, supera Trigueiros e prova il destro potente: abbondantemente fuori!

9′ – Match equilibrato, le squadre lottano prevalentemente a centrocampo. I ritmi del match sono alti.

1′ – Al via il match!

PRE PARTITA

Ore 20.50 – Roma e Villarreal rientrano negli spogliatoi: l’inizio del match si avvicina.

Ore 20.25 – Le squadre entrano in campo per il riscaldamento.

Ore 19.50 – Anche il Villarreal, tramite Twitter, rende nota la formazione iniziale: 1 Asenjo; 2 Mario, 5 Musacchio, 6 Victor Ruiz, 11 Costa; 8 Dos Santos, 21 Bruno, 14 Trigueros, 19 Castillejo; 18 Sansone, 17 Bakambu.

Ore 19.40 – La Roma, attraverso il profilo Twitter, comunica l’undici di partenza: 19 Alisson; 44 Manolas, 20 Fazio, 2 Rudiger; 13 Peres, 16 De Rossi, 6 Strootman, 33 Emerson; 92 El Shaarawy, 4 Nainggolan; 9 Dzeko.


Ore 19.20 – La Roma parte dall’albergo e si dirige verso l’Estadio de La Ceramica.

ROMANEWS.EU SEGUE IL MATCH IN TEMPO REALE

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

12 Commenti

        • smentito da una singola parata in una partita in cui ha dovuto solo bloccare tiri da fuori e un colpo di testa che usciva? E se quando ha sbagliato due rinvii coi piedi di cui uno nell’area piccola ti segnavano ero un profeta?

      • beh direi che confermi pienamente il tuo assunto peraltro condivisibilissimo. Io potrei agevolmente citarti astra giurgiu… due volte l’altra squadra di europa league (ceca se non sbaglio), il cesena… e tu dovresti automaticamente riporre nel cassetto questo aforisma che hai letto in qualche libello di pseudo cultura… Però signori si nasce. E oltre che signori, anche intelligenti abbastanza da capire che non è una parata su un colpo di testa che andava fuori a fare un portiere. Comunque, in grande amicizia ho la memoria lunga… e questo sistema tiene la cronologia. 🙂

      • al di là di questo ti rispondo anche… si apre la bocca perché se la tenessimo sempre chiusa per paura dei giudizi della gente del tuo stampo (non nel senso di evidente pochezza, nel senso di ‘taccio per non farmi parlare dietro) probabilmente staremmo ancora a discernere sull’utilità di una ruota rotonda o quadrata. Ma il tempo è galantuomo, e per fortuna ci sono teste e livelli di ‘coraggio’ diversi.

      • chiaramente non era un invettiva con te, che hai evidentemente una cultura sconfinata. Ma proprio con Oscar Wilde col quale sento più alla portata il confronto. E non ho dubbi che tu di Oscar Wilde abbia letto l’opera omnia.

  1. no ma tranquillo che vinciamo lo scudetto io sono sicuro. E alisson è il portiere più forte del mondo :). E anche la uefa vinciamo. Co alisson è il minimo. Solo che io me lo auguro sul serio. Voi a parte fare i coatti dietro le tastiere colle foto da sartre incrociato a cliff burton non so 🙂

    • Ma io non lo vedo così male.
      Certo, non è Neuer ma secondo me è anche un buon portiere.
      Poi se vinciamo l’Europa League, giuro che cambio la foto (fra l’altro, quella fotto, l’ho messa dopo la partita di ritorno col Porto e rappresentava abbastanza bene il momento!).
      Poi, da Francese, potrei anche metterne una di Sartre anche se ho sempre avuto un debole per Camus. Quindi Camus sarà!

      • beh guardando alla Francia mi rispecchio più in un Dumas padre 🙂 comunque seriamente e tornando al discorso… personalmente è un portiere che non mi dà sicurezza, né per posizionamento, né per ‘le mani’. Cercando di essere più specifico, e con l’avvertenza che non sarò precisissimo perché ricordo bene ‘il concetto’ di cosa successe ma non bene le azioni ormai… in europa league praticamente in ogni partita ne ha fatta almeno una, che fosse in uscita, una posizione sbagliata, il colpo di testa di quello coi capelli viola della squadra del girone, uno (o due?) gol dei rumeni…. L’unica che ho chiarissima è col cesena, dove è vero che fanno casino con manolas, quindi diamo per buono un concorso di colpa… però se tu vedi bene lui perde la palla dalle mani ancora prima dell’impatto. E poi ci sono generici ‘errori gratuiti’ nelle sue partite che sono quelli che noto di più… tipo respinge coi pugni sempre dentro l’area o nella direzione sbagliata… coi piedi è bravino ma col villareal ne tira una addosso a ruediger, e prima aveva rinviato basso laterale verso un giocatore loro che era solo… allunga la gamba e per fortuna non ci arriva. A parte questa lunga divagazione, tutte le volte che un tiro VERAMENTE pericoloso gli arriva in porta (intendo non il colpo di testa con lui piazzato sul palo… o quello nel primo tempo in cui deve solo alzare il braccio…) è quasi sicuramente gol. Tanto che mi permetto una domanda. Ipoteticamente arriviamo in semifinale e finale. Tu sei spalletti… chi metti?

        • La logica calcistica sarebbe di giocare con Szczęsny, come forse farà nel doppio derby di Coppa Italia. La logica di gestione del gruppo, ma anche quella della competizione stessa in quanto Alisson ha giocato tutte le partite di Europa League fin qua, e perché no, di preparazione della stagione successiva (anche se il problema non dovrebbe neanche porsi visto che siamo ancora in corsa per vincere qualcosa quest’anno!), potrebbe essere quella di far giocare il brasiliano.

          Non sono Spalletti (ed è meglio per la Roma, non sono altrettanto bravo) ma ti rispondo che in caso di semifinale e di finale farebbe giocare Szczęsny. Non ne sono sicuro ma tale è la mia sensazione.

          E quindi capisco che cosa intendevi.

          Poi, come già detto anch’io preferisco Szczęsny ma forse non mi sento così insicuro quando gioca Alisson (che trovo superiore ai vari Zotti o Pelizzoli…)

      • chiudo la questione per farti capire perfettamente cosa intendevo. Vale per alisson quello che penso per bruno peres. Cioè è un giocatore generalmente disastroso. Il fatto che tu vinca 4-0 a villareal e 4-1 col torino ti fa pensare che il giocatore ‘ci può stare/migliorerà. Però il fatto che abbia fatto due partite in cui non fa niente di negativo (e niente di positivo) non autorizza a dire ‘avete visto che pure peres è forte… aspettate invece di criticarlo’. Poi è chiaro che i giocatori vanno a momenti e che niente va preso in assoluto e che si può sempre migliorare (e peggiorare). Però partendo da questa base è inutile qualsiasi discussione. Uno può commentare solo il passato e il presente. Il timore/speranza per il futuro non è un motivo per tacere. L’importante è essere coerenti nel momento in cui le cose cambiano. E fidati che quando alisson sarà un portiere che non ho paura di vedere nei miei pali non avrò problemi ad ammetterlo. Ad ora mi spaventa come mi spaventava goicoechea o cejas o zotti o pelizzoli (e anche loro avranno fatto buone partite qualche volta).

LASCIA UN COMMENTO