NUMERI E CURIOSITA’ – Dopo il 4-0 del 19 gennaio in Coppa Italia, Roma e Sampdoria tornano a incrociarsi in campionato. A distanza di 10 giorni esatti dagli ottavio di Tim Cup, la squadra va a far visita ai liguri al Ferraris domenica 29 alle ore 15:00, per l 22° turno di Serie A.

SFIDA TRA LE PANCHINE PIU’ PROLIFICHE – Il match tra giallorossi e doriani sarà la sfida tra le due squadre del campionato di Serie A che hanno segnato di più con giocatori subentrati dalla panchina nel corso delle partite, 6.

SPALLETTI  SPARIGLIA SAMP –  Nove vittorie e 5 pareggi – tra cui il primo 1-1 a Marassi in cui nacque il famoso modulo 4-2-3-1 per mister Luciano quando affronta la sua ex squadra sulla panchina della Roma: la Samp portafortuna al tecnico toscano che non ha mai conosciuto sconfitte da quando veste i colori giallorossi. In totale, calcolando anche i suoi trascorsi a Udine, Ancona ed Empoli, contro i blucerchiati ha totalizzato 12 successi, 5 pareggi e soltanto 3 sconfitte.

LA SAMP HA DIMENTICATO COME SI SEGNA – La rete di un giocatore blucerchiato manca da 450 minuti: l’ultima volta che la squadra di Giampaolo ha esultato è stato nella notte del San Paolo quando Puggioni e compagni passarono in vantaggio grazie all’autogol di Hysaj (2-1 per il Napoli). Così per trovare una rete firmata da un doriano bisogna andare al 18 dicembre a Verona nella sconfitta col Chievo, 2-1 per i veneti, rete di Schick. In astinenza da gol anche Luis Muriel che non va a segno dal 20 novembre (3-2 al Sassuolo con doppietta del colombiano). Da allora 10 partite (8 di campionato, due di Coppa Italia) e zero gol.

LA SAMP HA DIMENTICATO ANCHE COME SI VINCE IN CASA – Blucerchiati smemorati anche sul fronte delle vittorie interne, considerato che non vincono tra le mura amiche dal match col Torino di inizio dicembre. Nelle settimane successive la sconfitta con la Lazio e poi i pareggi a reti inviolate e con poche luci con Udinese ed Empoli. Sembra proprio essersi spenta la luce al Ferraris dove pure ad inizio stagione aveva una marcia trionfale o quasi, mentre oggi non riesce più a vincere.

SPALLETTI PUNTA ALLA QUARTA – Dopo il match con il Cagliari (1-0), la Roma punta a superare la sequenza di 3 gare consecutive senza subire gol – con il risultato di 1-0 – che la vede appaiata a Inter, Milan, Atalanta ed Empoli. Se anche a Marassi riuscisse ad uscire con la propria porta inviolata, Spalletti raggiungerebbe il record in questa Serie A di partite senza reti al passivo, 4. La Roma non vince 4 partite consecutive in campionato senza subire alcun gol dall’ottobre 2013 quando arrivò a 7 consecutive.

Giulia Spiniello