ROMA-INTER, L’AVVERSARIA – Seconda giornata di Serie A. Dopo la sofferta vittoria di Bergamo contro l’Atalanta targata Kolarov, ancora un ostacolo di importante per la compagine di Di Francesco: l’Inter dell’ex Luciano Spalletti – andato via dalla capitale tra fischi e applausi, gli stessi che ritroverà sabato sera all’Olimpico – che nel match di esordio ha ben figurato ottenendo una vittoria rotonda per 3-0 ai danni della Fiorentina con un Icardi subito in grande spolvero.

L’ANEDDOTO – Sono 9 anni che la Roma non perde tra le mura amiche in campionato contro l’Inter. Era la settima giornata della stagione 07/08, terminata 0-4 grazie alla doppietta di Ibrahimovic e alle reti di Stankovic e Obinna. Considerando tutte le competizioni l’ultima sconfitta è datata 19 aprile 2011 nella gara di andata di semifinale della Coppa Italia per 0-1 targata, con un tiro dalla distanza,  Dejan Stankovic. In questo arco temporale i capitolini hanno raccolto 6 vittorie e 3 pareggi segnando 17 reti e subendone 7 (considerando anche un successo per 2-1 in Coppa Italia del 23 gennaio 2013).

IL MISTER – Il tecnico Luciano Spalletti si affida al solito collaudato 4-2-3-1 che lo ha reso celebre proprio a Roma proponendo lo stesso undici della prima gara con Handanovic tra i pali mentre in difesa spazio alla coppia Miranda Skriniar con D’Ambrosio e Nagatomo terzini. Il duo dei mediani vede impegnati i due nuovi arrivi: Borja Valero in regia e Vecino da incursore. La batteria dei trequartisti è formata da Candreva a destra, Brozovic centrale ed un rinato Perisic a sinistra con Icardi prima punta.

LA PROBABILE FORMAZIONE

Inter (4-2-3-1): 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 37 Skriniar, 25 Miranda, 55 Nagatomo; 5 Gagliardini, 11 Vecino; 87 Candreva, 20 Valero, 44 Perisic; 9 Icardi.
A disp.: 27 Padelli, 13 Ranocchia, 61 Vanheusden, 7 Cancelo, 29 Dalbert, 29 Henrique, 77 Brozovic, 10 Mario, 8 Jovetic, 99 Pinamonti, 96 Gabriel, 23 Eder.
All.: Spalletti

Giacomo Carrieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO