NUMERI E CURIOSITA’ ROMA-TORINO – La squadra di Spalletti reduce dal successo in goleada in casa del Villareal, prova a ripetere le meraviglie europee in campionato. All’Olimpico, ore 18,00, arriva il Torino che, nella gara di andata, alla sesta giornata di Serie A ha battuto la Roma 3-1 con le reti di Belotti (8′) e Iago Falque, autore di una doppietta (rig. 52′, 65′). Inutile il gol della bandiera per i giallorossi, siglato da Totti (rig. 56’). Una prestazione opaca da parte degli uomini di Spalletti che fece discutere non poco.

TRIDENTE EUROPEO – Non ci riferiamo alla Roma, nonostante i recenti fasti d’Europa League, il 4-0 in casa del Villareal. E’ invece il Torino ad avere il tridente d’attacco – Belotti, Falque, Ljajic, secondo in Europa per gol fatti dietro al solo tridente delle meraviglie del Barcellona: Messi-Suarez-Neymar che guidano la classifica con 41 reti segnate (Suarez 18, Messi 17 e Neymar 6). Belotti 17, Falque 10, Ljajic 6, in totale raggiungono quota 33, a pari merito con l’Arsenal di Alexis Sanchez e il Napoli di Mertens. A meno 1 c’è invece la Roma di Dzeko.

A COLPI DI GOL – Il match di domenica promette spettacolo: si affrontano infatti 2 dei primi 4 attacchi della serie A. Secondo quello giallorosso con 50 marcature, 4° quello granata con 45 gol. Dzeko (18 reti) e Belotti (17), assieme ad Higuain (18), occupano le prime 3 posizioni della classifica marcatori del campionato. La Roma è la formazione che ha segnato di più in casa, 32, la squadra di Mihajlovic in trasferta ne ha realizzati esattamente la metà, 16 ma detiene il record delle “manite”: ha segnato 5 gol per 3 volte in questo campionato, come il Napoli di Sarri.

 OLIMPICO CHE PACCHIA – La Roma ha vinto tutte le ultime 6 sfide casalinghe di campionato contro il Torino, ma soprattutto ha vinto tutte le ultime 14 partite giocate all’Olimpico in Serie A, un record nella storia del club giallorosso. I giallorossi, inoltre, hanno mantenuto 6 volte la porta inviolata in gare interne, nessuna squadra ha fatto meglio in questo campionato.

TORO COL MAL DI TRASFERTA – Il prolifico Toro di Belotti in compagni un punto debole ce l’ha e si chiama trasferta, se è vero che non vince lontano dal proprio stadio dallo scorso novembre. L’ultimo successo esterno è arrivato in Calabria contro il Crotone, 2-0. Da allora 3 sconfitte e 2 pareggi.

IL 1° QUARTO D’ORO GRANATA NON E’ ACCADEMICO – Il Torino è la seconda squadra del campionato per reti fatte nei primi 15 minuti. Ne sono arrivate 9 contro le 10 della Juventus, la più prolifica nel primo quarto d’ora di gioco. Dalla sua la Roma può difendere il suo record personale di reti nel quarto d’ora finale, 12, come l’Inter.

Giulia Spiniello