Roma e Sassuolo, chi va in svantaggio non prende punti

0

NUMERI E CURIOSITA’ ROMA-SASSUOLO – I giallorossi chiudono il 2017 tra le mura amiche dell’Olimpico con l’ultima gara dell’anno in programma oggi alle ore 15 contro il Sassuolo. Di Francesco, Pellegrini e Defrel contro il proprio passato. La Roma, dopo il ko con la Juventus, vuole tornare al successo per riprendere la marcia che aveva preceduto la sfida dello Stadium, in cui aveva piazzato una serie di 9 partite con 7 vittorie e 2 pareggi.

TABU’ ROMA…A META’ – La Roma è l’unica formazione, tra quelle affrontate più di due volte in Serie A, che il Sassuolo non ha mai battuto: cinque successi giallorossi e tre pareggi. I giallorossi hanno segnato almeno due gol in 7 di questi 8 incroci, per un totale di 18 reti, 2.3 di media a partita. I tre pareggi collezionati dai neroverdi sono arrivati però tutti all’Olimpico. Nelle 4 sfide di Roma entrambe le squadre hanno sempre trovato il gol.

NEROVERDI IN VENA – Il Sassuolo ha vinto le ultime 3 partite in campionato: non raggiunge i 4 successi consecutivi nella stessa stagione di Serie A da maggio 2016.

FLORENZI BISCENTENARIO – Florenzi toccherà un record personale molto importate: le 200 presenze con la maglia giallorossa.

ROMA SEMPRE LA PIU’ EDUCATA – La squadra di Di Francesco è quella che ha commesso meno falli in questo campionato, 186. Continua ad essere anche la formazione di Serie A con meno cartellini gialli, 22, e meno espulsioni, 1, quello a De Rossi in Genoa-Roma.

SASSUOLO SARACINESCA NEI PRIMI 15’ – La squadra emiliana assieme a Lazio e Milan, è una delle tre compagini del campionato che non ha ancora subito gol nel primo quarto d’ora di gioco. Uno stimolo in più per la Roma per provare a sbloccare subito l’ultima sfida dell’anno all’Olimpico.

LE COSE CHE ABBIAMO IN COMUNE – Ad accomunare Roma e Sassuolo c’è un record negativo. Assieme al Milan, le due sfidanti di sabato sono infatti due delle tre squadre, che non sono riuscite ancora a guadagnare punti da situazione di svantaggio in questo campionato.

SASSUOLO ABBONATO AL DISCHETTO MA… – La formazione di Beppe Iachini detiene un record positivo in condominio con l’Udinese: il Sassuolo e i friulani sono infatti le compagine che nelle prime 18 giornate di campionato hanno ricevuto più calci di rigore di tutti: 7 a testa i tiri dal dischetto per entrambe. I neroverdi però sono riusciti a realizzare solo 2 dei penalty assegnati e con 5 errori dagli 11 metri sono in testa alla classifica delle squadre che hanno sprecato più volte l’estrema punizione.

ARRIVA LA VITTIMA PREFERITA DI DZEKO – All’Olimpico la squadra ospite di sabato pomeriggio è la vittima preferita di Dzeko. L’attaccante bosniaco – a secco di gol dal 1° dicembre, contro la Spal – ha infilato i neroverdi tre volte nelle ultime due sfide in campionato. A nessun’altra squadra, tra le attuali in Serie A, il numero 9 giallorosso ha segnato di più. Nella passata stagione finì per 3-1 in favore dei giallorossi sia all’andata che al ritorno. All’Olimpico, dopo il vantaggio iniziale di Defrel, Paredes, Salah e appunto Dzeko furono gli autori della rimonta che regalò la vittoria alla Roma.

PERICOLO MATRI – L’attaccante degli emiliano, Alessandro Matri, in questo campionato ha segnato finora 3 volte e tutti e 3 i gol sono arrivati nei match di trasferta. Se ci aggiungiamo che i giallorossi hanno subito 5 gol dal bomber in campionato – l’ultima a settembre 2012 in Juventus-Roma – Manolas e compagni dovranno prestare la massima attenzione.

Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here