NUMERI E CURIOSITA’ – La stagione 2016-17 della Roma è agli sgoccioli, il traguardo finale porta il nome ‘Genoa’, formazione che i giallorossi ospiteranno domenica 28 maggio alle 18 allo Stadio Olimpico. In questi giorni l’attenzione è stata catalizzata quasi totalmente dall’addio alla maglia da gioco giallorossa di Francesco Totti, che dalla prossima settimana inizierà a chiarire il suo futuro, se da dirigente nella Roma o da calciatore altrove solo lui – per ora – lo sa. La partita con il Genoa non sarà solo l’occasione per omaggiare l’eterno numero 10, da 25 stagioni con la casacca giallorossa sulle spalle, ma deciderà anche la volata per il secondo posto tra Roma e Napoli.

Prima dell’ultimo turno, la Juventus si è aggiudicata il titolo di campione d’Italia mentre i partenopei contendono ai giallorossi la seconda piazza, utile per l’ingresso diretto in Champions League. La squadra di Sarri, impegnata in trasferta contro la Sampdoria, insegue a -1 quella di Spalletti. Traguardo fondamentale per le casse, vale circa 30 milioni, e per la programmazione della prossima stagione. Ma quante volte la Roma si è piazzata almeno seconda nella sua storia? Dalla data della sua fondazione ad oggi, considerando i campionati a girone unico, la società capitolina ha partecipato ad 84 delle 85 edizioni della Serie A includendo quella che sta per volgere al termine (retrocessa in Serie B nella stagione 1951-52). Finora il secondo posto è stato centrato in 13 occasioni, a cui vanno a sommarsi i tre scudetti. Sei le occasioni in cui la Roma ha chiuso invece terza.

Gran parte dei piazzamenti al secondo posto è raggruppato nel nuovo secolo. Dalla stagione 2000/01, quando lo scudetto divenne per la terza volta giallorosso, sono 8 le volte in cui la Roma ha chiuso sul secondo gradino del podio, a cui si somma la terza piazza dello scorso anno (nello stesso arco di tempo 3 secondi e 2 terzi posti per il Napoli). A cavallo del secondo scudetto (1982-83) altri tre piazzamenti d’argento: 1980-81, 1983-84 e 1985-86. Scorrendo a ritroso nel tempo, gli altri due piazzamenti d’onore si incrociano negli anni ’30, più precisamente nelle stagioni 1930-31 e 1935-36. Tornando al calcio a colori, la tradizione recente dei giallorossi può far ben sperare per il raggiungimento dell’obiettivo.

Gian Marco Torre

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO