L’Atalanta segna di testa e corre più della Roma

1

NUMERI E CURIOSITA’ ROMA-ATALANTA – Nuovo giro, nuova corsa. Con il primo week-end del 2018, comincia anche il girone di ritorno del campionato. La Roma alle ore 18 affronta in casa l’Atalanta reduce dalla bella prova del San Paolo dove ha battuto ed eliminato il Napoli dalla Coppa Italia.

SFIDA OSTICA – La Roma ha vinto solo una delle ultime sei partite di campionato contro l’Atalanta (3 pareggi, 2 sconfitte), la sfida di andata di questo campionato: 1-0 esterno per i giallorossi. I bergamaschi, dopo sette trasferte di campionato senza successi (3 pareggi, 4 sconfitte), hanno vinto le  ultime due gare esterne in Serie A contro Genoa e Milan e in Coppa Italia con il Napoli.
LE COSE CHE HANNO IN COMUNE – Sia la Roma che l’Atalanta non chiuso il 2017 con il sorriso. Di Francesco e i suoi hanno pareggiato col Sassuolo all’Olimpico, la Dea ha perso a sorpresa in casa contro il Cagliari. Entrambe vorranno iniziare al meglio il 2018 prima della sosta di campionato.
MALE DA FUORI AREA – L’Atalanta è la squadra che ha subito più gol da fuori area su azione in questa Serie A 7.
LA DEA SA PUNIRE DI TESTA – La squadra di Gasperini finora ha segnato 6 volte di testa; meglio di lei hanno fatto solo la Juve, l’Inter e il Chievo con 7 reti. La Roma è penultima in questa speciale classifica con solo 2 reti di testa, uno in più del Benevento (1).

KOLAROV IL GIUSTIZIERE – Kolarov è il difensore che ha effettuato più tiri (38), creato più occasioni (47) e completato più dribbling (32) nel campionato in corso. Nel match di andata, la sua prima in Serie A con la maglia della Roma, ha deciso il confronto con un suol gol (0-1) al minuto 31.

FLORENZI BOMBER DI BEFANA – L’ultima volta che la Roma è scesa in campo il giorno dell’Epifania, è andata a segno con Florenzi: è accaduto il 6 gennaio 2016, alle ore 15. Chievo-Roma finì 3-3 con le reti di 7′ Sadiq, 37′ Florenzi, 44′ Pepe, 58′ Pepe, 71′ Iago Falque, 85′ Pepe. Nel giorno della Befana i giallorossi non perdono dal 2013: 4-1 in casa del Napoli (4′ Cavani, 47′ Cavani, 70′ Cavani, 72′ Osvaldo, 90′ Maggio). Nelle ultime 2 sfide,  prima del 3-3 di Verona, è arrivato nel 2015 lo 0-1 in casa Udinese (17′ Astori).

LO SCUDETTO DEI LEGNI – La squadra di Di Francesco vince lo scudetto d’inverno dei legni: la Roma è prima infatti nella classifica dei pali/traverse colpiti: 14. Sono 7 invece i legni subiti dalla avversarie di turno. I bergamaschi ne hanno colpiti 3 e subiti 1.

ROMA ALL’ANGOLO – Meglio della Roma dalla bandierina ha fatto solo l’Inter: i giallorossi nella prima parte di campionato hanno battuto 125 calci d’angolo, i nerazzurri 153. La prossima avversaria, l’Atalanta, ha collezionato 98 corner.

PELLEGRINI BIS PERCHE’ NO? – Pellegrini, a segno in due delle ultime quattro presenze in campionato, ha trovato il gol l’ultima volta che ha giocato da titolare contro l’Atalanta in campionato, lo scorso aprile con la maglia del Sassuolo.

GOMEZ BESTIA NERA – Il nerazzurro Gomez – in gol nell’ultima giornata dopo un digiuno di 11 incontri di campionato – ha segnato quattro reti contro la Roma in Serie A, solo al Chievo ne ha realizzate di più (5).

LA DEA VINCE AI KM – L’Atalanta dopo il girone di andata si è consolidata come la terza squadra del campionato per chilometri percorsi, 110.885. Meglio della Dea hanno fatto solo Inter e Fiorentina. Molto staccata la formazione giallorossa, 17esima in questa particolare classifica, con 106.902 chilometri.

Giulia Spiniello
Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here