Se una notte d’estate un blucerchiato sostituisse Strootman

2

ROMA-SAMPDORIA, IL FACCIA A FACCIA – 22esima giornata di Serie A, dopo il recupero di mercoledì scorso terminato in pareggio, questa sera sarà di nuovo Roma contro Sampdoria. I giallorossi sono distanti 2 punti dalla zona Champions: per cercare di guadagnare terreno  sull’Inter beffata al 90′ dalla Spal e non perdere di vista la Lazio, che sarà impegnata a San Siro con il Milan, devono ottenere qualcosa in più di un magro 1-1.

IN MEZZO AL CAMPODe Rossi ha smaltito il problema al polpaccio e fa ufficialmente parte dei 23 convocati per la sfida, probabilmente però partirà dalla panchina. Pellegrini non è al 100% (causa risentimento muscolare) ma sarà della partita, al suo fianco Di Francesco schiererà Nainggolan e Strootman. L’olandese, che non brilla da un po’ ma sta facendo di tutto per ritrovare il vigore e l’atletismo di un tempo, sarà impegnato in cabina di regia. In un ruolo non dissimile, Giampaolo lascerà carta bianca al giovane Torreira, uno dei migliori in campo nel match di recupero del Ferraris.

STROOTMAN IL PRESENTE, TORREIRA IL FUTURO? – Dopo un breve periodo di adattamento al calcio italiano (è la prassi), il sudamericano sembra aver acquisito il carattere e la consapevolezza che possono fargli fare la differenza su qualsiasi terreno di gioco. Classe ’96, piccolo di statura ma robusto, Torreira è diventato in poco tempo il fulcro del sistema di gioco blucerchiato. L’uruguaiano incarna appieno le prerogative del centrocampista moderno: è in grado di coniugare con disinvoltura il lavoro sporco da incontrista ai compiti più sottili e ordinati del regista. Proprio la Roma lo ha cercato al principio della scorsa estate, prima di tuffarsi a capofitto su Gonalons: “L’interesse dei giallorossi mi rende molto felice, tutto questo è un riconoscimento del lavoro e del sacrificio”, rispose il giovane, senza mascherare quanto gli sarebbe piaciuto fare il salto di qualità in una grande squadra. Salto che, viste le politiche di mercato in casa Ferrero improntate sull’inanellamento di plusvalenze su plusvalenze, forse è solo rimandato. Rimandato perché se Strootman dovesse salutare la capitale nella prossima sessione di mercato, il sostituto naturale potrebbe essere proprio lui. Juventus e Inter permettendo.

Paolo Sparla

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here