News della giornata. Totti premiato a Dubai, parlano Dzeko e De Rossi. Si infiamma il mercato

0

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un unico articolo: buona lettura!

QUI TRIGORIA – Di nuovo squadra in campo alle 11 in questo giovedì in vista della gara interna contro il Sassuolo. La seduta è iniziata in sala video per studiare gli avversari, poi i giallorossi si sono spostati in palestra per un breve riscaldamento muscolare e poi in campo. Dopo un torello iniziale e un’esercitazione con gli ostacoli, la squadra ha lavorato sulla tattica e sulle palle inattive. Tutti a disposizione per Eusebio Di Francesco tranne il lungo degente Rick Karsdorp.

TOTTI – Il dirigente della Roma Francesco Tottia margine della premiazione del Globe Soccer Awards a Dubai, dove ha ricevuto un riconoscimento per la sua carriera, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport. L’ex capitano ha toccato molti temi, ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni: Uno scudetto a Roma ne vale 10 altrove. Speriamo che questa Roma possa crescere e migliorare sotto tutti i punti di vista. Manco a De Rossi? Perché ero vicino a lui sul pullman per andare allo stadio (ride, ndR). Forse gli manca la chiacchierata, lo scherzo. Oltre a far vincere io le partite, le faceva vincere lui e il resto della squadra. 

DZEKO SLIDESHOW – L’attaccante della Roma Edin Dzekoè stato il protagonista del programma Slideshow in onda su Roma TV, per ripercorrere alcune delle tappe più significative del 2017: la tripletta al Villareal, l’addio di Totti, la vittoria con la Juve e quella nel derby e la voglia di vincere tante vittorie nel 2018…

DE ROSSI – Il capitano della Roma Daniele De Rossi ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Sky Sport. Tanti i temi trattati dal centrocampista, tra cui il match con la Juventus, il lavoro di Di Francesco e la possibilità di vincere in questa annata: “Loro sono fortissimi, se vincono da 6 anni di seguito significa che sono più forti. Noi abbiamo fatto la nostra partita, meno nel primo tempo ma molto meglio nella ripresa. Ci sta di soffrire la Juve, credo che il pareggio non sarebbe stato assurdo o rubato. Vincere è un percorso lungo, è una parola di cui non si deve abusare. Di Francesco? Sta dando un’impronta facilmente riconoscibile: aggredire tutti, che sia la Juve o il Sassuolo, non ti rende prevedibile questo”. 

CALCIOMERCATO – Iniziano a circolare sempre più voci intorno alla Roma per il calciomercato di gennaio. Oltre al solito Vidal, sul quale ci sarebbe anche l’interesse dell’Inter, ora pare che Monchi abbia messo gli occhi su Fernando Dos Santos Pedro, attaccante classe ’99 del Palmeiras, considerato uno dei nuovi talenti del calcio brasiliano. Inoltre, vista la possibile partenza di Skorupski, determinato a trovare una squadra che gli possa garantire un minutaggio importante, il ds giallorosso nel ruolo di vice Alisson, starebbe pensando a Miguel Angel Moya, estremo difensore dell’Atletico Madrid. Lo spagnolo è in scadenza di contratto a giugno e potrebbe liberarsi a parametro zero.

SENTI CHI PARLA – Sulle principali frequenze radiofoniche romane, si discute sulle reale ambizioni della squadra giallorossa. Franco Melli ai microfoni di Radio Radio:  “La Roma non è da scudetto. Ad oggi è senza mercato, con in più Kolarov ma senza Salah. Con l’egiziano e un mercato appena decente, probabilmente sarebbe stata competitiva per lo scudetto”. Giancarlo Dotto a Tele Radio Stereo: Secondo me delle prossime tre la più facile è quella con l’Inter, la più difficile quella con l’Atalanta. Se la Roma vuole autorizzarsi a puntare allo Scudetto, devono arrivare tre vittorie”.

Alessandro Tagliaboschi

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here