Arriva il Cagliari: Italia-Turchia e ritorno, riecco Van der Wiel

0

ROMA-CAGLIARI, L’AVVERSARIA – Tre punti. Solo questo serve alla Roma di Di Francesco per lasciarsi alle spalle l’amara trasferta di domenica scorsa contro il Chievo. Le occasioni a Verona non sono di certo mancate, solo grazie ad un Sorrentino in giornata di grazia i giallorossi non sono andati oltre il pareggio, mancando l’occasione per accorciare sulla vetta visti i pareggi di Napoli, Juventus e Inter. Si riparte dal Cagliari, sabato 16 dicembre ospite all’Olimpico per la giornata numero 17 della Serie A 2017/18. Come Manolas e compagni, anche i sardi sono reduci da un pareggio, un rocambolesco 2-2 contro la Sampdoria. Gli isolani militano in quattordicesima posizione in classifica a quota 17 punti, frutto di 5 vittorie, 2 pareggi e 9 sconfitte. La squadra allenata da Lopez non trova la vittoria da quasi un mese. L’ultima volta che i rossoblu hanno raccolto i tre punti era il 19 novembre e a cadere in quell’occasione fu l’Udinese, punita da una rete di Joao Pedro.

DA RASTELLI A LOPEZ – A guidare i sardi non c’è più Rastelli, esonerato a metà ottobre dopo due anni e mezzo al servizio del Cagliari. Quattro sconfitte consecutive sono costate il posto al tecnico, sostituito da Lopez autore di 3 vittorie, 3 sconfitte e 2 pareggi nelle ultime 8 giornate. L’uruguaiano è passato dalla difesa a quattro ad un modulo con tre difensori e pur senza mai aver vinto contro squadre più avanti in classifica ha risollevato i suoi dalle zone più pericolose della classifica aggiudicandosi alcuni importanti scontri diretti, come contro Benevento e Hellas. Niente più Coppa Italia per i rossoblu, eliminati al quarto turno dalla sorpresa Pordenone, squadra di Serie C che solo qualche giorno fa ha costretto l’Inter – attuale capolista della Serie A – fino ai calci di rigore.

ITALIA-TURCHIA E RITORNO – Vi ricordate Van der Wiel? Laterale destro classe 1988 olandese, corpo riccamente tatuato e la firma con la Roma ad un passo un anno e mezzo fa. Nei giorni che vedevano i tifosi giallorossi infuriati per la cessione di Pjanic alla Juventus, l’esterno aveva fatto tappa a Roma, visitando anche il centro sportivo di Trigoria e sembrava ad un passo dalla firma di un triennale. Era il 30 giugno. Solo quattro giorni dopo invece ad annunciare il calciatore furono i turchi del Fenerbahce. Dopo una stagione non troppo fortunata in campo (solo 11 presenze) e fuori (il calciatore è stato truffato per oltre 4 milioni di euro) l’approdo in Italia, al Cagliari. Anche in terra sarda Gregory sta faticando non poco, per lui tre sole presenze da inizio campionato per un totale di 191′ disputati, di cui 56′ nel turno precedente alla sfida con la Roma subentrando all’infortunato Faragò. Proprio contro i giallorossi il laterale olandese dalle spiccate caratteristiche offensive dovrebbe scendere di nuovo in campo, stavolta dal primo minuto.

COSI’ IN CAMPOLopez non molla il 3-5-2 e lo riproporrà anche all’Olimpico. Davanti a Rafael (non al meglio come il collega Cragno), agiranno Romagna, Andreolli e Pisacane. Folto centrocampo a 5, con Van der Wiel e Padoin a tutta fascia, mentre saranno Ionita e Barella a proteggere il playmaker Cigarini. In avanti la coppia Joao Pedro-Pavoletti.

Probabile formazione (3-5-2): 1 Rafael; 13 Romagna, 3 Andreolli, 19 Pisacane; 2 Van der Wiel, 21 Ionita, 8 Cigarini, 20 Padoin, 18 Barella; 10 Joao Pedro, 30 Pavoletti. All.: Lopez

A disp.: 29 Daga, 24 Capuano, 23 Ceppitelli, 12 Miangue, 27 Deiola, 7 Cossu, 9 Giannetti, 17 Farias, 25 Sau, 36 Melchiorri

Ballottaggi: Ionita-Cossu

Squalificati:
Diffidati: Cigarini

IN DUBBIO: Cragno (problemi muscolari), Crosta, Ceppitelli (lombalgia), Melchiorri (fastidio muscolare)
INDISPONIBILI: Dessena (elongazione muscolare), Faragò (fastidio flessori coscia sinistra)

Gian Marco Torre

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here