Amore e odio, ragazze e pallone: il curioso caso di Destro

1

BOLOGNA-ROMA, L’AVVERSARIA – Trentunesima giornata di Serie A. Dopo la deludente eliminazione in semifinale di Coppa Italia contro la Lazio, la Roma, sul palcoscenico dello stadio Dall’Ara, affronta il Bologna. I felsinei, al quattordicesimo posto in classifica, stanno vivendo un discreto momento di forma: nelle ultime 5 partite, hanno realizzato 7 punti, frutto di 2 vittorie, un pareggio e 2 sconfitte. Tuttavia, la squadra di Donadoni difetta sotto l’aspetto della continuità: con i giallorossi, nonostante un campionato che non ha più nulla da dare, sarà un buon banco di prova.

L’ANEDDOTO – Il match contro il Bologna riporta alla mente il passato di Mattia Destro, attaccante del Bologna che milita nella Roma dal 2012 al 2015. Partita speciale, nella capitale Mattia ha vissuto stagioni importanti, trovando anche la donna della sua vita”. Queste le parole dell’agente, Claudio Vigorelli, prima della sfida di andata, terminata poi 3-0, grazie al tris di Salah. Del resto, che sia un match particolare, lo si intuisce già dalla scorsa stagione, quando l’attaccante marchigiano sigla contro i giallorossi la rete del definitivo 2-2. Corsa senza maglietta sotto la Curva Bulgarelli e tanta rabbia per i suoi ex tifosi, che etichettano quell’esultanza come un tradimento. Amore e odio, come nelle più classiche serie televisive, in attesa della puntata di domenica…

IL MISTER – Roberto Donadoni allena il Bologna dall’ottobre 2015, quando è subentrato a Delio Rossi. In rossoblù ottiene buoni risultati, riuscendo sempre a salvarsi senza patemi d’animo. Tuttavia, è da prendere in considerazione l’altra faccia della medaglia: la squadra felsinea non riesce ad acquisire continuità, rendendosi protagonista di risultati altalenanti. Spesso, dunque, fatica a trovare un vero e proprio obiettivo nell’arco della stagione. Il tecnico, mai vincente contro Spalletti, fa del 4-3-3 il credo tattico di questa annata, anche se nelle ultime due uscite, contro Chievo e Fiorentina, schiera un 3-5-2. Contro la Roma, spazio al modulo collaudato, con Krejci e Verdi a sostenere la punta centrale Destro.

Probabile formazione (4-3-3): 83 Mirante; 4 Krafth, 28 Gastaldello, 20 Maietta, 35 Torosidis; 31 Dzemaili, 5 Pulgar, 16 Nagy; 11 Krejci, 10 Destro, 9 Verdi
A disp.: 1 Da Costa, 97 Sarr, 15 Mbaye, 2 Oikonomou, 25 Masina, 22 Rizzo, 12 Valencia, 8 Taider, 17 Donsah, 14 Di Francesco, 6 Viviani, 21 Petkovic, 19 Sadiq
All.: Donadoni

Ballottaggi: Krafth-Masina, Krafth-Mbaye, Nagy-Taider, Nagy-Viviani
In dubbio: –
Indisponibili: 18 Helander (distorsione al ginocchio)

Diffidati: 16 Nagy
Squalificati: –

Mattia Emili

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here