Vincere per volare, con Edin pronto a segnare: 20 cose da sapere su Roma-Udinese

0

ROMA-UDINESE – Anticipo di sabato alle 15 per la Roma di Eusebio Di Francesco, che trova sulla sua strada nella sesta giornata di Serie A, l’Udinese dell’ex Gigi Del Neri. I giallorossi cercano il successo per agguantare la terza vittoria consecutiva e non perdere il treno delle prime posizioni. I friulani d’altro canto, cercheranno a tutti i costi di rialzarsi allo Stadio Olimpico, dopo le sconfitte contro Milan e Torino.

A come Antonucci – Alla vigilia del match contro i bianconeri di mister Delneri arriva una bella notizia per il futuro giallorosso: il talentino classe 1999, è vicinissimo al rinnovo con il club capitolino fino al 2022, allontanando così, la sirene del Manchester United ed altri grandi club europei.

B come Baku – Si gioca il campionato, la Roma dovrà affrontare l’Udinese con la massima concentrazione, ma sarà impossibile non pensare anche al prossimo incontro di Champions contro il Qarabag. Di Francesco quindi, dovrà confermare la bravura mostrata in queste prime giornate nel far ruotare i calciatori, per arrivare al massimo della condizione nell’ostica trasferta di mercoledì.

C come Calendario serrato – Terza partita in una settimana per la Roma, ma non finisce qui. Mercoledì di nuovo in campo per la Champions, poi il primo ottobre nel big match di San Siro con il Milan. Ultimi sforzi prima di arrivare alla sosta.

D come Delneri – L’attuale tecnico friulano torna nella capitale e chissà, se lo farà con piacere. Da dimenticare infatti, la sua esperienza in giallorosso: arrivò a Roma nel 2004, in seguito alle dimissioni di Rudi Voeller dopo quattro giornate di campionato. Concluse l’avventura capitolina rassegnando le proprie dimissioni a marzo dell’anno seguente. Con la Roma ebbe la media di 1.42 punti a partita (24 punti in 34 incontri), decisamente troppo poco per una piazza esigente, come quella romanista.

E come El Shaarawy – Domani potrebbe essere di nuovo il suo turno. Lasciato in panchina per gran parte del match contro il Benevento, domani potrebbe ritrovare la sua fascia sinistra. Di Francesco conferma come il ‘Faraone’, sia importante nel suo progetto tecnico.

F come Fasce che funzionano – Se i risultati ed il gioco della squadra giallorossa stanno migliorando partita dopo partita, il merito è anche del buon funzionamento delle catene esterne. Su 9 gol realizzati infatti, in ben sei occasioni il merito è delle iniziative dei terzini. Grazie alle ali, la Roma spicca il volo e Dzeko si diverte.

G come Gerolin – Centrocampista giallorosso per ben sei stagioni – con la vittoria di due Coppa Italia – ora è all’Udinese nelle vesti di direttore sportivo, firmando un contratto annuale.

I come In dubbio Danilo – Il capitano bianconero difficilmente sarà della sfida. Il brasiliano ha accusato un problema ai flessori durante la partita contro il Torino di mercoledì sera. Pronto al suo posto Angella.

L come Lasagna – Con l’avvenuta cessione di Thereau, rimpiazzato da Maxi Lopez, in questo momento è lui che rappresenta il pericolo numero uno dei bianconeri. L’ex Carpi inoltre, sta dimostrando anche di trovarsi in un buon stato di forma con due gol realizzati nelle ultime due partite giocate, contro Milan e Torino.

M come Massa – Sarà l’arbitro della sezione di Imperia a dirigere il match di sabato alle 15.00. Il direttore di gara ha arbitrato 10 volte in Serie A la squadra giallorossa. Le partite arbitrate dal 36enne all’Olimpico sono stregate per la Roma: 4 pareggi, una sconfitta e una vittoria.

N come Nuytinck – E’ senza dubbio lui finora la sorpresa positiva del mercato estivo bianconero. L’olandese arrivato dall’Anderlecht ha mostrato di saperci fare, andando anche in rete una volta.

O come Oro colato – Parliamo di ‘Re Mida’, vale a dire Edin Dzeko, che dopo la partita contro l’Atletico Madrid, ha deciso che era ora di mettere le cose a posto ed iniziare di nuovo a trasformare ogni pallone in oro. 7 gol nelle ultime 7 trasferte, 21 nelle ultime 21 partite di Serie A e 22 squadre colpite su 23 nel massimo campionato nazionale. Bomber.

P come Porta inviolata – Ci sta prendendo gusto Alisson e tutta la retroguardia giallorossa a tenere il numero ‘0’ sulla casella dei gol subiti. Aldilà dei tre nella partita contro l’Inter, la Roma è finora a 4 clean sheet su 5 partita. Grandi numeri, che fanno ben sperare sulla tenuta difensiva della squadra.

Q come Quindici giorni – Tanti saranno i giorni che separeranno Patrik Schick dal rientro in campo. Niente Milan quindi, con l’ex Sampdoria che tornerà direttamente dopo la sosta.

R come Rampa di lancio – La terza vittoria consecutiva potrebbe veramente mettere le ali alla Roma, metterla in una condizione di classifica migliore e renderla ancora più consapevole della propria forza. Per stessa ammissione di Di Francesco infatti, i buoni risultati stanno dando fiducia alla squadra e questo è fondamentale soprattutto in vista di un impegno europeo e del match a San Siro con il Milan.

S come Spazio a Defrel – Contro il Benevento fu schierato a sorpresa il turco Under, ora però sembra che non ci siano dubbi: sabato contro l’Udinese toccherà a Defrel. Sarà anche una partita speciale per l’attaccante ex Sassuolo: disputerà infatti, la sua centesima presenza in Serie A.

T come Torna Nainggolan – Il belga sta bene, negli ultimi giorni si è allenato con la squadra e quindi sarà convocato per la partita dell’Olimpico. Da vedere se il mister lo rischierà, oppure lo terrà in panchina in vista della partita di Champions di mercoledì.

U come Udinese – La prossima avversaria della Roma non sta vivendo un buon momento. Solo tre punti in questo inizio campionato ed i precedenti con la squadra giallorossa non fanno sorridere Delneri: I capitolini hanno vinto tutte le ultime 8 sfide di Serie A contro i friulani, e non perdono da 9 incontri.Nella scorsa stagione, il match dell’Olimpico fu vinto dagli uomini di Spalletti per 4-0 a segno due volte su rigore con Perotti e poi con Džeko e Salah.

V come Vittoria o via? – Sembra sia proprio questo il destino di Delneri: è vero, l’avversario è superiore, ma difficilmente la dirigenza friulana digerirebbe un’altra sconfitta. L’obiettivo quindi, è innanzitutto non perdere e se si presentasse l’occasione propizia, tentare il colpo grosso.

Z come Zero pareggi – Entrambe le compagini, in questo inizio di Serie A, non hanno conosciuto il segno X: per la Roma infatti, 3 vittorie ed una sconfitta, mentre per l’Udinese il contrario, vale a dire un successo e ben quattro match persi.

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here