ESCLUSIVA ROMANEWS.EU – Carlo Mazzone, ex allenatore della Roma, ha rilasciato un’intervista alla redazione di Romanews.eu, per commentare quanto sta avvenendno in casa Roma, dopo le dichiarazioni di Totti al Tg1 e la conseguente decisione di  Spalletti di non convocarlo per il match di questa sera con il Palermo. Ecco le sue parole. 

Cosa ne pensa della situazione che si è creata tra Totti e Spalletti?
“Spalletti ha cercato gloria, avrebbe potuto chiamare il giocatore in separata sede e risolvere la situazione in quel momento. Così facendo, ha distrutto l’immagine di un ragazzo eccezionale sul piano umano e calcistico. Spalletti dovrebbe spiegare come ha fatto a fare una cosa del genere. Un allenatore con buon senso e personalità, non l’avrebbe fatto. Sono molto amareggiato e dispiaciuto”.

Come si sarebbe comportato al posto di Spalletti?
“Avrei chiarito questo disguido, senza bisogno di escludere Totti dalla lista dei convocati. Specialmente con un ragazzo d’oro dentro e fuori dal campo come lui. Il capitano può dare ancora il suo contributo, lo ha sempre dato e può ancora farlo”.

Un commento per la partita tra Roma e Palermo? 
“In questo momento passa in secondo piano”.   

Mattia Emili
@mattia_emili

LEGGI LE PAROLE DI LIGUORI
LEGGI LE PAROLE DI SPINOSI

 

 

  • spadroma

    con te volava qualche parolaccia e finiva li…..

  • tony73

    Levateje er vinooooooo!!!!!!

  • seb asr

    mi dispiace mister la cosa più importante è il risultato di stasera poi tutto il resto

  • Mau

    Mi dispiace… Mazzone parla troppo da padre. I tempi sono cambiati. Si rispettano le gerarchie. Comanda l’allenatore negli spogliatoi e non i giocatori. Giusto o sbagliato che sia. Poi si tirano le somme e ognuno risponde delle proprie responsabilità… Forza Roma sempre

  • fuori i romani

    Per noi romanisti conta vincere stasera, di chi manca non ci frega nulla. Anzi stasera giocheremo in undici senza totti e barbetta.

  • Mau

    Un commento per la partita di stasera… Risposta passa in secondo piano. Ma dice sul serio o scherza?… È tutto veramente grottesco e preoccupante…

  • teresa3

    Bravo signor Mazzone, le tue parole che escono dalla bocca di un uomo saggio e competente non possono che far piacere. Ma soprattutto fanno giustizia dell’irriconoscenza e dell’ingratitudine di alcuni indegni della fede giallorossa. Questo episodio della storia di Totti appanna irrimediabilmente la dirittura morale di quei dirigenti che utilizzano Francesco Totti per coprire gli errori della dirigenza societaria. E mi riferisco a quelli che hanno portato a Trigoria l’incompetente Garcia, gli ex calciatori Cole, Maicon e Dzeco per non parlare della lunga lista dei mediocri che non sono scesi mai in campo

  • delupis

    Sempre hrazie al capitano , solo ammirazione e rispetto, ma lui deve accettare il naturale trascorrere del tempo. Se vuole bene alla Roma e se non vuole sporcare la sua immagine di simvolo di questa società, esca co. Dignità e con gli onori che glo spettano, ma non si intestardisca a forzare il naturala e le leggi della vita.

  • marco

    La partita di stasera è ciò che conta mister mazzone. E conta solo la roma… Cialtroni!!!

  • Roberto

    Senti chi parla!!! Colui che voleva cedere ALDAIR per prendere festa, colui che ha ceduto HASSLER per moriero, l’allenatore delle 14 partite consecutive senza una vittoria… patetico

  • Balbo 2

    La verità caro mazzone e cari miei che a te te ricordano solo perché hai fatto cominciare tu Totti (che avrebbe cominciato con qualsiasi altro allenatore perché era un fenomeno), pe la corsa contro quelli dell Atalanta…..e perché C avevi Baggio…..già che me dici che il risultato viene in secondo piano capisco tutto e manco perdo tempo a dì la mia,….sete messi proprio male male!!!! Tra L altro e’ Totti che ha tirato in ballo la Roma e Spalletti…..no er contrario……rispetto…..per la Roma!!!! Ingrati!!!!!

  • antonio paglialunga

    difficile capire perchè molta gente continua a dire di essere romanista e poi non fa che dire stupidaggini,l’unica cosa che risulta evidente è che la A.S.Roma è inesistente visto che l’ultimo arrivato ( spalletti) decide da allenatore, dirigente e presidente, visto che il vero presidente(pallotta) è inesistente.. qualcuno si ricorda il perchè del suo abbandono della roma? riflettetici prima di sparlare.