QATAR a caccia di buoni affari in Italia. Perché non farsi tentare dall’As Roma?

(Foto Getty Images

SCEICCO A ROMA – Questa volta a Roma, uno Sceicco è arrivato sul serio. Il sindaco Gianni Alemanno, oggi in Campidoglio, ha ricevuto l’Emiro dello Stato del Qatar, Sceicco Hamad Bin Khalifa Al Thani, in visita nella Capitale. Ha partecipato all’incontro anche l’assessore alla Comunicazione e Promozione, Rosella Sensi.  La delegazione dello Sceicco ieri aveva invece fatto la conoscenza del  premier Mario Monti ed espresso la volontà di Doha di voler fare affari nel nostro Paese. “Il fondo sovrano qatariota (Qia) sta cercando modi e forme per investire in Italia“, ha annunciato il Capo del Governo. Si è parlato anche dell’offerta di partnership alle imprese italiane per l’operazione che vedrà la costruzione di edifici, strade, impianti sportivi e infrastrutture collegate ai Mondiali di Calcio 2022, in un Paese, il Qatar, che non ha mai ospitato un grande evento sportivo internazionale di massa. Il calcio è uno sport che al mondo arabo negli ultimi anni sembra appassionare molto, se non altro quando si tratta di business. Ricordiamo che proprio il Qatar ha recentemente acquisito  una  quota nella squadra francese del Paris Saint Germain.

CALCIO&BUSINESS – Dopo l’incontro con l’Emiro, Alemanno ha parlato di un particolare interesse mostrato da Bin Khalifa Al Thani per uN progetto riguardante un Parco a tema sulla romanità, da costruire nel secondo polo turistico della Capitale. Perché non pensare allora anche alla possibilità di acquisire quel 40% di quote giallorosse di proprietà di Unicredit? Quote che, al momento, faticano a passare di mano (come già evidenziato nell’approfondimento di Romanews.eu), ma che potrebbero far gola a uno dei più potenti investitori internazionali sull’attuale scena mondiale. Entrare nell’As Roma potrebbe essere un ottimo viatico dal punto di vista del marketing e della comunicazione per il Campionato del Mondo che si svolgerà in Qatar tra un decennio.

Giulia Spiniello

AS Roma Store

Nessun commento presente

Commenta per primo questo articolo


Scrivi il tuo commento

La tua email non verrà pubblicata

*