Quelle parole che pungono la dirigenza

LA GAZZETTA DELLO SPORT (a.cat.) – C’è chi le ha interpretate come parole da capitano, che interpreta umore e voglie dei tifosi ma, alla luce di quanto detto poco prima da Sabatini (“Non arriveranno crac fragorosi perché i grandi nomi la Roma li ha già”) sembrano più un grido d’allarme, o forse un modo per prendere le distanze da un progetto che forse non condivide più. Totti l’ha detto chiaramente, non vuol aspettare, non vuole un altro anno di transizione e con ciò che ha detto sembra quasi aver voluto togliersi qualche rospo, dalle accuse di pigrizia di Baldini ai tentativi della società di ridurre il potere dei suoi uomini, Vito Scala e Silio Musa.

Nessun commento presente

Commenta per primo questo articolo


Scrivi il tuo commento

La tua email non verrà pubblicata

*