Bertolacci-Piscitella, Genoa e Roma

IL ROMANISTA (V. Meta) – Uno ha ritrovato l’allenatore che lo ha trasformato da promessa in calciatore, l’altro è arrivato da pochi giorni e si guarda intorno per non perdersi neanche una briciola del suo primo ritiro nel calcio vero. Come riporta Il Romanista, Bertolacci e Piscitella si stanno preparando agli ordini di mister De Canio per fare il loro debutto allo stadio Marassi. Adesso il Genoa sta svolgendo la seconda parte di preparazione sulle colline di Castel di Sangro: “Ci siamo ritrovati“, ha detto Bertolacci al compagno romanista, che ha le idee chiare tanto quanto lui. Il centrocampista ha lavorato a Riscone con Zeman sapendo di non avere spazio, con l’arrivo di Bradley e Tachtsidis, ma anche per la concorrenza dell’amico e coetaneo Florenzi. “Ma non ho assolutamente alcun rimpianto per essere andato via – dice senza esitazione – Prima di tutto perché venendo qui sapevo che avrei trovato una piazza che per pubblico e calore era molto simile a quella di Roma e poi perché adesso sono felice e penso solo a fare bene. Poi un giorno chissà, magari potrei riuscire a rientrare, ma se così non fosse non sarebbe una tragedia. La Roma resta la Roma, ma poi per noi ragazzi è importante giocare“. Per Piscitella, invece, è il primo ritiro in prima squadra: “Quando si è cominciato a parlare di questa possibilità ho fatto una chiacchierata con Bruno Conti – racconta – e lui mi ha subito detto di cogliere al volo questa opportunità perché avrei trovato un grande stadio e una grande piazza. E infatti eccomi qua“. Il giocatore non dimenticherà la breve parentesi in prima squadra l’anno scorso con Luis Enrique, ma adesso deve guardare avanti.

Nessun commento presente

Commenta per primo questo articolo


Scrivi il tuo commento

La tua email non verrà pubblicata

*