NEWS DELLA GIORNATA. Cessione Roma, c’è l’accordo economico. Firme nei prossimi 20 giorni’

NEWS DELLA GIORNATA – Seconda giornata di lavoro per Thomas DiBenedetto, Unicredit e i legali. Altro meeting fiume, interrotto, qua e là, da qualche colpo di scena. Ma sembra si tratti dell’incontro decisivo. Non ci sono le firme, ma le parti fanno capire che l’accordo è stato trovato. Riprercorriamo le tappe di questo lunghissimo martedì, che ha visto la squadra giallorossa tornare ad allenarsi in vista della gara di domenica prossima contro la Juventus e le tante voci di mercato continuare a circolare.

MATTINATA CONVULSA – Dopo le 10 ore di riunione di ieri, le parti si sono ritrovate questa mattina alle 9,00, ancora presso lo ‘Studio Grimaldi‘. Subito l’Avv. Cappelli ha fatto capire che aria tirava affermando: ‘Sarà un’altra lunga giornata’. Poi dopo circa un’ora e mezza di lavoro un’Adnkronos ha impensierito tutti. Veniva spiegato che Unicredit non avrebbe proseguito la trattativa senza le garanzie necessarie e che non sarebbe stata concessa una proroga all’esclusiva. Contemporaneamente, però, attraverso Mf-DJ dall’entourage degli americani filtravano voci soddisfatte per l’acquisizione di un club come la Roma. Poi  l’uscita dallo ‘Studio Grimaldi’ di Fiorentino di Unicredit. Si saprà più tardi, attraverso le parole del portavoce di Alemanno, Turbolente, che il Chief Operating ha incontrato il Sindaco per aggiornarlo sulla trattativa. Poi l’uscita improvvisa di tutti gli attori dallo studio legale e la corsa verso la sede dell’Antitrust, dove, nel corso di una visita di cortesia, DiBenedetto ha incontrato il Presidente Catricalà.  Quindi, dopo 20 minuti, il ritorno allo ‘Studio Grimaldi’ e le parole di Zimatore : ‘Non finirà presto’. Nel frattempo usciva un’anteprima delle parole di Rosella Sensi al settimanale ‘A’. Attraverso questa intervista, la Dottoressa ha chiesto ai tifosi di continuare a sostenere la squadra, ha ricordato i successi ottenuti dalla sua famiglia e ha svelato il sogno di fare la giornalista.

ATTESA RIPAGATA – Ancora più complessa si è fatta la situazione nel pomeriggio. Paolo Fiorentino ha fatto avanti e indietro con la sede dell’incontro, mentre Zimatore ha dichiarato ai cronsiti: ‘Le cose procedono bene, uscirà un comunicato tra stasera e domattina. Se siamo alla fine? Sì’. La notizia del comunicato confermava le indiscrezioni raccolte da Romanews.eu. Proprio a noi fonti Consob avevano detto: ‘Sembra che la chiusura avvenga entro stasera. Abbiamo chiesto un comunicato per garantire il corretto flusso delle informazioni. Poi ecco l’arrivo dell’Avv. Di Gravio e le voci che hanno ricominciato ad accavallarsi. Le indiscrezioni parlavano di un accordo di massima con le firme che sarebbero arrivate nei prossimi giorni. L’attesa è stata ravvivata dalla presenza dei tifosi che, muniti di bandiere, hanno a lungo invocato DiBenedetto con l’urlo: ‘Tom affacciati’. Poi alle 20,35, circa, ecco l’Avv. Sciaudone dello Studio Grimaldi il quale ha dichiarato che qualcosa sarebbe uscito in serata anche se c’era ancora da lavorare. Le parti hanno continuato a trattare anche durante la cena a base di involtini e rucola. Poi, intorno alle 22,00, la svolta. Tutti hanno capito che l’incontro era finito e i cronisti si sono avvicinati al cancello di uscita dello ‘Studio Grimaldi’. Il primo ad uscire è stato Fiorentino. Il Deputy Ceo di Unicredit, parlando con i cronisti, ha spiegato che l’accordo economico c’è, è ben saldo e non esiste differenza tra domanda ed offerta. Il numero due dell’istituto di credito ha, poi, aggiunto che non c’è ancora la possibilità di mettere le firme. Ecco poi l’Avv. Cappello e, subito dopo, l’attesissimo DiBenedetto, il quale non ha rilasciato dichiarazioni, ma ha fatto il segno ‘ok’ con il pollice alzato. Uscendo, poi, la sua auto ha urtato e investito un fotografo presente. A definire la situazione è arrivato alle 23,30 il comunicato congiunto Italpetroli, Unicredit e DiBenedetto AS Roma LLC il quale ha parlato di definizione dei termini fondamentali dell’operazione di acquisizione della partecipazione di controllo di AS Roma S.p.A.. Nello stesso si parla di cessione da parte di Unicredit di parte della propria quota ad altri investitori  strategioci italiani. Viene inoltre fatto sapere che la firma degli accordi arriverà entro i prossimi 20 giorni.

CAMPO – Mentre a via Pinciana si giocava questa importantissima partita, la squadra giallorossa, dopo due giorni di riposo, tornava in campo per l‘allenamento. Al primo appuntamento di preparazione alla gara di domenica prossima contro la Juventus, ha partecipato anche Riise, tornato dall’impegno con la Norvegia. Ancora assenti gli altri tre nazionali Mexes, Menez e N. Burdisso. Lavoro atletico e tattico per i ragazzi di Montella, che domani torneranno sui campi di gioco in mattinata. Differenziato per Cassetti, che sta recuperando dai problemi di pubalgia. Ad un certo punto della seduta, al numero 77  è andato a fare compagnia Totti, che non ha però particolari problemi. Il Capitano dovrebbe essere regolarmente in campo domenica e accanto a sé troverà Vucinic. Nella parte iniziale della seduta i due sono stati provati insieme, poi il montenegrino ha continuato a regalare spettacolo. Anche oggi non si è visto in campo Julio Sergio, alle prese con dei problemi alla caviglia. Presente, come sempre, Marco Borriello, che, dalla sua pagina facebook, ha dichiarato di avere un ottimo rapporto con squadra e dirigenza giallorosse. Ripresa dell’attività anche per la Juventus, ancora orfana dei nazionali italiani. Rientrati, invece, Sorensen e Krasic. De Ceglie ha svolto lavoro differenziato. Probabile domenica prossima il forfait di Chiellini. Il difensore si è infortunato in Nazionale.

MERCATO – Immancabili anche oggi i rumors di mercato. Non potrebbe essere altrimenti nel periodo in cui si gettano le basi per la costruzione della nuova Roma. Partiamo dalle voci ‘in uscita’ e torniamo a parlare di Ménéz. Sul francese si farebbe sempre più forte l’interesse della Juventus. I bianconeri sarebbero disposti a mettere sul piatto 10-12 milioni di euro. E intanto si comincia a fantasticare su quello che potrebbe essere il primo colpo di DiBenedetto. Alcune indiscrezioni vorrebbero i giallorossi molto interessati a Marin, centrocampista del Werder Brema, con contratto in scadenza a giugno 2013. Per portarlo in maglia capitolina, ci vorrebbero 15 milioni di euro. Sembra più difficile, ora, arrivare ai gioielli dell’Udinese Sanchez ed Isla. Il Nino Maravilla appare sempre più vicino al Manchester City, che avrebbe battuto anche la concorrenza di Chelsea e Manchester United. Per l’altro cileno, invece, la Roma dovrebbe ingaggiare un duello con il Milan. E se l’agente di Buffon informa che non è sicuro che il suo assistito resti in bianconero, quello di Cavani, interrogato su un possibile approdo in giallorosso, ha spiegato che il calciatore sta bene a Napoli. Oggi parola anche al manager di Balzaretti, Bonetto, il quale ha spiegato che non è il caso di accostarlo alla Roma in questo momento visto che la squadra giallorossa deve ancora definire il suo assetto societario. E parlando di futuro, non possiamo dimenticare, l’impegno di domani della Primavera che si gioca la Coppa Italia nella finale di ritorno contro la Fiorentina. Il tecnico Alberto De Rossi, a Romanews.eu, ha spiegato: ‘Siamo tranquilli e fiduciosi’.

Claudia Fraschetti

Nessun commento presente

Commenta per primo questo articolo


Scrivi il tuo commento

La tua email non verrà pubblicata

*