ROMA CITTA´ – 25 aprile, insulti e lancio di oggetti alla Polverini. Zingaretti contuso ad un occhio

 
ROMA CITTA’ – Spiacevole fuoriprogramma durante le celebrazioni per il 25 aprile a Porta San Paolo. Un gruppo di manifestanti, che evidentemente ritiene di avere l’esclusiva della possibilità di celebrare la festa delle Resistenza, all’arrivo del presidente della Regione ha subito cominciato ad apostrofarla con grida e insulti: «fascista», «vergogna». Quando Renata Polverini è salita sul palco le grida si sono intensificate. A quel punto il presidente della Provincia Nicola Zingaretti ha provato ad intervenire per difendere la Polverini dalle grida e dagli insulti ed i contestatori sono addirittura passati al lancio di oggetti. Uno di questi, probabilmente un limone, ha colpito in pieno volto Zingaretti che è subito sceso dal palco. Anche la Polverini si è immediatamente allontanata.
 
Dai manifestanti sono stati lanciati anche dei fumogeni, uno di questi ha raggiunto il retro del palco proprio mentre sia Zingaretti che Polverini stavano passando. Nessuno è stato tuttavia colpito dal fumogeno. Mentre il presidente della Regione è immediatamente salita a bordo della sua auto per andarsene, Zingaretti è rimasto qualche minuto seduto nella sua automobile. Con l’occhio rosso e gonfio Zingaretti ha comunque , in un primo momento, cercato di sdrammatizzare. «Stavo meglio prima, – ha detto – l’occhio mi fa un pò male».

Nessun commento presente

Commenta per primo questo articolo


Scrivi il tuo commento

La tua email non verrà pubblicata

*